Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Borghetto S. Spirito, il Comune adotta 2 nuove Carte di Qualità: Ufficio Tributi e Asilo Nido. E progetto molo di 80 metri per diportisti

Dopo i Servizi Cimiteriali  due nuove Carte di Qualità dei Servizi forniti dall’Asilo Nido e dall’Ufficio Tributi Comunali. Anche queste ultime due con il benestare di Assoutenti. Altre novità borghettine a pochi mesi dalla sfida elettorale: co-working per far risorgere le attività commerciali e progetto di un nuovo pontile nella cittadina che offre anche un approdo turistico privato seppure in amministrazione controllata di un commissario designato dal tribunale fallimentare.

Ricorda un comunicato stampa: “Le Carte di Qualità dei Servizi sono uno strumento imprescindibile, oltreché obbligatorio in alcuni contesti, per regolamentare in maniera chiara e certa i rapporti tra Pubblica Amministrazione e cittadini.  Se da una parte forniscono strumenti di salvaguardia per gli utenti che hanno diritto di ricevere servizi con un determinato standard qualitativo e spesso si trovano disarmati davanti al muro della burocrazia dall’altro tutelano le pubbliche amministrazioni che alcune volte sono vittime di lamentele faziose e prive di fondamento volte a screditare l’amministrazione di turno per interessi di bottega”
“Il Comune di Borghetto-  afferma il sindaco Giancarlo Canepa – ha sempre avuto una particolare sensibilità sull’argomento ed è per questo che nel corso del 2021 abbiamo voluto adottare, tramite delibere di Giunta, due nuove Carte di Qualità dei Servizi in due settori in cui i rapporti con l’utenza meritano un’attenzione ancora maggiore.  Infatti abbiamo adottato la Carta dei Servizi forniti dall’Asilo Nido e la Carta dei Servizi dell’Ufficio Tributi Comunali che si vanno a sommare a quella per i Servizi Cimiteriali. In passato, quando il servizio veniva svolto direttamente dal Comune, erano state adottate anche la Carta dei Servizi dell’acquedotto e della raccolta RSU.”
Entrambe le carte hanno avuto il benestare dell’Assoutenti che si è posta anche come parte attiva proponendo emendamenti e migliorie.
“Ringrazio i responsabili dell’Ufficio Tributi e dell’area Servizi al Cittadino che, nonostante i carichi di lavoro e le difficoltà legate alla pandemia si sono dedicate alla redazione di questi importanti documenti. La sottovalutazione del tema della comunicazione all’utenza non è accettabile per un’amministrazione come la nostra che si vuol porre a disposizione e non in contrapposizione ai cittadini. Per questo motivo mi farò personalmente carico di promuovere l’adozione di questi strumenti di garanzia presso i gestori presenti e futuri dei servizi primari, come quello idrico e della raccolta dei rifiuti, a livello provinciale” conclude il sindaco Canepa.
Le Carte dei Servizi approvate sono consultabili presso gli Uffici Comunali e sul sito istituzionale dell’Ente dove è possibile scaricare anche i moduli per eventuali contestazioni o richieste di rimborso.
L’assessore esterno Celeste Lo Presti (in archivio con fascia da miss) nel centro storico più ‘in crisi’ (desertificato da attività commerciali) del ponente ligure: Borghetto S. Spirito. Un ‘tutto chiuso’ che si protrae da anni.

Altra tema di interesse pubblico. Dichiarano il sindaco Giancarlo Canepa e l’assessore alle Attività Produttive Celeste Lo Presti: “Il Comune di Borghetto adotta il Co-working .Dal 1/01/2022, per una durata di due anni, l’amministrazione borghettina ha deciso di istituire in via sperimentale la possibilità di svolgere il co-working.

Il Co-working o plurinegozio è un nuovo stile lavorativo caratterizzato dalla condivisione di un ambiente di lavoro con altri professionisti, sia dello stesso settore che di settori totalmente differenti. Il Comune di Borghetto Santo Spirito, con l’approvazione delle linee guida,  intende riconoscere questo nuovo modello organizzativo che regolamenta più attività produttive aperte al pubblico operanti nel medesimo locale. A titolo esemplificativo, una caffetteria potrà collocare nel proprio locale una libreria o un centro estetico potrà avere al suo interno sia un’area ristoro che un’area adibita alla vendita di abbigliamento.
“Con questa iniziativa vogliamo fornire un nuovo strumento alle attività produttive del paese che stanno attraversando un momento complicato dovuto agli effetti nefasti della pandemia. Abbiamo ritenuto che fosse necessario adeguare l’impostazione tradizionale consentendo la coesistenza di più attività commerciali e/o produttive nell’ambito dei medesimi locali intestati allo stesso od a diversi imprenditori anche con lo scopo di sostenere e incentivare le attività di vicinato.”
Sindaco Canepa: Abbiamo voluto fornire uno strumento per regolarizzare le situazioni esistenti (parrucchiere ed  estetiste in primis) e fornire nuovi spunti per incentivare la nascita di nuovi imprenditori magari spaventati dal doversi sobbarcare, da soli, spese iniziali e affitti. In alcuni paesi esteri è una realtà consolidata. Molti giovani imprenditori iniziano così e poi, una volta che riescono a camminare con le loro gambe, diventano autonomi Il Comune di Borghetto punta sulle infrastrutture innovative.
UN NUOVO PONTILE PER RILANCIARE TURISMO E COMMERCIO
ANNUNCIO AI MASS MEDIA DEL SINDACO CANEPA
Un pontile dotato di pubblico attracco è quello che potrebbe sorgere a Borghetto grazie ai fondi del PNNR.

“Ho sempre avuto un debole per i pontili, ogni località di mare dovrebbe averne uno. I pontili sono la congiunzione ideale tra terra e mare e offrono la magia di poter passeggiare in un contesto in grado di regalare emozioni uniche.” Dichiara il sindaco Giancarlo Canepa.

Il sindaco Giancarlo Canepa
Ma questa infrastruttura non si limiterebbe a essere un’attrazione meta di residenti e turisti in cerca di paesaggi unici, passeggiate romantiche e anche solo momenti di riflessione ma avrebbe anche lo scopo di porsi al servizio della nautica pubblica. “L’idea – prosegue Canepa – è quello di creare un ormeggio pubblico a disposizione dei tantissimi diportisti  che transitano davanti alle nostre coste dando loro la possibilità di sostare nel nostro paese per un pranzo nei ristoranti, un’acquisto nei negozi del paese o anche solo per una passeggiata. Nel sud della Francia questo tipo di turismo esiste già, vi è una rete di ormeggi sui pontili molto sfruttata. Ritengo sarebbe un’idea vincente incentivare anche sulle nostre coste questa tipologia di turismo mettendo a sistema gli attracchi esistenti, adeguando i pontili che non ne sono dotati e realizzandone di nuovi.”

Lo studio di fattibilità commissionato dall’amministrazione borghettina prevede la realizzazione di un pontile di c.ca 80 mt.  che dovrebbe sorgere in testa a Molo Marinai d’Italia, la grande piazza sul mare del paese. “La location è stata scelta per proiettare ancora di più il pontile verso il mare. Sommando gli oltre 100 mt di Molo Marinai d’Italia agli 80 del pontile, si potrà passeggiare e ammirare il panorama a 200 mt dalla riva. Se riusciremo ad accedere ai contributi per realizzare questa opera, il mare

Il progetto che il sindaco ha annunciato, Nel ponente savonese sono già due i pontili di attracco in mare: Alassio e Laigueglia. Un terzo a Ceriale ma non utilizzato per attracco.

diventerà ancor di più parte integrante del nostro territorio – conclude il sindaco”.

Nei prossimi giorni la proposta preliminare verrà sottoposta alla valutazione degli uffici regionali e verranno analizzate tutte le possibilità per accedere ai fondi del PNNR.”
Avatar

Trucioli

Torna in alto