Numero visualizzazioni articolo: 606

Loano lettere / Quel vigile trasferito…
E il codice della legalità del Comune vieta…

Spettabile trucioli.it, scrivo per esprimere una mia semplice testimonianza sul vigile Massimiliano Zunino , credo 22 anni di servizio. E’ uno dei pochi vigili urbani che, a mio modesto parere, pare abbia a cuore l’interesse della collettività. Sempre stato disponibile con tutti o quasi e, quando non ha avuto le mani legate, ha sempre agito anche contro i personaggi scomodi. Quando il comandante – dirigente Soro  decise di fare iniziare lo ztl (zona traffico limitato) all’altezza delle Cappe Turchine, forse solo per creare problemi a chi (in causa contro il Comune perchè stiamo cercando di tutelare la nostra proprietà privata…), permettendo a chiunque di posteggiare davanti ai portoni delle nostre abitazioni, il vigile Zunino si battè ed ottenne che il varco fosse spostato all’inizio di campo Cadorna.

La segnaletica stradale davanti alla Pizzeria- discoteca Marinella venne ridisegnata per merito suo affinché anche i veicoli dei proprietari del locale non posteggiassero in centro strada… mentre oggi che nessuno controlla, siamo tornati al caos con tanto di pericolo visto che la curva lì è cieca… Quando ultimamente mi lamentai con un vigile che le auto posteggiavano sulle aree riservate alle moto proprio davanti al locale ed in mezzo alla strada mi  si rispose: “l’importante è che si passi”:Poi, forse notando che avevo scelto di seguirlo per verificare il suo comportamento, decise di andare in zona…

e- mail firmata

Lettera n. 2 Alla direzione di trucioli.it. Sicuramente mi sbaglierò, ma non sarebbe male verificare il bando ufficiale per controllare a quale cifra il Comune di Loano ha assegnato il servizio della Nettezza Urbana. Ovvero: la nuova società incasserà più di quanto risultante in questo documento (società che tra l’altro non si occuperà del verde pubblico oramai moribondo…) per cui potremmo pagare di meno o invece incasserà di meno per cui ogni anno il Comune accumulerà debito non avendo previsto correttamente il gettito? Tra l’altro, tutte le spese di comunicazione sul servizio di raccolta rifiuti sono rimaste in carico al Comune. Ovvero decine e decine di migliaia di euro che, secondo me, avrebbe dovuto pagare la società vincitrice che gestirà il servizio. Tutte le determine  sono leggibili sul sito del Comune di Loano, ma a quanto pare non interessano ai giornalisti della cronaca locale…

e- mail firmata

LOANO HA VARATO IL CODICE DELLA LEGALITA’ –  AI DIPENDENTI COMUNALI VIETATO ‘PARLARE’ CON I CRONISTI

LEGGI IL CODICE DELLA LEGALITA’……

ARTICOLO 8 – COMPORTAMENTO NEI RAPPORTI TRA PRIVATI

(riferimento: art. 10, DPR n. 62/2013 – Codice generale)

1. Oltre a quanto previsto dall’art. 10 del codice generale, il dipendente:

a) osserva scrupolosamente il segreto d’ufficio;

b) non divulga informazioni, di qualsiasi tipo, di cui sia a conoscenza per ragioni d’ufficio;

c) non esprime giudizi o apprezzamenti, di nessun tipo, riguardo all’attività dell’ente e con

riferimento a qualsiasi ambito;

d) non pubblica, sotto qualsiasi forma, sulla rete internet (forum, blog, social network, ecc.)

dichiarazioni inerenti l’attività lavorativa, indipendentemente dal contenuto, se esse siano

riconducibili, in via diretta o indiretta, all’ente;

e) non assume qualsiasi altro tipo di comportamento che possa ledere l’immagine

dell’amministrazione.

Semplice annotazione del vecchio cronista, peraltro non degno di collaborazione dell’ufficio stampa del Comune, adeguatamente pagato con il denaro dei contribuenti. Chi darà le informazione – parliamo del corpo di polizia municipale – quando i vigili intervengono su incidenti stradali, fatti di cronaca di giornata ? Difficile immaginare che non si legga più nulla da Loano.  E se per un articolo di ‘bianca’ è opportuna una verifica,  il dirigente del settore tiene la bocca cucita, pur senza rivelare segreti inconfessabili? E’ autorizzato soltanto il sindaco o l’assessore, oppure bisogna avere il loro benestare ? E’ probabile che siamo di fronte ad un rinnovamento della trasparenza che sfugge a chi fa informazione da quasi 50 anni. I tempi cambiano, importante che non si faccia uno strumento di ‘censura’ e arbitrio dove si celano interessi personali o di potere. Anche a Loano, forse, non si sente il bisogno di ‘bocche cucite’.

 

Condividi!
    Print Friendly and PDF

    collabora

    collabora

    Segnalazioni e consigli

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Oggetto

    Il tuo messaggio

    Archivio Articoli

    Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su “accetta Più info

    Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. Ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 D. Lgs. n. 196/2003 si rende noto quanto segue: I Suoi dati saranno trattati nel pieno rispetto delle disposizioni vigenti soltanto dagli autorizzati, esclusivamente per dare corso all’invio della newsletter e informarla sulle novità editoriali del settimanale. Il conferimento dei dati ha natura obbligatoria e autorizza al trattamento in relazione alla sola finalità sopra esposta. Il rifiuto di fornire tali dati comporterà l’impossibilità di inoltrarle via e-mail le informazioni relative alle notizie riportate da: Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. I Suoi dati non saranno comunicati a terzi, né diffusi. Lei potrà rivolgersi in qualunque momento al Servizio newsletter attraverso l’indirizzo Blog@trucioli.it per esercitare i diritti previsti dall’art. 7 del D.lgs 196/03. I dati sono trattati elettronicamente, in modo da garantirne la sicurezza e la riservatezza, e sono conservati presso il’archivio di trucioli.it Nel rispetto del art. 7 della legge di cui sopra ti informiamo che puoi modificare o rimuovere completamente i tuoi dati scrivendo a blog@trucioli.it.

    Chiudi