Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Loano: ‘Cinema in spiaggia’. 2/’Città delle Miss’. 3/Protocollo d’intesa contro la ‘criminalità diffusa e illegalità’. Con Questura e Comune di Finale. 4/ ‘Pronto intervento’ contro accattoni molesti

Le notizie da Palazzo Doria sede del Municipio non già attraverso l’Ufficio Stampa del Comune (che su ordine di….) ha escluso il blog trucioli.it e fa ‘piangere’ l’unico giornalista professionista operativo della città, bensì attraverso la lettura delle delibere e determine dirigenziali. E ancora, pagina Facebook del sindaco e ‘comunicati stampa’ della minoranza consiliare. Buona lettura.

LOANO EVENTO ‘CINEMA IN SPIAGGIA’ affidato alla ditta DIESIS SOC. COOPERATIVA di Bagnolo in Piano (RE) per la somma offerta di 14.400,00 oltre IVA e così per complessivi 17.568,00.

LOANO LOTTA ALLA CRIMINALITA’ E ILLEGALITA’ DIFFUSA SUL TERRITORIO. Delibera giunta comunale (presenti Lettieri, Bocchio, Zunino e Zaccaria, assenti assessori Rocca e Burastero)…..”….Tenuto conto che i fenomeni di criminalità e illegalità diffusa sul territorio incidono sull’esigenza di sicurezza urbana
dei
cittadini, in particolare rispetto ai bisogni relativi alla qualità della vita nelle città e alla possibilità di pieno godimento degli spazi dove si svolgono le attività umane e si formano i rapporti sociali;
il fenomeno della violenza esercitata contro le fasce deboli si configura come un problema di
ampia
rilevanza sociale, suscitando diffuso allarme e insicurezza anche per la comunità locale;
DATO
ATTO che il Comune di Loano, sin dal 2009, ha fatto della contaminazione tra discipline e della trasversalità delle azioni la caratteristica essenziale dei progetti di sicurezza urbana inseriti nel Piano Esecutivo di Gestione per il settore della Polizia Locale, i quali sono sempre redatti in ottica di rete e multidisciplinarietà;
CONSIDERATO
che il Comune di Loano ha impiegato nuove risorse per i propri servizi di Polizia Locale, in particolare, l’aumento del personale, il potenziamento del sistema di videosorveglianza territoriale e in associazione con il Comune di Finale Ligure la dotazione di un’unità cinofila, il distacco funzionale di un agente di Polizia Locale presso la Procura della Repubblica del Tribunale di Savona, per la trattazione dei procedimenti penali relativi ai reati del Codice Rosso;
RILEVATO
che, per garantire la Sicurezza Urbana, le suddette risorse, sovente, sono state
condivise
a vantaggio di un sistema complessivo di sicurezza, all’interno del quale rientra la
risalente
collaborazione con la Questura di Savona; DATO ATTO che:  i Comuni di Loano e Finale Ligure cooperano fra di loro per la gestione associata della Polizia Locale in virtù della sottoscrizione di una convenzione a far data dal 06.09.2021; il Comune di Loano ha già sperimento, anche in ambito associativo e nelle materie di cui sopra, iniziative volte alla sottoscrizione di specifiche Intese con diverse Istituzioni pubbliche; sussiste specifica volontà ed interesse del Comune di Loano per il coordinamento in oggetto, che costituirà un’occasione di arricchimento professionale per gli appartenenti al Corpo di Polizia Locale impiegato;
PRESO
ATTO che il Protocollo d’Intesa persegue il massimo raccordo tra la Questura di Savona e l’Associazione delle Polizie Locali di Finale Ligure e Loano nello svolgimento dell’attività di Polizia Giudiziaria nell’ambito della criminalità diffusa, predatoria e di contrasto alla violenza di genere…DI APPROVARE i contenuti di cui alla presente deliberazione, nonché la bozza del Protocollo d’Intesa tra Prefettura di Savona, Questura di Savona, il Comune di Loano e Finale Ligure, allegato alla presente deliberazione, per costituirne parte integrante e sostanziale, che verrà sottoposto all’attenzione della Prefettura affinchè ottenga l’omologa ministeriale. Il testo approvato dal Ministero degli Interni sarà sottoscritto da tutti gli Enti coinvolti per contribuire ad innalzare i livelli di sicurezza della comunità locale. Si autorizza fin d’ora il Sindaco a sottoscrivere il testo anche qualora il Ministero degli Interni proponga modifiche che non modificano la sostanza dell’intesa.

ECCO IL ‘PRONTO INTERVENTO’ ANCHE PER ACCATTONI MOLESTI

Dalla pagina Facebook del sindaco Lettieri- Servizi di controllo per contrastare l’accattonaggio molesto.📞 In caso necessità chiama la centrale operativa al numero 𝟬𝟭𝟵 𝟵𝟯𝟳𝟵𝟰𝟰𝟰
#PLLoano #noicisiamo #inservizioperAiutarvi

COMMENTI UTILI DI CITTADINI – Se non è molesto, va bene?…Se nessuno dà …..Nessuno chiede ….o sbaglio…I rumeni davanti a banca supermercato e chiesa ci stanno sempre, ma non è vietato chiedere l’elemosina nel territorio comunale?

APPALTO PER IL TAGLIO DI AREE VERDI – Determina dirigenziale-…..con determinazione dirigenziale Area 3 n. 442 del 26/05/2021 il servizio di taglio dell’erba presso alcune aree verdi pubbliche lotto 3) per il periodo 2021/2022 è stato affidato alla ditta Pastorino Matteo di Loano (SV) per l’importo di
26.393,40
oltre IVA al 22% solo per l’anno 2022 e così per un totale di 28.933,78;
che il suddetto servizio viene a scadere in data 31/05/2022 e pertanto si è proceduto con buono d’ordine n. 189 del 05/05/2022 ad estendere il servizio mediante affidamento diretto alla ditta Pastorino Matteo di Loano (SV) fino al 30/06/2022 per permettere l’espletamento della nuova gara;
con determinazione dirigenziale Area 3 n. 462 del 03/06/2021 il servizio di manutenzione di
alcune
delle siepi presenti nelle aree verdi pubbliche per l’anno 2021-2022 è stato affidato alla
ditta
Azienda Agricola Rovea Marco di San Bartolomeo al Mare (IM)  per l’importo di 17.213,11 oltre IVA al 22% e così per un totale di21.000,01;
che il suddetto servizio viene a scadere in data 30/06/2022;.DI
ATTIVARE la gara aperta sul Me.Pa. mediante RDO con aggiudicazione secondo il criterio del minor prezzo per l’affidamento del servizio di manutenzione del verde (taglio erba e potatura siepi) presso alcune aree pubbliche fino al 31/12/2022 a ridotto impatto ambientale per un importo di euro 34.765,00 oltre IVA al 22% per euro 7.648,30 e così per complessivi euro 42.413,30;….

Riceviamo e doverosamente pubblichiamo-

LA CONSIGLIERA DI ‘NUOVA GRANDE LOANO FRANCESCA’ MUNEROL rappresenta Loano durante il ‘Viaggio della Memoria’ nei campi di concentramento.

Come ogni anno l’ANED (Associazione nazionale ex-deportati) ha organizzato il Viaggio della Memoria, tre giorni dedicati alla visita dei campi di concentramento di Mauthausen, Gusen ed Ebensee, con una cerimonia internazionale volta a ricordare tutti coloro che lì trovarono sofferenza, umiliazione e morte.

Tre giorni di raccoglimento e riflessione nei luoghi simbolo di uno dei capitoli peggiori della storia moderna, in cui odio e atrocità hanno preso il sopravvento su tutti i valori che il genere umano dovrebbe difendere. Grazie a chi, sopravvissuto a tanto orrore, mantiene vivo il ricordo di quel genocidio anche con le proprie testimonianze, e grazie a coloro che sentono la responsabilità di non far mai calare il silenzio su tale tragedia, la memoria dell’Olocausto vigila sulle nostre coscienze, come un monito.

Purtroppo non il primo genocidio, purtroppo non l’ultimo, ma una ferita ancora aperta che deve farci capire quanto siano fragili la libertà, l’uguaglianza, il rispetto, la tolleranza, e quanto forte debba essere il nostro impegno per difenderli.

Non è la prima volta che partecipo al ‘Viaggio della Memoria’ – dichiara la consigliera di Nuova Grande Loano Francesca MunerolEd è sempre un momento intenso, un pugno allo stomaco. Incredulità per quanto l’Uomo possa essere feroce, per l’assurdità dell’idea di superiorità razziale, sgomento per l’esistenza stessa di una parola come “sterminio”. “Quest’anno” – prosegue – “ ho anche avuto l’onore, per il mio ruolo istituzionale, di rappresentare Loano in una circostanza così importante. Questo mi ha fatto sentire ancora più potente la responsabilità che ho non solo come essere umano, ma anche come parte delle istituzioni, nell’impegnarmi per avere un ruolo migliorativo nella società”.

Di seguito riportiamo il discorso fatto da Francesca Munerol, parole che meritano sicuramente di essere lette con attenzione. Come ci ricordano questi posti, è un errore pensare che l’intolleranza, il pregiudizio e la persecuzione si possano limitare solo a quanto accaduto. In questi posti è stato sperimentato il male assoluto, certamente, ma inevitabilmente non si ferma qui, come dimostrano le pulizie etniche e religiose delle minoranze in diversi luoghi del mondo. Le Istituzioni, di cui faccio parte, devono fare la loro parte. È una funzione indelegabile. Vanno allora usate le parole giuste, bilanciate, accorte pubblicamente, perché la parola violenta può essere un’arma potentissima e fare disastri impensabili. Vanno celebrate le dovute ricorrenze, le dati significative di tutto questo male assoluto, affinché i ragazzi sappiamo e prendano coscienza e gli adulti ricordino d tramandino. Le Istituzioni devono prendere sul serio i racconti della deportazione e farne occasione di discussione e di memoria.

Come fatto per Aldo Marostica, loanese che ha vissuto tutto questo e che mi ha accompagnata per la prima volta in questo viaggio.  Per mano, come un nonno con una nipote. Sono felice che oggi ci siano la figlia ed il genero, a cui va il mio affetto sincero di concittadina. Tutta la mia gratitudine all’ANED Savona, che ha combattuto a fianco dei famigliari per ottenere che a Loano, vicino al monumento che ricorda i valori fondanti la nostra costituzione, ci sia la targa che ricorda Aldo. Il giorno della memoria è l’occasione per ricordare le vittime, restituire loro la vita che fu loro sottratta a partire dal nome, ma soprattutto per evidenziare la permanenza nella nostra società e nel nostro tempo di idee, atteggiamenti, comportamenti e progetti che ancora evidenziano pregiudizio e intolleranza. Diluiti nell’indistinto mare del web, incontriamo spesso queste presenze: la frequenza e i contesti nei quali appaiono possono indurre ad una banalizzazione e progressivamente assuefazione.

INDIFFERENZA è la parola chiave che compare al Museo della Shoah al Binario 21 di Milano.

INDIFFERENZA è il nemico da combattere, anche tra le Istituzioni. Non lasciamoci soli, non giriamo di nuovo la testa, non creiamo le condizioni che ci porteranno poi a dire “dove è finito il compagno di banco, l’insegnante, il negoziante, il vicino di casa che abbiamo visto traslocare”. Come si chiedevano i nostri nonni nel 1939 e negli anni successivi.  E’ un dovere delle Istituzioni della Repubblica, dell’Unione Europea, ma è un dovere di ciascuno di noi contrastare il pregiudizio e la banalizzazione contro ogni totalitarismo. Io, come rappresentante del mio Comune, ci sono. Voi, come cittadini. Partiamo da questo meraviglioso incontro, insieme.

LOANO DALLA PAGINA FACEBOOK DEL SINDACO LETTIERI

Madre Francesca Rubatto è santa della Chiesa Cattolica.

Don Claudio Chiozzi ha rappresentato le tre parrocchie loanesi

Una grande emozione sentire in piazza San Pietro il suo nome insieme a quello della nostra città. Un’esperienza straordinaria che ho potuto condividere con Don Claudio Chiozzi, in rappresentanza delle parrocchie Loanesi, l’assessore Enrica Rocca, la consigliera comunale Linda Baracco e le nostre concittadine Stefania Franchelli e Gianna Baldassa. E con il sindaco di Carmagnola città natale della santa.

Sabato prossimo alle 18:00 in piazza Italia, santa messa di ringraziamento.

Commenti- Giovanna Margiaria– Bravo Luca! Oggi bella giornata!! Ho pregato anche per voi. Loano è sicuramente  fiera di questa canonizzazione.

LOANO GRAZIE ALLA ‘VECCHIA LOANO’ CITTA’ DELLE MISS

CON ‘L’INASPETTATO TI ASPETTA’- SELEZIONE ‘MISS ITALIA’

Primo casting Miss Italia Liguria 2022 🤙😎 #vecchialoano #missitalialiguria #loano #CDH #liguria #lamialiguria #evento #fashion #miss #shooting

‘NUOVA LOANO’, IL SINDACO LETTIERI, PROMESSE ‘CITTA’ PULITA’ 

COMUNICATO STAMPA – Invece accade che le aree ecologiche…. Apprendiamo con stupore e preoccupazione che secondo il Sindaco Luca Lettieri perchè un servizio possa dirsi “pubblico”, ed essere quindi mantenuto in funzione da parte del Comune di Loano, questo deve servire in modo uguale tutta la popolazione loanese, indipendentemente dalle diverse situazioni.

Stupore perchè in un periodo di difficoltà economica e sociale come questa, tutto ci saremmo aspettati tranne un intervento così divisivo, che ha il probabile obbiettivo di mettere gli uni contro gli altri i cittadini della stessa città, un “dividi et impera” che non tiene evidentemente conto dello stretto legame di solidarietà che è uno dei punti di forza di noi Loanesi.

Preoccupazione perchè ci chiediamo quali saranno i prossimi costi che il Sindaco Lettieri riterrà di dover addebitare ad una parte della popolazione solo perchè non interessa altri: le aree ecologiche create per gli abitanti del centro storico non le hanno forse pagate – tra i tanti – anche i residenti Verzini o dei Meceti, con le loro imposte, pur non potendole utilizzare? Secondo il pericoloso principio enunciato dal Sindaco Lettieri, avrebbero forse dovuto pagarle solo i loanesi “dalla ferrovia in giù”? Ci dobbiamo aspettare che tra qualche mese spunti un’ordinanza che obblighi i loanesi “del centro” a riverniciarle a loro spese?

Senza contare che l’onere di ospitare cassonetti spesso maleodoranti all’interno dei cortili condominiali privati è stata una scelta attuata dall’amministrazione comunale stessa, per avvantaggiare non i proprietari dei cortili stessi, ma l’intera collettività che in questo modo avrebbe beneficiato di una Loano meno ingombra di cassonetti lungo le strade.

Al Sindaco chiediamo di tornare immediatamente sui suoi passi, ricordando che Loano è un’unica grande comunità che non si farà facilmente dividere da chi tenta, con la retorica, di nascondere l’ovvio, e cioè che quando il Sig. Lettieri prometteva maggior pulizia senza aumento della TARI, aveva già in mente che per poterlo ottenere avrebbe dovuto tagliare sui servizi.

Avatar

Trucioli

Torna in alto