Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Loano il sindaco informa: ‘Stazione unica a Borghetto? Facilmente raggiungibile’. E Ester, la sarta, compie 103 anni in salute. E ex Marinella; spiaggia, ristorante, bar, discoteca. Ecco il bando. E ultimo saluto a Steva Bolla e Iose Rapetti

Il giovane sindaco Lettieri, già vice, 23 anni di lavoro in consiglio comunale, dichiara al Secolo XIX: “Finalmente liberi da sei passaggi a  livello con la stazione unica a Borghetto che sarà facilmente raggiungibile”. Ad applaudire, sui social, i commenti di agenzie immobiliari. “Si valorizza il patrimonio edilizio”. E Lettieri incalza: “Un ulteriore rilancio turistico”. Prova del nove ? Chiedere all’ex sindaco leghista di Diano Marina (vedi….). Vedi anche il bando per concessione ventennale ex Bagni Marinella con ristorante-bar-discoteca. E ultimo ‘abbraccio’ a Steva Bolla e Iose Rapetti.

DA IL SECOLO XIX  24 11 2021- «Per Loano lo spostamento del tracciato ferroviario è una sorta di rivoluzione copernicana. Il sogno di tante generazioni. Per una città come la nostra attraversata da ben 6 passaggi a livello, 7 se si conta anche quello al confine con Borghetto, il fatto di poter riutilizzare le attuali aree ferroviarie è un’opportunità unica, un punto di svolta per il nostro comprensorio di ulteriore rilancio turistico». Il sindaco di Loano Luca Lettieri si è detto molto soddisfatto che, finalmente, un’opera attesa da più di 40 anni stia per diventare, a quanto sembra, una realtà. «Liberarsi dai tanti passaggi a livello, presenti sul nostro territorio – sottolinea Lettieri – significa liberarsi da una strozzatura che è diventata difficile e che va a compromettere fortemente anche la viabilità. Sono spesso al centro della cronaca veicoli che rimangono incastrati tra le sbarre con tutte le conseguenze del caso. La soppressione della stazione, con unica fermata a Borghetto, per Loano, Borghetto e Ceriale può essere sentita come una perdita. Ma non è così perché la nuova fermata sarà facilmente raggiungibile. Fondamentale invece la fermata di treni importanti. I pro dello spostamento a monte della ferrovia che, per Loano, è integralmente sotterraneo sono, senza dubbio, più dei contro». S. An.

IL SINDACO DI LAIGUEGLIA, SASSO DEL VERME

SENZA STAZIONE PENALIZZATI RESIDENTI E TURISTI

SI SPERA NEL BUS NAVETTA CHE A NOLI ATTENDONO DAL 1977.

DA IL SECOLO XIX 24 11 2021 – All’interno del progetto di raddoppio ferroviario, in cui è prevista la creazione di una nuova linea, non compare la stazione di Laigueglia. Il borgo marinaro si troverà così privo di una fermata volta ad agevolare gli spostamenti dei residenti e l’arrivo, nel periodo estivo, dei turisti che scelgono il treno come mezzo di trasporto per gli spostamenti da e per la località balneare.«Abbiamo visto il progetto e la relativa cancellazione della nostra stazione – esclama Roberto Sasso del Verme, sindaco di Laigueglia – Auspichiamo che il nostro comune non rimanga isolato e che venga previsto un collegamento adeguato con una delle fermate organizzate in uno dei comuni vicini al nostro, penso ad Andora o ad Alassio. Potrebbe essere organizzato un servizio navetta (A NOL ATTESO DAL 1977 NDR) che, oltre ad essere pratico, abbia anche una mission ecologica, in termini di emissioni di anidride carbonica. Per quel che riguarda il tratto ferroviario dismesso, cercheremo di utilizzarlo nel migliore dei modi per il bene della comunità. Valuteremo la soluzione migliore per la comunità, al vaglio abbiamo la creazione di parcheggi ed una pista ciclabile. Sarebbe bello, per quel che riguarda il tratto ferroviario situato fra il borgo storico e la chiesa principale, dismettere la strada ferrata e riportare alla luce la gradinata antistante la chiesa di San Matteo, ora coperta dalla ferrovia». —

LUPO, A LOANO, E’ SEMPRE AL LAVORO NELLA LOTTA ALLA DROGA:

SPACCIATORI E CONSUMATORI E SI ANNIDA PURE SUI BUS

IL POST DEL SINDACO LETTIERI – Lupo, il nostro cane antidroga in azione. Questa mattina una squadra composta dall’unità cinofila del commissario Lupo, agenti della polizia municipale di Loano, Finale Ligure e Savona e i controllori di TPL Linea è stata impiegata a Loano. Il servizio di controllo sui bus ha riguardato le fermate in prossimità delle scuole loanesi. Bravo 👏 Lupo!

LA ‘SARTA’ LOANESE COMPIE 103 ANNI IN SALUTE

Auguri meritatissimi da tutti i loanesi carissima Ester ! Che bello invecchiare con la sua tempra. E il buon esempio di vita.

IL POST DEL SINDACO LETTIERI – La residenza protetta Ramella è in festa! Auguri Ester per i tuoi centotré anni. Purtroppo non possiamo festeggiare come al tuo centenario, ma è come se Loano fosse lì con te. Un abbraccio  forte!
E A LOANO PUBBLICATO IL BANDO PER L’ASSEGNAZIONE DEL BAR RISTORANTE DISCOTECA SPIAGGIA EX MARINELLA

Progetto di risanamento, riqualificazione e gestione.
Il bene oggetto di assegnazione presenta evidenti fenomeni di degrado generale e necessita di importanti opere di risanamento anche strutturale. La gestione dei beni demaniali marittimi si ispira ai principi dello sviluppo sostenibile e della salvaguardia delle risorse del territorio.
Il bene demaniale sopra indicato deve pertanto avere consistenza e forma derivante dal progetto di restauro e risanamento conservativo a firma dell’arch. Matteo Martini iscritto all’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Savona – facente parte dello Studio Associato Martini – Sacco – Bertolotto Architecture Engineering, con sede in Loano, Via Fogazzaro, 6 – prot. 10972 del 17/03/2021, che ha già ottenuto l’autorizzazione paesaggistica n. 2021/7-25283 del 29/06/2021, per un importo stimato dei lavori di €. 250.000,00 oltre IVA e spese tecniche, oltre alle ulteriori spese di gestione dettagliate nell’allegata relazione finanziaria redatta
dall’ufficio demanio unitamente al servizio finanziario per un totale di investimento complessivo di euro 465.000,00 ed approvata da Regione Liguria del quale il concorrente dovrà garantire. L’attuazione a sua cura e spese.

COMMENTI – Nicoletta Bazzano (farmacista) – Finalmente! Non se ne poteva più di vedere un degrado del genere in un posto così bello.  Roberto Zampori Zampetti – Speriamo che qualcuno si aggiudichi la gara d’appalto e faccia ritornare “La Marinella”, ai fasti di un tempo.  Nota di redazione: escluso il periodo che era un covo di malaffare we malavitosi e non mancavano in discoteca un paio di amministratori comunali viventi. Marco D’Alessandro – Trovassi lavoro li, ci verrei di corsa, sei un grande sindaco di Loano.

Tra decine di commenti social anche un susseguirsi di osanna al ‘nuovo sindaco Lettieri,…uomo del fare….di cui la città aveva tanto bisogno….”Una carrellata di ‘bravo e complimenti….sei l’uomo giusto per rilanciare Loano come merita…come te non c’è nessuno…” Qui però qualcuno ha copiato la canzone di successo di Rita Pavone.  L’ex diva che sapeva anche pavoneggiare, oltre che  protagonista di tanti successi e tanti soldini dalle tourné, Ai Pozzi maxi discoteca inclusa.

STEFANO BOLLA: MARITO, PAPÁ E NONNO AMABILE ED ESEMPLARE, ARTIGIANO DI SERRAMENTA FINO A QUANDO LA SALUTE HA LANCIATO IL CAMPANELLO DI ALLARME. DA ALLORA HA GIRATO IN CAMPER L’ITALIA E L’EUROPA. PERSONA SEMPLICE E SCHIVA HA ONORATO LA FAMIGLIA: SAGGIO ESEMPIO E VIRTUOSO.  TRA I LOANESI CHE SPOSARONO CITTADINE TEDESCHE, OLTRE UNA VENTINA. 1300 IN LIGURIA. A LOANO DAL 1967 VIVE LA EX ‘REGINA DEL VINO DELLA GERMANIA’ (NON ERA E NON É  UN CONCORSO DI BELLEZZA) RICORDATA IN LIBRI E PUNTATE TELEVISIVE, ANCHE LA TV TEDESCA VENNE AD INTERVISTARLA DOPO TANTI ANNI. RICORDANDO IL SUO DISCORSO AL PARLAMENTO, ACCOMPAGNATA DALLO STORICO SINDACO WILLY BRANDT, POI PRIMO MINISTRO

IOSE RAPETTI NON ERA UN COW BOY COME POTREBBE APPARIRE DELLA FOTO SUI MANIFESTI FUNEBRI. SEMMAI ERA UN GRAN LAVORATORE E LA PASSIONE DELLA CACCIA. UNA VITA NELLO STABILIMENTO BALNEARE, LIDO SOLE, FINO A QUANDO, CON IL FRATELLO, NON HANNO DECISO DI VENDERE ALLA PROPRIETÁ DEL GRAND HOTEL GARDEN LIDO. E COMUNQUE IOSE, CARATTERE FRANCO E SPONTANEO, NON SI ERA MAI STACCATO DALL’ARENILE DOVE ERA CRESCIUTO E PRESO IL POSTO DELLO ZIO, IL RAG. ITALO GIANNONI, PER ANNI ATTIVISSIMO E COMBATTENTE PRESIDENTE DELLA LOCALE ASSOCIAZIONE BAGNI MARINI  E VICE PROVINCIALE. IOSE,INFATTI, CON UNA RUSPA PROVVEDEVA AD INIZIO STAGIONE PER CONTO TERZI A LAVORI SULL’ARENILE CITTADINO E DI BORGHETTO S. SPIRITO. UN LAVORATORE CHE NON BADAVA A ORARI O ALLA FESTE COMANDATE. PURTROPPO QUANDO SI STAVA GODENDO COME I SUOL DIRE I SUDORI DI UNA VITA, L’HA STRAPPATO AI SUOI CARI UNA SORTE DAVVERO INGRATA E CHE NON MERITAVA.

 

Avatar

Trucioli

Torna in alto