Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Loano, una ‘panchina rossa’. Siediti e ascoltiamoci. E Basket Loano batte Virtus Genova. E vedi ‘grillo’ curioso di via Leoncavallo

“Una panchina per te, una panchina per tutte”. 8 marzo giornata internazionale della donna. Iniziativa spontanea: ritrovo ℅. “PANCHINA ROSSA” Corso Roma, Loano (SV), ore 15 – 17. Il nostro invito: siediti, ascoltiamoci.

Una giovane coppia di sposi abbandona la città distrutta e con sé porta, su una vecchia carriola, il feretro di un parente.

Dei bambini salutano dai finestrini del treno i loro papà, che con orgoglio e coraggio resteranno a difendere le loro case, la loro patria.

Una bambina di soli 4 anni abbraccia il suo peluche, piange e dice che non vuole morire.

Accanto a tutti loro donne e madri che nello sguardo hanno la disperazione di chi non ha più niente da offrire, se non il calore di un abbraccio.

Sono immagini struggenti da cui non riusciamo a liberarci.

Orrori che conosciamo anche fin troppo bene perché da sempre accompagnano i conflitti, la violenza, i soprusi delle molte guerre che dilaniano il nostro mondo.

E’ impossibile restare indifferenti, ma è ancor più necessario stringersi in un abbraccio comune che non solo testimoni il rifiuto della guerra, ma che soprattutto dia coraggio e manifesti vicinanza e solidarietà a chi quella guerra e questi orrori li sta vivendo in prima linea, sulla propria pelle.

Da questo sentire nasce spontaneamente l’iniziativa “Una panchina per te, una panchina per tutte”, che è anche un’esigenza, ovvero quella di cogliere l’ 8 marzo, Giornata internazionale della donna, come occasione per riunirsi in questo abbraccio e dare voce al nostro personalissimo coro: “Non siete sole, vi siamo vicine”.

Forse non si ricorda mai abbastanza che l’8 marzo è da sempre una giornata dedicata ai diritti di genere, e che proprio in questa giornata, a partire dai sacrifici che molte donne hanno affrontato e tuttora affrontano quotidianamente, si commemora e a volte si invoca un percorso storico, in parte compiuto, in parte ancora da compiere, di conquiste sociali oltre che politiche ed economiche.

Per ridare un senso concreto alle parole e agli appelli che spesso in questa occasione si sprecano, ecco l’idea di un incontro che parte dalle donne ma si rivolge a tutte le persone della nostra comunità che vorranno essere presenti.

Il ritrovo scelto è la “PANCHINA ROSSA” che l’Amministrazione di Loano, con grande sensibilità, ha posizionato nel palmeto di Corso Roma, vicino alla Civica Biblioteca.

Un luogo fortemente simbolico che rappresenta il vuoto lasciato da ogni donna portata via dalla violenza e che in questo caso speriamo di poter riempire della presenza di altrettante donne e persone che come noi vogliono combattere qualsiasi storia di sopruso, paura, sofferenza, denunciando qualunque violazione dei diritti umani e della libertà.

Sarà un incontro informale, un dialogo libero e aperto, contraddistinto da momenti di scambio e riflessione, letture di poesie o testi, e speriamo anche testimonianze dirette se avremo la partecipazione di donne che si occupano in prima persone di diritti civili o di sostegno e assistenza a tutte le vittime di violenza.

Non sappiamo cosa nascerà,ma siamo certe che sarà importante esserci. Anche da una piccola comunità possono nascere grandi gesti di solidarietà.

Un piccolo quaderno sarà a disposizione per la raccolta delle voci di tutti coloro che si uniranno e animeranno la nostra iniziativa.

Chiunque lo desideri potrà portare un rametto di mimosa o i colori delle bandiere dell’ Ucraina e della Pace.

Promotrici e promotori dell’iniziativa “Una panchina per te, una panchina per tutte”.

VIRTUS GENOVA 71
A.S.D. BASKET LOANO 77

Inizia bene la fase orologio per il Basket Loano che vince in trasferta contro Virtus Genova 77 a 71.
Grazie ai lavori sull’autostrada i biancorossi hanno rischiato di non arrivare in via Allende e per questo motivo la partita è iniziata alle 17:15 invece che all’orario prefissato delle 17:00.
Buon inizio per il Basket Loano che inaugurano le nuove divise e la fase orologio con una vittoria e fanno dimenticare la brutta sconfitta nella regular season nella gara di ritorno subita dalla stessa Virtus.

Primo periodo partito in sordina per il Basket Loano, dove la Virtus Basket segna 7 punti di fila ed i tiri dei loanesi si sbattono sempre sull’anello del canestro, fino a che capitan Bussone si prende la squadra sulle spalle e segna 7 punti di fila portando a metà periodo il punteggio sul 7 a 7. Finalmente i biancorossi iniziano a difendere e i cambi di coach Taverna danno i loro frutti anche in attacco, fino alla prima sirena con il punteggio in parità sul 19 a 19.

Secondo periodo inizia subito forte da ambo le squadre, ma purtroppo dopo neanche 2 minuti Capitan Bussone deve lasciare il campo per infortunio per il resto della gara. I ragazzi di coach Taverna rimangono in partita fino a quasi tutto il secondo periodo, ma la difesa inizia a fare acqua subendo un parziale di 7 punti facendo sì che il secondo periodo si chiuda sul risultato 41 a 34 per la Virtus.

Nel terzo periodo la Virtus macina punti fino a che il Basket Loano inizia a difendere a tutto campo ed inizia a recuperare palloni e soprattutto a segnare sia in contropiede che dalla lunga distanza.
A metà del periodo il sospirato sorpasso (43 a 44 al 26 minuto) riuscendo poi ad arrivare alla penultima sirena sul punteggio di 49 a 56.
Quarto periodo che sorride ai Loanesi che aumentano il divario fino al 54 a 69 per Basket Loano, ma a metà periodo su una palla recuperata e contropiede un giocatore della Virtus, cercando di recuperare il pallone cade su Giromini facendo fallo al limite dell’antisportivo infortunando il giocatore classe 98. Da quel momento la Virtus cerca di recuperare lo svantaggio difendendo prima a uomo tutto campo e grazie a qualche errore dei ponentini riesce anche nellintento, ma alla fine il tabellone recita Virtus Genova 71 Basket Loano 77.

Commento dello staff biancorosso: Una bella vittoria che fa morale e soprattutto fa ben sperare per la prossima partita contro VILLAGGIO SPORT che si giocherà domenica 13 marzo alle ore 18:30 al PALAGARASSINI, dobbiamo solo migliorare l’approccio mentale dei primi minuti gara e soprattutto gestire meglio i minuti finali.

In bocca al lupo a Capitan Busso e Giro sperando di vederli presto in campo.

IN VIA LEONCAVALLO (STABILI EX DIVIN PRIGIONIERO)

UN ‘GRILLO’ SOSTITUISCE I PONTEGGI. CHI CI RIMETTE 

Cosa accadrebbe se tutte le imprese edili che prendono in appalto lavori sulle facciate degli stabili di Loano anzichè utilizzare il tradizionale sistema dei ponteggi ricorressero al ‘grillo’ elevatore che finisce per occupare marciapiede e strada pubblica 24 ore, per giorni e mesi ? Imponendo agli automobilisti inevitabili disagi, finire in coda, con quale potenziale pericolo soprattutto per i pedoni con marciapiede ostruito. Nella zona c’è pure la chiesa parrocchiale di San Pio X. Un’arteria molto frequentata. Si è tenuto conto ?

A Loano è stato segnalato a Trucioli.it e merita di essere fotografato forse ‘caso pilota’ autorizzato in via Leoncavallo,  zona di ponente, già sede dell’ex congregazione ‘Divin Prigioniero’ e trasformato in sapiente ‘immobilificio’ che ha reso bei soldini. Fortunati loro ! La città ha perso una struttura ricettiva e religiosa. Si presume esista un’apposita ordinanza della Polizia locale, dell’assessore competente (il sindaco Lettieri).  Con quale criterio ? Assistenza ai pedoni ? Ma chi è il bravo amministratore dell’immobile al quale si deve l’innovazione ? Forse le casse comunali ci guadagno di più facendo pagare all’ingombrante ‘grillo’ l’occupazione di suolo pubblico.  Sta di fatto che qualche cittadino si è invano lamentato e rassegnato. A quando il prossimo bell’esempio ?

Il curioso parcheggio con disco orario all’incrocio di via dei Gazzi (Farmacia) con via Pascoli. E’ da un anno che resiste. Il bar non c’entra ma chi ha ideato il cartello in quella posizione occupata da dehor.

 

Avatar

Trucioli

Torna in alto