Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

‘Il porco al lavoro’, storia di una cronista precaria tra mobbing e molestie

GIORNALISTI: OLTRE 50MILA VISITE PER IL BLOG ‘IL PORCO AL LAVORO”. RACCONTA LA STORIA DI UNA CRONISTA PRECARIA, CHE PER DUE ANNI E MEZZO HA VISSUTO LA QUOTIDIANITÀ DEL MOBBING E DELLE MOLESTIE SESSUALI SUL LAVORO. 

Hanno superato in pochi giorni quota 50mila (50.236 alle 13.37) le visite totalizzate dal blog ‘Il porco al lavoro” (http://ilporcoallavoro.com)  che racconta la storia di Olga, «giornalista precaria che per due anni e mezzo ha vissuto la quotidianità del mobbing e delle molestie sessuali sul lavoro», in una redazione. Lo comunica l’autrice, che mantiene l’anonimato (si firma O.) per ovvi motivi, in una nota.

La storia di O. «è quella di tante altre donne: a 842mila donne, ricorda, è stato chiesto sesso per un posto di lavoro o per un avanzamento di carriera, secondo le stime dell’Istat. Una realtà difficile da raccontare e che rappresenta un vero e proprio tabù, soprattutto nell’ambito dei media».

Il blog «accompagna le lettrici e i lettori dentro i meccanismi sociali e psicologici che stanno alla base della violenza sul lavoro. Un tema che anche sul blog ha scatenato un dibattito acceso. Il racconto si svolge a puntate. Se non capite che cosa sta succedendo, provate a cominciare dal primo post, pubblicato lo scorso 24 luglio». (Adnkronos)

Avatar

Trucioli

Torna in alto