Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Villanova d’Albenga, muore caporeparto ‘no vax’ dei Vigili del fuoco. Stessa sorte (non vaccinati) ad Apricale e a Sanremo. Notizie del Secolo XIX. Il presidente Toti: la pandemia non ci ha fermato

Il Secolo XIX edizione di Imperia ha dato notizia della morte di Gianni Martini caporeparto alla caserma dei Vigili del fuoco di Villanova d’Albenga. E sul fronte ‘no vax’ altre due vittime recenti. Un professionista di 53 anni ad Apricale ed un bagnino di 48 anni di Sanremo.  Vedi anche notizia della morte di Luisa Forti, 70 anni, due figli, giornalista genovese che da inviato speciale del Secolo XIX seguiva  anche le visite a Savona e in Liguria del presidente Pertini.

ORIENTAMENTI 2022, PRESIDENTE TOTI: LA PANDEMIA NON CI HA MAI FERMATO.

DAL REACT AL CARE PER PRENDERCI CURA DEI NOSTRI RAGAZZI E DEI LORO TALENTI.

GENOVA. Dal React, reagire, a Care for your skills, prendersi cura delle proprie competenze, è questo lo slogan dell’edizione 2022 di Orientamenti con una formula che durerà tutto l’anno. La nuova edizione è stata presentata oggi in Regione alla presenza del presidente Giovanni Toti, degli assessori alla Formazione e Lavoro Ilaria Cavo e Gianni Berrino, dell’assessore alla Scuola del Comune di Genova Barbara Grosso e dei rappresentanti di Università, Ufficio Scolastico Regionale, Camere di Commercio, Enti di Formazione e ITS.
Numerose le opportunità rivolte a studenti e famiglie di tutta la Liguria che da subito possono utilizzare il nuovo portale “Orientamenti School” (www.orientamneti.regione.liguria.it ) con informazioni sull’offerta formativa post medie di tutta la regione.
Orientamenti School è anche test di orientamento negli istituti scolastici con specialisti del settore e psicologici che hanno già ricevuto oltre 700 prenotazioni dalle scuole liguri.
E in attesa di arrivare all’appuntamento del Salone previsto quest’anno dal 15 al 17 novembre ai Magazzini del Cotone al Porto Antico di Genova, Orientamenti Care fa il pieno di eventi sul territorio.
A cominciare da Orienta Tour che prenderà il via il 31 gennaio a Sanremo, in occasione del Festival della Canzone Italiana, con seminari e webinar rivolti a studenti di tutti gli ordini e gradi e alle loro famiglie e con Safer Internet Day, l’8 febbraio, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione e con Liguria Digitale, per un uso sicuro della rete. Orienta Tour proseguirà poi nel resto della Liguria e in tutta Italia con tappe previste a Torino, Firenze, Roma, Bari. E a seguire tante iniziative altre iniziative: Sailor, la nave dell’Orientamento alle professioni del mare, Summer, i laboratori estivi per i ragazzi in tutta la regione, Scienza per l’orientamento alle professioni scientifiche in collaborazione con il Festival della Scienza.
Sono cinque i testimonial di Orientamenti Care che diffonderanno il nuovo messaggio “Care for your skills – abbi cura delle tue competenze” visitando le scuole della Liguria: Ivan Ayon – Rivas, tenore peruviano di 30 anni residente a Rapallo che ha debuttato recentemente alla Scala di Milano e si è aggiudicato il successo a “Operalia” uno dei concorsi lirici più importanti al mondo svoltosi a ottobre al Bolshoi di Mosca; Pamela Di Carlo, ventenne di Savona, nominata nel 2021 alfiere della Repubblica per essersi presa cura dei più giovani nella stessa comunità in cui ha vissuto, Enzo Paci, 49enne, attore genovese, recentemente in prima serata su Rai 1 con la serie tv “Blanca”, ambientata a Genova e in Liguria; Luca Ragosa di soli 15 anni, nominato alfiere della Repubblica per avere, senza esitazione, tratto in salvo un amico a scuola, impedendogli di compiere un gesto definitivo; infine Mattia Villardita, trentenne savonese, detto “Spiderman”, nominato cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica per l’altruismo e le fantasiose iniziative a favore dei piccoli pazienti ospedalizzati.

“La pandemia non ci ha fermato – ha spiegato il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti – Oltre alla tutela fondamentale della salute abbiamo lavorato e ci siamo impegnati a fondo per garantire ai nostri ragazzi da un lato la scuola in presenza, dall’altro un sistema formativo capace di offrire una risposta articolata sul territorio. Non è un caso infatti che l’edizione 2021 di Orientamenti sia stata il primo salone dedicato alla formazione che è ritornato in presenza in Italia. L’anno scorso era React, quest’anno è Care, seguendo il filo logico in base al quale, dopo una reazione a un momento di difficoltà ci si prende cura delle proprie risorse e competenze e di quelle altrui”.
“La risposta che abbiamo ricevuto nel 2021 dal mondo scolastico, sia in presenza, sia on line con 230mila contatti in tutta l’edizione – ha sottolineato l’assessore regionale alla Formazione Ilaria Cavo – ha rafforzato la nostra convinzione di continuare a offrire un orientamento tutto l’anno in grado di intercettare e rispondere ai molteplici bisogni. Significativo il passaggio dai testimonial del 2021, giovani che hanno reagito alle loro difficoltà, a quelli messi in pista nel 2022 che prendendosi cura delle loro capacità e talenti hanno fornito un contributo fondamentale al territorio e agli altri. Con il nuovo portale Orientamenti School, per la prima volta, siamo in grado di offrire a tutti gli studenti delle scuole medie della Liguria e alle loro famiglie uno strumento per conoscere l’offerta formativa e scegliere consapevolmente il proprio percorso”.
“L’edizione 2022 di Orientamenti sarà anche l’occasione, sia per fare il punto del programma Garanzia Giovani attualmente in corso e a cui da un anno e mezzo hanno aderito migliaia di ragazzi, sia per spiegare direttamente agli studenti il programma GOL (Garanzia Occupabilità dei Lavoratori) che prenderà il via nei prossimi mesi e che interesserà anche i giovani – ha concluso l’assessore al Lavoro di Regione Liguria Gianni Berrino – Orientamenti 2021 è stato un successo e, nel solco degli ottimi risultati conseguiti, mi fa moltissimo piacere che il primo evento dell’edizione di quest’anno partirà proprio dalla mia città Sanremo”.

GENOVA, ADDIO ALLA GIORNALISTA LUISA FORTI

SEGUIVA IL PRESIDENTE PERTINI NELLE VISITE ALLA SUA SAVONA

Se n’è andata Luisa Forti, inviata di punta del Decimonono dei grandi direttori e dei grandi numeri. Puntuali e documentati i suoi servizi sulla presidenza Pertini; brillanti le sue inchieste e le sue rubriche di costume e società. Con lei scompare una parte importante della storia del Decimonono. Luisa, 70 anni, nata a Genova, era giornalista professionista dal luglio 1976. Nello stesso anno furono iscritti all’albo professionale Renzo Raffaelli (La Spezia), Ennio Remondino (Genova),  Fausto Serra (Genova),  Riccardo Sottanis (La Spezia), Roberto Basso (Arma di Taggia),  Mario Bottaro (Genova), Alessandro Chiaramonti (Savona), Sergio Del Santo (Savona).

Il presidente Pertini a Savona al seggio elettorale dove ha sempre votato in occasione di elezioni nazionali e locali. Sulla destra della foto di Salvatore Gallo (archivio Trucioli.it) l’inviata speciale del Secolo XIX Luisa Forti (con occhiali).
Avatar

Trucioli

Torna in alto