Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

L’Autofiori incorona Amadeo, conferma Vaccarezza, Pasquali, Ruggeri. Le poltrone benedette per Zoccarato e Giacomo Raineri

E alla fine la politica ha scelto il ‘migliore a destra’, il notaio Franco Amadeo, smentite dai fatti le previsioni della vigilia, forse pretattica che annunciavano dapprima lo ‘sciupoltrone’ Giacomo Raineri, poi …

Franco Amadeo (nella foto), presidente della Camera di Commercio di Imperia, è più forte grazie alla imminente presidenza di Autofiori Spa, con sede legale a Savona. Il notaio di Forza Italia subentra a Gianni Giuliano, avvocato, già presidente della Provincia forse assai poco rimpianto dagli imperiesi, in particolare nell’entroterra dove, a volte, soleva vantarsi di non mancare mai alle feste patronali. In effetti una balla. Tanto per non lasciarlo disoccupato e valorizzare l’eta della pensione, il gruppo fratelli Scajola, gli ha trovato una sistemazione nel consiglio della Fondazione Carige, dove però i clan imperiesi – la lupara non c’entra – hanno perso la supremazia. Lasciando nello sconforto e nelle grane un gruppo di potenti che avrebbero ricevuto prestiti ed affidamenti oltre ogni ragionevole limite.

Chi è sempre stato allergico alle poltrone, nonostante i 27 anni di politica e pubblico amministratore ? Il rag. Angelo Vaccarezza che con grande spirito di servizio ha subito detto di no a chi gli proponeva la presidenza AUTOFIORI. Non è mai stato un accaparratore di ‘poltrone’ né per se, né per gli amici, semmai premia la meritocrazia, l’etica pubblica, capacità dimostrate sul campo. Non sarà un caso se con orgoglio ripete: “Io ero democristiano, molto di destra, con breve sosta Udc, il mio maestro è stato Claudio”. E bisogna ammettere che sono diversi gli amministratori pubblici imperiesi che mettendo a confronto le due Province (Imperia e Savona) non hanno dubbi ad ammettere che con Vaccarezza ci sono stati meno dirigenti e la macchina burocratica, decisionale è assai più efficiente rispetto a Imperia. Insomma, gli imperiesi, se dovessero scegliere tra Vaccarezza e Sappa non avrebbero dubbi per il primo.

Non sarà casuale che la più diffusa televisione locale- Imperia Tv – da oltre due anni abbia nella sua strategia comunicativa un intenso e proficuo rapporto, reciproco. Vaccarezza è la star del savonese per il piccolo schermo della famiglia dell’editore Zunino, anche negli annunci istituzionali di ‘offro lavoro’ ad opera dello stesso presidente. Può essere stato utile al carisma vaccarezziano il libero giornalismo di Imperia Tv?

Una sicura garanzia di continuità e fedeltà è rappresentata dalla riconferma del già assessore regionale Carlo Ruggeri (dal Pci ai Ds al Pd), già sindaco di Savona, ‘uomo forte’ e tra i pochissimi savonesi Doc che possono esibire la foto del ricevimento privato nello studio del papa polacco, Wojtyla, ora Beato. La delegazione era formata da Luciano Pasquale e da una giornalista savonese.

La riunione delle ‘investiture’ Autofiori si è svolta presso la Provincia di Imperia presenti i soci di parte pubblica della Spa.

Faranno dunque parte del CdA pure i savonesi Luciano Pasquale, presidente della Camera di Commercio di Savona e Carlo Ruggeri, presidente dell’Ips di Savona, Maurizio Zoccarato, sindaco di Sanremo, Paolo Odone, Giacomo Raineri ed il dianese Marco Greco.

Le nomine verranno ufficializzate nel corso di una riunione prevista martedì prossimo ad Imperia.

Intanto c’è chi ha voluto festeggiare l’avvenimento colorando di tessuti famigliari alcuni terrazzi di stabili che si affacciano sul vecchio porto di Oneglia. Speriamo non si tratti di male augurio. A Imperia non si sente il bisogno.

Avatar

Trucioli

Torna in alto