Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Savona verbali alle nonnine dei gatti, l’inquinamento, le scorribande, i miasmi

La sera del 24 ottobre, verso le ore 20, dopo un appostamento due agenti in borghese della polizia municipale di Savona hanno combinato due verbali di cinquanta euro cadauno a due anziane amiche che, con buon cuore e con grande volontà d’animo, erano andate a portare ai gatti randagi della zona di Via N.S.Angeli una razione di cibo.
La motivazione del verbale consiste nell’aver erogato parte di detto cibo al di fuori degli spazi consentiti all’interno dell’oasi felina, nonostante le stesse mai abbiano lasciato sporco od imbrattato il suolo pubblico.
Accantonando per un attimo i miei sentimenti di disappunto per una sanzione inappropriata, vorrei porre ai lettori ed agli interessati qualche domanda.
Questo tipo di iniziative di tutela dell’ordine pubblico vengono organizzate in ogni parte della città?
Come mai gli ispettori si sono dimostrati così solerti in un problema di poco conto quando di contro non ho visto nessuno indagare, nonostante ripetute segnalazioni, su casi di inquinamento ambientale perorato per settimane la scorsa primavera a pochi metri da dove è stato elevato il verbale in oggetto?
Sempre per restare in zona, come mai vengono tollerate scorribande di automobili che, ad ogni ora del giorno e della notte, infrangono l’esistente limite di velocità dei 30 km/h
E perché, quando per più volte ho telefonato a causa dei miasmi provenienti dall’area di competenza delle Ferrovie dello Stato, mi è stato risposto che non è pertinenza del Comune di Savona? I residenti che subiscono tale disagio non pagano forse le tasse a detto comune?
I contribuenti che mantengono gli apparati di sicurezza sono così d’accordo nel sapere che, durante le ore serali, due dei pochi agenti a disposizione vengono adoperati in un’azione atta a reprimere i gesti di persone che amano gli animali piuttosto che a prevenire situazioni assai più gravi di ordine pubblico?
Amareggiato, non mi resta che sperare che le mie due amiche ingiustamente multate non demordano nella loro nobile azione nei confronti di innocui gattini ora abbandonati al loro destino.
Prof. Alessandro Venturelli
Avatar

Trucioli

Torna in alto