Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Stellanello, un Angelo da premio speciale. Da giornalista all’Azienda Agricola Meo Modo

Stellanello e Angelo Taranto già corrispondente del Secolo XIX. Un premio alla professionalità per una terra impervia e abbandonata, oggi curata e produttiva.Un uomo solo, una scelta di vita, tanto sacrificio e molta pazienza, un olivicoltore che ha salvato e protetto il suo territorio, a modo suo.

Angelo Taranto, laureato e una gioventù da corrispondente del Secolo XIX, poi un periodo a Parigi, infine premiato olivicoltore e vignaiolo

DA SAVONA NEWS -8 gennaio 2022 – Stellanello, Angelo Taranto vince l’ Heroic Olive Growing Award “per l’impegno e la dedizione in un contesto eroico”. Il premio a un ex giornalista, ora agricoltore, che 12 anni fa ha deciso di cambiare vita impegnandosi in un’impresa “eroica”: recuperare piante, coltivare e rendere produttive terre abbandonate.

Ha vinto lo speciale premio Heroic Olive Growing Award nell’ambito del concorso internazionale organizzato da Lodo Guide, prestigiosa pubblicazione che conduce alla scoperta di sapori, territori e imprese agricole: è Angelo Taranto, titolare dell’Azienda Agricola Meo Modo a San Damiano, frazione di Stellanello.

Nelle motivazioni si legge: “Una terra impervia e abbandonata resa, da un “eroe”, curata e produttiva. Un uomo solo, una scelta di vita, tanto sacrificio e molta pazienza, nell’attesa decennale di un olivicoltore che ha salvato, curato e che protegge il suo territorio a modo suo”.

Si è aggiudicato il premio perché si è distinto per l’impegno e la dedizione in un contesto eroico, Angelo Taranto, che si occupa della più piccola azienda agricola biologica di Italia: 600 piante di ulivo e poco più di mezzo ettaro di vigneto a Pigato. Tanti piccolissimi appezzamenti di terreno di natura complicata, territorio “eroico”, appunto, dove le lavorazioni avvengono in modo manuale, ma regalano prodotti che si distinguono per eccellenza di sapore e di qualità.

Orgoglioso di questo premio. Sono un ex giornalista, ho viaggiato molto, quindi non vengo da una tradizione agricola – racconta Taranto ai microfoni di Savonanews -. Quando ho deciso di cambiare vita, ho scelto le terre difficili di San Damiano, nel comune di Stellanello, dove viveva mia nonna.  Ho recuperato terreni abbandonati, segnati dal passaggio del fuoco, impiegato anni a recuperare piante e ricostruito i muri a secco. Un lavoro lungo, di pazienza, in qualche modo ‘coraggioso’, ma che mi sta dando tante soddisfazioni”. Maria Gramaglia

Nota di trucioli.it- Angelo è figlio del mitico ex comandante dei Vigili Urbani di Alassio, il dr. Tindaro Taranto che, dopo la pensione,  è stato anche vice pretore alla pretura di Albenga. Un personaggio preparato, moderato e scrupoloso che ha tenuto anche corsi di aggiornamento per numerosi corpi di polizia urbana soprattutto nella Liguria di Ponente

Pubblicava La Stampa con Giò Barbera il 10 settembre 2017- Per chi indossa la divisa, è lo «storico»

La consegna del ‘Bacio d’argento’

comandante di Alassio. Un esempio professionalità, esperienza ed equilibrio umano. Tindaro Taranto, per 34 anni al vertice dei vigili urbani di Alassio, ha festeggiato il compleanno negli uffici del comando. Il «comandante» Taranto ha ricevuto i massimi riconoscimenti che la sua città adottiva: Alassino d’oro (Comune) e Bacio d’argento (caffè Balzola). Aveva preso il comando, dopo aver vinto il concorso a 26 anni. Aveva esordito con il sindaco Balduzzi, poi Arduino, Sisto Pelle, Ferrando, Gaibisso, Traiano Testa, Dino Grollero, Giraldi, Schivo e ultimo Avogadro. Ha avuto i massimi gradi, e nel 1993 è stato chiamato a dirigere l’ufficio «Personale» e del Turismo. È stato nominato dirigente di struttura (nel 1973) e due anni vice segretario generale. E’ stato vice pretore onorario, col ruolo di coordinatore, nel tribunale di Albenga. [g.b.]

Lodo
𝗛𝗲𝗿𝗼𝗶𝗰 𝗚𝗿𝗼𝘄𝗶𝗻𝗴 𝗢𝗶𝗹 𝗔𝘄𝗮𝗿𝗱: 𝗜𝗟 𝗩𝗜𝗡𝗖𝗜𝗧𝗢𝗥𝗘
Il premio è stato assegnato a due aziende che si sono distinte per l’impegno e la dedizione in un contesto eroico.
MEO MODO DI ANGELO TARANTO, LIGURIA: “Una terra impervia e abbandonata resa, da un “eroe”, curata e produttiva.Un uomo solo, una scelta di vita, tanto sacrificio e molta pazienza, nell’attesa decennale di un olivicoltore che ha salvato, curato e che protegge il suo territorio, a modo suo.”
HIRPUS, CAMPANIA: “Territori di antica tradizione olivicola, dove sulle alte colline gli ulivi lottano contro una forte escursione termica ai limiti della sopravvivenza. Una giovane imprenditrice, forte dell’esempio del papà, ogni giorno vince una scommessa producendo un olio che trascina, nella purezza di un gusto forte, che esalta e rappresenta l’evoluzione dell’Irpinia, terra di ululati, terra di Hirpus.”.
Complimenti a queste due eroiche realtà
Meo Modo – azienda agricola bio, Hirpus

Camera di Commercio Riviere di Liguria è con Paolo Cassini.

L’EDIZIONE 2021 DI LODO ASSEGNA I PREMI ALLE ECCELLENZE DEGLI OLI EXTRAVERGINE D’OLIVA DI TUTTO IL MONDO
Lodo premi eccellenze
Paolo Cassini Isolabona Im
Meo modo Stellanello Sv Meo Modo – azienda agricola bio
L’Orciolo d’Oro.
Avatar

Trucioli

Torna in alto