Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Loano 1/ Il Comitato Civico Loanese per la tutela del centro storico informa

Presentazione formale al Sindaco- Istanze fondamentali- Iscrizioni al Comitato in forte crescita- Attività propositiva. Dopo la prima riunione costitutiva del 28 novembre 2012 e l’affissione del manifesto con la presentazione alla cittadinanza degli obbiettivi di cui al “Programma di intenti” approvato, il ” Comitato Civico loanese per la tutela del centro storico” si è consolidato con l’adesione di altri numerosi cittadini e, con l’assemblea tenuta il 25 gennaio 2013, ha assunto alcune determinazioni operative.

    Innanzi tutto si è decisa la formale presentazione al Sindaco dott. Luigi Pignocca che, insieme ad alcuni assessori ( Vittorio Burastero, Luca Lettieri, Remo Zaccaria) ha ricevuto il 6 febbraio u.s. una delegazione composta dal sottoscritto Segretario Stefano Carrara Sutour, nonché dalle signore Annalisa Molle e Grazia Noseda, e dai signori Gilberto Costanza, Lino Oliva e Silvio Zunino.

    Si è provveduto ad illustrare i principali punti programmatici costituiti dai problemi che il Comitato intende affrontare con le petizioni, le istanze e le azioni formali del caso, in particolare: inquinamento acustico; deposito rifiuti in corso Roma; isola pedonale; diga soffolta e fondo marino tra la stessa e la battigia (zona di massima balneazione); presenza estiva della Polizia Municipale anche in ore notturne.

    Si è inoltre rilevata la mancanza del Regolamento per la partecipazione popolare previsto dall’art. 64 dello Statuto Comunale, offrendo la collaborazione del Comitato per la sua redazione, proposta accolta dal Sindaco.

    Il Sindaco ha lamentato che da parte del Comitato si sia parlato di degrado ma ha dimostrato comprensione per quanto attiene al problema dell’inquinamento acustico, affermando che non si ripeteranno gli abusi dell’estate scorsa, dovuti anche alla insufficiente presenza della Polizia Municipale per carenze di bilancio. Ha affermato di avere preso gli opportuni contatti con l’ARPAL per i necessari accertamenti, al fine di intervenire nei confronti dei contravventori.

    Circa il problema dei depositi dei rifiuti nelle cosiddette isole ecologiche di corso Roma, nel corpo della Passeggiata, a ridosso dei dehors, ha precisato che, essendo in corso il nuovo appalto, non è pensabile un intervento entro l’anno, rilevando comunque le difficoltà di attuare i cambiamenti ( eliminazione dei settori di raccolta su corso Roma e istituzione della raccolta “porta a porta” per gli esercizi commerciali) proposti dal Comitato, peraltro da ridiscutere con il futuro gestore del servizio.

    Per quanto attiene alla “diga soffolta” e alla situazione del fondo marino nella zona centrale di balneazione, ha dichiarato che il progetto esiste già ma non se ne potrà ancora prevedere l’attuazione per la prossima estate.

    In merito al ripristino dell’isola pedonale estiva in corso Roma (ore serali), l’Amministrazione ritiene che la maggioranza della popolazione sia contraria, non si oppone però ad effettuare un sondaggio.

    I rappresentanti del Comitato hanno posto in rilievo la violazione delle fondamentali normative antiinquinamento acustico anche negli spazi gestiti dal Comune (“Orto Maccagli” e “Giardino del Principe”), sia in relazione ai volumi, sia in relazione agli orari, avendo ricevuto numerose sollecitazioni dagli abitanti delle zone interessate dal grave disturbo, aderenti e non aderenti al Comitato.

    Si è precisato che, dopo la doverosa presentazione effettuata, il Comitato provvederà alle istanze, denunce ed esposti, ai sensi di legge, per la formalizzazione delle posizioni del proprio programma e delle relative richieste all’Amministrazione comunale e alle altre Autorità aventi competenza, o comunque interessate ai temi e ai problemi in discussione, pur restando, evidentemente, il Comune suo principale interlocutore.

    L’incontro, mantenuto in termini cordiali, ha posto le basi per dar corso al programma del Comitato anche sotto l’aspetto propositivo che ne ha connotato la costituzione.

    In data 12 febbraio u.s., è stato protocollato in Comune il primo esposto relativo ai problemi dell’inquinamento acustico, con la denuncia degli esercizi e delle attività fonti di inquinamento e con la richiesta dei provvedimenti relativi di competenza dell’Amministrazione. L’esposto è in corso di trasmissione anche alle Autorità locali di P.S. nonché agli assessorati regionali al Turismo, all’Ambiente e alla Salute, per l’opportuna conoscenza e gli eventuali interventi.

    

Stefano Carrara Sutour


Avatar

Carrara

Torna in alto