Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Al ‘Grillo’ parlante piovono le denunce

Anche ai molti cittadini del ponente ligure è arrivata la comunicazione (controinformazione?) che il nostro combattente, per ora solo parlante, Belle Grillo nazionale potrebbe rispondere del reato di ‘istigazione di militari a disobbedire alle leggi’. La denuncia è stata presentata a Roma ai carabinieri. Sarà materia di nuovi successi per il ‘popolo grillino’ che annovera molte persone con tanto buon senso e per nulla populiste ? Certamente ai parlamentari 5 stelle bisogna riconoscere che la rinuncia a gran parte delle prebende statali, è stato un atto concreto e di rispetto verso i cittadini. Un messaggio di coerenza. Non basta per amministrare un Paese di 60 milioni di persone, con il record europeo dell’evasione fiscale, di ‘finti poveri’, con 3 regioni del Sud  ‘sotto la cappa’ della mafia capillare.Anche coloro che hanno votato arrabbiati o meno, convinti o speranzosi, i parlamentari, i consiglieri comunali delle pulite liste del Movimento a 5 stelle, forse non sono del tutto convinti che le ‘sparate’ del loro leader nazionale, sia la medicina giusta alla crisi italiana e della politica marcia. Non tutti possono essere inseriti nella stesso pentolone. C’erano cittadini, amministratori, politici retti nella prima Repubblica, come nella seconda. E’ giusto la riscossa contro l’esercito della palude, dell’Italia fanalino di coda, ma il contenuto della lettera inviata al comando generale dell’Arma dei carabinieri,  al capo della polizia,  al capo di stato maggiore e pubblicata sul blog di Grillo, diciamo che poteva essere di altro tono. Una lettera che potrebbe finire al centro di una sentenza penale; i codice la punisce con la reclusione da 2 a 5 anni.

E’ sacrosanto eliminare i privilegi e la scorta armata a chi non ha il diritto, e come in tante altre democrazie occidentali neppure accettarla (o richiederla), ma è impensabile non proteggere, tutelare quanti, per le loro funzioni pubbliche ed istituzionali, sono a rischio vita, incolumità, anche ad opera di persone esaltate, in preda a pazzia.  Forse basta, nella stessa lettera, fare almeno qualche distinguo.   Evitare, insomma, di servire su un ‘piatto d’argento’ una presunta violazione del codice penale. E non mettere, magari in difficoltà, molti militanti che non sono abituati a straparlare e conoscono l’importanza di misurare i termini, le parole, il linguaggio (parolacce scurrili incluse) quando ci si confronta con la platea popolare.

LA RISPOSTA IMMEDIATA DAL BLOG DI BEPPE GRILLO

Lettera aperta ai responsabili delle forze dell’Ordine
leggi il post
di Vito AsaroHo ascoltato i commenti dei politicanti su questo post di Grillo, Grillo sobillatore, Grillo violento…Avete fatto tutto da soli: la gente vi odia per quello che avete fatto, per quello che fate perché siete dei traditori, perché avete distrutto l’Italia, perché avete rovinato la nostra vita. Siete voi i sobillatori, siete voi i violenti. Io ho 60 anni e non ho mai dato né ricevuto uno schiaffo in vita mia eppure non trovandomi nelle giuste condizioni, come agirei nei vostri confronti? Troppo è il male che avete fatto. Grillo ringraziatelo piuttosto: non so come sarebbe finita se non ci fosse stato lui a dare qualche speranza a 9 milioni di Italiani. In ogni caso Grillo o non Grillo, per voi non la vedo molto bene.

 

Avatar

Trucioli

Torna in alto