Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

‘Muntagnin!’ Storia segreta di un cacciatore ex operaio Ferrania e difensore Riserva Adelasia

“MUNTAGNIN”! Storia segreta di un cacciatore. Una storia vera in una biografia fantasiosa. Soprattutto il ricordo di chi è stato un personaggio dell’alta Val Bormida e del paese di Ferrania: Ezio Montano, uno dei tanti falciati dalla pandemia da Covid-19.

di Franco Zunino

Era il 12 ottobre del 2021 quando in Val Bormida si diffuse la notizia della sua dipartita. Allora scrivemmo che Ezio Montano è stato un «convinto sostenitore dell’Associazione Wilderness fin dall’epoca della sua fondazione e tra i fondatori del precedente Comitato per la salvaguardia dell’ambiente naturale delle Valli Bormida”. Operaio in pensione della ex Ferrania Films (poi 3M Italia, Imation e nuovamente Ferrania spa).

Ma soprattutto Ezio Montano è sempre stato uno strenuo difensore dei boschi della Riserva Naturalistica dell’Adelasia, per la cui salvaguardia si è battuto fin dalle sue lontane origini, quando si ottenne il nucleo iniziale di 140 ettari mediante un accordo con la ditta proprietaria.

In quegli anni fu Ezio Montano che, con un’azione “partigiana”, rischiando il licenziamento in tronco, salvò di fatto numerosi faggi secolari di un altro settore che era stato ceduto al taglio, “marchiandoli” con vernice rossa aumentando il numero di quelli che dovevano lasciarsi in piedi, e che così erano stati segnati dall’allora Corpo Forestale. Un’operazione illegittima che solo oggi si può raccontare, a suo onore! Ezio Montano, infatti, amava quei boschi come fossero i suoi, perché proprio in quei boschi era nato, in una cascina oggi abbandonata. Egli partecipò poi alla creazione della successiva Riserva Naturalistica; tanto che per molti anni successivi fu egli incaricato della gestione del centro direzionale della stessa, la famosa “Cascina Miera” (Centro di educazione ambientale e rifugio escursionistico)» oggi purtroppo trasformato in un mero e banale ristorante di campagna!

Ezio Montano è stato però anche, e per tutta la vita, un cacciatore. All’annuncio della sua morte qualcuno propose di narrarne la storia. Oggi l’Associazione Italiana per la Wilderness, grazie alla collaborazione della sede nazionale della Federazione Italiana della Caccia è lieta di annunciare che l’opera è stata edita presso Arti Grafiche DR di Cairo Montenotte. Scritta da Franco Zunino, che di Ezio Montano fu amico per tanti anni. Il libretto sarà presentato dall’autore e dai Presidenti delle associazioni Wilderness e Federcaccia (Aldo Giorgio Salvatori e Massimo Buconi) durante la fiera “Caccia Village” di Bastia Umbra (Perugia) il 14 maggio prossimo.

Chi desiderasse averne copia può contattare l’autore e/o l’Associazione Wilderness o visitare il sito dell’AIW, dove lo troverà alla pagina Editoria AIW.

Franco Zunino

                                          Segretario Generale Associazione Italiana Wilderness

Avatar

Trucioli

Torna in alto