Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Imperia, ex ferriere. Sindaco Scajola che combini? Io onegliese di nascita…

Ma cosa combina il sindaco di Imperia Claudio Scajola? In questi giorni ho firmato una petizione popolare per impedire l’abbattimento della più alta delle ciminiere dell’ex ferriere di Imperia.

di Danilo Bruno

Il comune con sindaco Scajola intende realizzare un polo commerciale e abitativo al posto degli antichi ruderi dell’ILVA con l’abbattimento, giustificato da ragioni di sicurezza, di una delle tre antiche ciminiere.
Qui, da persona nata a Oneglia ma ivi non più residente da trentacinque anni, mi sorgono due domande da porre al Sindaco Scajola ( oggi solo Sindaco ma un tempo uomo di grande importanza nella politica nazionale della destra italiana e nelle stanze del massimo potere anche da ex ministro dell’Interno e tanto altro).
La prima investe la politica economica, che è stata portata avanti in questi decenni: si parla infatti molto di Dieta Mediterranea ma in realtà Imperia non ha più ( o meglio non ha mai avuto) un porto commerciale, degno di questo nome e tutte le aziende alimentari più grandi ( esclusa i Carli) sono state cedute, chiuse o trasferite (Olea, Sairo, Sasso, Agnesi) mentre la città puntava tutto su un terziario improduttivo e senza speranza per le future generazioni. O mi sbaglio?
La seconda questione porta invece a chiedere al Sindaco perché tenti sempre di abbattere ogni struttura di archeologia industriale come era già capitato anni fa con la ex Sairo?
La città infatti pare vivere con piccole attività olearie ma immemore della sua tradizione culturale e industriale, su cui mi è capitato di scrivere molto negli anni passati ma che pare forse non interessare al Sindaco Scajola e alla sua Giunta di destra.
Danilo Bruno

Avatar

Danilo Bruno

Torna in alto