Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Savona e i costi del Palazzetto di Zinola

Sui suoi  illeciti il Comune  di Savona tace. In data 25 ottobre ho presentato un esposto al segretario comunale di Savona per segnalare irregolarità nei pagamenti non di competenza dell’ente. In data  31 ottobre ho ricevuto una risposta interlocutoria. In data 13 dicembre ho sollecitato il Dott. Filippini a fornirmi formale risposta alle domande fatte ipotizzando per tale mancanza il reato di omissione di atti di ufficio ai sensi dell’ art. 328 c.p. ( il pubblico ufficiale o l’incaricato di un pubblico servizio, che entro trenta giorni dalla richiesta di chi vi abbia interesse non compie l’atto del suo ufficio e non risponde per esporre le ragioni del ritardo, è punito con la reclusione fino ad un anno o con la multa fino a euro 1.032 ).

Poiché dopo il sollecito non mi è pervenuta alcuna comunicazione e considerato che  il termine perentorio di trenta giorni per la risposta  è abbondantemente scaduto,  mi sono rivolto alla Corte dei Conti affinché voglia intervenire per l’accertamento delle irregolarità amministrative – contabili ed omissioni imputabili all’amministrazione comunale di Savona.

La segnalazione di illecito l’avevo trasmessa anche ai capi gruppi consigliari di Savona, ma, evidentemente,  i nostri eletti hanno altro cui pensare  per cui non ho avuto alcuno riscontro.

Riassumendo : gli illeciti ci sono ma il palazzo non risponde, i consiglieri comunali non sono interessati ed ora vediamo cosa diranno gli organi preposti al controllo di legalità ( sono un ottimista visti i precedenti ! ).

La domanda che il lettore dovrebbe porsi è questa: essendo l’illecito da me segnalato facilmente riscontrabile ( la mancata risposta da parte del segretario comunale ne è la prova inconfutabile ) , ma allora perché tutti fanno finta di niente ?

Probabilmente perché questi illeciti sono in linea con il modus operandi di chi ci amministra ( vedere le nomine sul depuratore consortile, il silenzio sull’illegittimo doppio incarico all’ing. Pesce, le indagini della Procura sulla gestione degli impianti sportivi, il milione di euro di finanziamenti alle società sportive, il silenzio sulle mie denunce sulle irregolarità compiute dalle Opere Sociali e così continuando ….. ).

E se questa “trasparente” linea di condotta è l’espressione del “nuovismo renziano”  possiamo davvero dormire sonni tranquilli !

La lettura degli allegati è istruttiva.  Savona, 19 dicembre 2013.

 

                                                                                              Luciano Locci

Egregio Dott.  Vincenzo Filippini

Segretario comunale

Savona

E p.c.

Ai sigg.ri capigruppo del Consiglio Comunale

Oggetto: Palazzetto di Zinola

con Determina Dirigenziale n. 88 del 21/06/2012 il Comune ha indetto una gara per la concessione del servizio di gestione del Palazzetto di Zinola che è stata aggiudicata con determina n. 117 del 27/08/2012 alla SMSF LA ZINOLESE con un costo complessivo per l’amministrazione pari a € 110.110 dal 1° settembre 2012 per la durata di 48 mesi con relative assunzioni degli impegni di spesa.

Nella determina n. 88 è allegato il disciplinare che all’articolo 11 prevede a carico dell’affidatario :

  • comma c) – Manutenzione ordinaria degli impianti tecnologici (riscaldamento, illuminazione, amplificazione, impianto elettrico
  • comma f) le spese per l’energia elettrica, l’energia termica etc. etc.

Ho esaminato , a campione, cinque determine (76/2011, 22/2012, 20/2013, 28/2013, 188/2013) assunte nel 2013 in cui il Comune paga l’acquisto del combustibile per il riscaldamento per questo impianto sportivo nonostante quanto previsto dal disciplinare.

E’ evidente ( salvo che non sia stata modificata la determina ) l’illecito amministrativo.

Rilevo inoltre la diversa impostazione contabile delle cinque determine ed i capitoli di spesa a cui fanno riferimento. In due (76/2011 e 22/2012) parrebbe che non si sia trattato di approvvigionamento di combustibile ma di potenziamento e revisione dell’impianto termico e gli importi sono stati imputati al cap. 2886/5 che riguarda le spese in conto capitale.

Poiché Ella, nella sua funzione di Segretario comunale, è tutore della conformità dell’azione amministrativa alle leggi, allo statuto ed ai regolamenti ed inoltre ricopre anche la responsabilità del vigente Piano Comunale triennale di prevenzione della corruzione, Le chiedo :

  • Perché il Comune paga la fornitura di gasolio per il riscaldamento che è a carico dell’affidatario ?
  • Come mai le determine 76/2011 e 22/2012 – aventi per oggetto pagamento di fornitura di combustile – sono state imputate in conto capitale ?
  • Oltre alle determine sopra ricordate, anche per i periodi pregressi il Comune ha pagato il combustibile,?
  • Ci sono altre spese poste a carico del Concessionario ma pagate dal Comune per l’impianto in oggetto ?

Rimango in attesa di un suo sollecito riscontro, poiché in mancanza del quale, mi vedrò costretto a rivolgermi presso le competenti sedi giudiziarie.

Distinti saluti.

Savona, 25 ottobre 2013.

                                    Luciano Locci

Egregio Dott. Vincenzo Filippini

Segretario comunale

Savona

Oggetto:  esposto sul Palazzetto di Zinola

Facendo seguito alla Sua del  31 ottobre u.s. e considerato il tempo trascorso,

ritengo che il mancato accertamento dei fatti da me denunciati  sia passibile di illecito penale per omissioni di atti di ufficio ai sensi dell’ art. 328 c.p. che  così recita :

il pubblico ufficiale o l’incaricato di un pubblico servizio, che entro trenta giorni dalla richiesta di chi vi abbia interesse non compie l’atto del suo ufficio e non risponde per esporre le ragioni del ritardo, è punito con la reclusione fino ad un anno o con la multa fino a € 1.032.

Poiché il termine di trenta giorni è abbondantemente scaduto, essendo il mio esposto datato 25 ottobre,  La invito a fornirmi formale risposta alle domande fatte entro 5 giorni da oggi informandoLa che,  in difetto, mi vedrò costretto a rivolgermi nelle sedi giudiziarie competenti.

Distinti saluti.

 

Savona, 13 dicembre 2013.

Luciano Locci

Con riferimento alla sua mail trasmessami in pec il 25 ottobre scorso avente ad oggetto “Palazzetto di Zinola”, comunico di aver dato avvio ad una verifica interna nel merito della sua segnalazione i cui risultati saranno valutati dallo scrivente in conformità delle disposizioni vigenti e in particolare in esecuzione della nuova normativa sui controlli ex DL 10 ottobre 2012 n. 174 così come convertito nella legge 7 dicembre 2012 n. 213, dal Decreto Legislativo 14 marzo 2013 n. 33 e dal Piano comunale triennale di previsione della corruzione 2013/2015 approvato con atto di Giunta Comunale 6 giugno 2013 n. 131.

 

Nel ringraziarla per la segnalazione che ci dà l’opportunità di evidenziare e verificare il corretto agire amministrativo dell’Ente, colgo l’occasione per porgere distinti saluti.

Il Segretario Generale

dott. Vincenzo Filippini

 



Avatar

L. Locci

Torna in alto