Numero visualizzazioni articolo: 1.926

Savona/ Posti di lavoro? Sbalorditive corbellerie scritte nel Puc. Omesso mea culpa dei ‘soliti’ industriali e politici

Leggo il resoconto dell’incontro all’Unione Industriali sullo stato dell’economia di Savona e scopro che la colpa della situazione negativa è della burocrazia, della crisi mondiale, di Monti che non ha proseguito come aveva iniziato, delle tasse troppo alte, dei sindacati. (Leggi anche il Post Scriptum)

Ma nessuno ha trovato delle colpe per i savonesi.

Invece un minimo di mea culpa era doveroso, da parte di industriali e politici. Perché non ricordare la storia OMSAV, unica metalmeccanica di precisione a filo di banchina del Mediterraneo e quindi con un grande potenziale di mercato (per centinaia di lavoratori), portata al fallimento (con il suo indotto) per costruire al suo posto le ben più redditizie residenze, o la sottrazione ai fini produttivi dell’ultima area disponibile, quella della Metalmetron, per costruire un centro commerciale, anziché un’area artigianale e industriale come ne sono sorte a Cuneo, Alba ecc.?

Perché gli industriali non hanno espresso alcuna critica al PUC che aboliva tutte le aree per l’industria per destinarle alla residenza? Perché il porto ha insensatamente investito immense quantità di soldi su una materia prima scomparsa come il carbone e su infrastrutture inutili e costose (tunnel di accesso al porto) anziché su traffici a maggiore valore aggiunto (es. impianti)?

Se poi usciamo dall’aspetto strettamente industriale il mea culpa dei politici avrebbe potuto affrontare i temi relativi all’eccesso di centri commerciali collocati in area urbana, con conseguente crisi del commercio tradizionale, il tema dell’accoglienza (due ostelli della gioventù chiusi), il tema del bosco che invece di essere una risorsa occupazionale importante (come altrove in Italia) è una minaccia per le future alluvioni, ecc.

Perché non approfittare queste occasioni per fare un passo in avanti invece di piangersi addosso ed assolversi e quindi fare un ulteriore passo indietro?

Roberto Cuneo

Post Scriptum – Anche nel Documento degli Obiettivi del Puc, a pag. 44-45, c’è scritto che Savona produce più posti di lavoro di quanti ne occorrano. per avvolorare questa sbalorditiva affermazione (servita per spostare l’area Metalmetron da produttiva a servizi commerciali, con conseguente aumento del valore per l’intermediario dell’acquisto dell’area) è riportato un calcolo sballato. 25 mila posti di lavoro per 62 mila abitanti che non tiene conto del fatto che molti dei posti di lavoro di Savona sono occupati da pendolari ( 6 mila che entrano e 1000 che escono).  La frase è di Aglietto (e di tutto il Consiglio comunale che bocciò la mia richiesta di correzione) e confermato poi da Di Tullio e Gaggero.

Condividi!
    Print Friendly and PDF

    collabora

    collabora

    Segnalazioni e consigli

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Oggetto

    Il tuo messaggio

    Archivio Articoli

    Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su Accetta Più info

    Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. Ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 D. Lgs. n. 196/2003 si rende noto quanto segue: I Suoi dati saranno trattati nel pieno rispetto delle disposizioni vigenti soltanto dagli autorizzati, esclusivamente per dare corso all’invio della newsletter e informarla sulle novità editoriali del settimanale. Il conferimento dei dati ha natura obbligatoria e autorizza al trattamento in relazione alla sola finalità sopra esposta. Il rifiuto di fornire tali dati comporterà l’impossibilità di inoltrarle via e-mail le informazioni relative alle notizie riportate da: Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. I Suoi dati non saranno comunicati a terzi, né diffusi. Lei potrà rivolgersi in qualunque momento al Servizio newsletter attraverso l’indirizzo Blog@trucioli.it per esercitare i diritti previsti dall’art. 7 del D.lgs 196/03. I dati sono trattati elettronicamente, in modo da garantirne la sicurezza e la riservatezza, e sono conservati presso il’archivio di trucioli.it Nel rispetto del art. 7 della legge di cui sopra ti informiamo che puoi modificare o rimuovere completamente i tuoi dati scrivendo a blog@trucioli.it.

    Chiudi