Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Lettera/ Signor sindaco di Savona ci aiuti a comprendere il ruolo di Italia Viva in giunta. Serve priorità sui grandi temi della città. Eccoli

Una buona Politica: “…La lungimiranza…”

Il  Coordinamento provinciale di Insieme

La giunta comunale di Savona con il sindaco Marco Russo

Che strano mondo è diventato il teatro della politica in questo drammatico momento, dove tutti prospettano soluzioni ai gravi problemi che stiamo vivendo. Questo enorme vuoto crea  l’illusione che nella politica ci sia spazio  per tutti coloro che hanno la verità in tasca per rivoluzionare il sistema attuale, pronti a sostituirsi a chi governa con l’autoconvinzione di essere Winston Churchill.

L’immaginazione ci consola di ciò che non possiamo essere….” W. Churchill. Ciò non significa che INSIEME rappresenti un partito migliore o peggiore degli altri, ma semplicemente diverso: libero di pensiero, senza santi protettori

L’assessore di Italia Viva avv. Barbara Pasquali

Né tanto meno legato al potere, ma con la sola ambizione di raccogliere le istanze della comunità e tentare di tradurle in atti concreti da sottoporre agli Amministratori di questa città.

Primo doveroso obbligo per la politica locale è fare chiarezza sui ruoli che rivestono gli Amministratori locali. Sarebbe auspicabile infatti che Il Sindaco aiutasse a comprendere il ruolo di Italia Viva, all’interno della sua Giunta, rappresentata dall’Assessore Barbara Pasquali, che palesemente predilige la sinistra a Savona e, nel contempo,  la destra a Genova, creando non poco imbarazzo al Palazzo di Piazza Sisto.

Andando oltre, però, e poiché  crediamo nella politica che guarda al futuro, vogliamo invitare il Sindaco a iniziare una discussione seria sui grandi temi della città, che pare non trovino spazio nel PNRR Comunale, perdendo una grande occasione: la messa in sicurezza del Letimbro e Rio Molinero, lo scempio delle ex funivie, il progetto del water front, gli investimenti in campo sportivo, per citarne solo alcuni.

Ricordiamo che una larga parte della cittadinanza non riesce ad accedere ai servizi pubblici  per l’avvento delle nuove tecnologie: il PNRR prevede ingenti investimenti per l’innovazione in tecnologie e informatizzazione dei sistemi. Il decentramento amministrativo non si fa caro “Sindaco” con la riapertura delle Circoscrizioni, ove collocare i politici di turno,  ma con la creazioni di sportelli “pubblici polifunzionali” dove il cittadino di qualsiasi età possa accedere fruendo del servizio di cui necessita, senza sentirsi a disagio o fuori dal tempo.

Vogliamo poi parlare di Sanità e di quali scelte  l’Amministrazione ha intenzione di mettere in campo: le idee progettuali, le collaborazioni, la qualificazione dei presidi e delle strutture ospedaliere nonché  la loro  programmazione e la loro distribuzione sul territorio ligure e provinciale.

Siamo certi che questo si aspetta la cittadinanza: progetti di crescita  in grado di cogliere l’opportunità offerta dai  finanziamenti dedicati dal PNRR – ove può trovare spazio  una progettualità di alto livello, ma che richiede nel contempo, una grande capacità programmatoria e  di lungimiranza,  in grado di  creare occasioni di sviluppo per la comunità.

Per concludere: “…..E’ un peccato non far niente con il pretesto che non possiamo fare tutto….” . Churchill.

( IL COORDINAMENTO PROVINCIALE DI INSIEME)

Avatar

Trucioli

Torna in alto