Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Marcello Zinola: ‘diffamazione, era giusto scioperare, no all’elemosina di chi ci odia’

Associazione Ligure dei Giornalisti. Il Segretario Marcello Zinola dichiara: diffamazione era giusto scioperare, no all’elemosina di chi ci odia.

La sospensione dello sciopero contro le decisioni sui provvedimenti per le norme sulla diffamazione ha creato rabbia e sconcerto. A fronte di decisioni che sono rappresentative di una vendetta contro i giornalisti, espressa trasversalmente da una classe politica agli sgoccioli del suo mandato parlamentare. Presidi e fiaccolate tengono certamente alta l’attenzione ma lo sciopero non era da rinviare. Aspettare ripensamenti da chi ha voluto vendicarsi, dietro il paravento del voto segreto, sui giornalisti e’ sbagliato. Noi dobbiamo avere, come sempre, sino in fondo il coraggio delle nostre azioni cosa che altri non hanno. Non chiediamo il salvacondotto per chi sbaglia e lo fa anche in modo doloso, ma regole e sanzioni che non siano, uniche in europa, il carcere o le intimidazioni. Vale per i politici, il mondo dello sport e dell’economia e per chi manifesta in piazza spesso scegliendo i giornalisti come obiettivo da colpire. Dalla piazza dove 11
anni fa, al G8, i media dimostrarono di sapere raccontare tutto di tutti e quanto accadde prima, durante e dopo quelle giornate, ci saremmo aspettati altre decisioni.

Marcello Zinola
Segretario associazione ligure dei giornalisti

Avatar

Trucioli

Torna in alto