Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Fotonotizie/ Alassio, 900 mila € restyling Municipio. Andora record a Friburgo. Albenga, bimbi e ambiente. Loano, ex maresciallo è Cavaliere. Pietra, punto nascite al S. Corona. Savona, in mostra Dante e Mazzini. Albissola, Guglielmo Bozzano tra arte e natura

Alassio, pool di architetti per la riqualificazione interna ed esterna del Municipio, la ‘casa dei cittadini’. Albenga, idisegni dei bambini sul rispetto dell’ambiente diventano cartelli stradali. Loano, l’ex comandante la stazione dei carabinieri, Luigi Carta è cavaliere al Merito. S. Corona, protesta: oltre 365 giorni senza ‘punto nascite’. Savona, mostra “L’amor patrio di Dante e Mazzini”. Vedi ad Albissola Mare: Mostra “Guglielmo Bozzano tra arte e natura.

ALASSIO – Un restyling per la sede comunale. Presentato dal RTP “GA Architetti Associati” il progetto di riqualificazione interna ed esterna del Municipio alassino che potrà essere approvato e realizzato a lotti funzionali. Melgrati: è la casa dei cittadini e un palazzo storico dei primi del ‘900″.

Comunicato stampa – Un problema di ordine estetico, ma anche energetico e di sicurezza. La casa comunale necessita di cure e già in diverse occasioni si è dovuto correre ai ripari per la messa in sicurezza di cornicioni e tegole.
“Il progetto – ricorda Rocco Invernizzi, Assessore ai Lavori Pubblici del Comune – è stato inserito da subito nel piano dei lavori pubblici, ma abbiamo sempre dato la precedenza ad altro, più urgente e con maggiori ricadute sulla cittadinanza: dall’intera gestione delle emergenze meteo marine e sanitarie ai progetti per le scuole, i parcheggi… Ora però occorre intervenire anche sulla sede municipale”.
In Sala Consiglio,  il Raggruppamento Temporaneo di Progettisti “GA Architetti Associati” ( l’architetto Marco Paris, l’architetto Damiano Ravasi, l’ingegnere Roberto Boffi, lo Studio Linea -ingegneri Loro e Serafini– e l’ingegnere Nicola Logiudice), che si è aggiudicato l’incarico, ha presentato all’amministrazione comunale il progetto di fattibilità di riqualificazione interna ed esterna del Palazzo comunale, che potrà essere approvato e realizzato a lotti funzionali partendo dall’esterno con facciate e tetto e valutando con la soprintendenza la possibilità di utilizzare gli spazi del sottotetto per la creazione di nuovi uffici e razionalizzare così degli spazzi interni adeguandoli alle esigenze di una maggiore fruibilità da parte dei dipendenti e della cittadinanza.
La nostra amministrazione – ha concluso il Sindaco di Alassio, Marco Melgrativuole ristrutturare il palazzo comunale perché è la casa dei cittadini restituendo la giusta importanza e dignità architettonica ad un palazzo storico dei primi del 900 della Città di Alassio . I costi dell’intervento sul palazzo comunale sono stimati in circa 900 mila euro. L’appalto professionale è stato finanziato con fondi di bilancio ricorrendo agli spazi finanziari ottenuti dal ministero dell’Economia per le spese riguardanti laprogettazione definitiva ed esecutiva di investimenti finalizzati al miglioramento della dotazione infrastrutturale o al recupero degli immobili e delle strutture destinati a servizi per la popolazione, finanziati con avanzo di amministrazione”.
mm
ANDORA RECORD DI DEGUSTAZIONI A “PLAZA CULINARIA” A FRIBURGO
PER I TEDESCHI IL BASILICO “È IL PROFUMO DELLE VACANZE”
COMUNICATO STAMPA – Friburgo – 800 porzioni di trofie al pesto date in degustazione, 1200 assaggi di prodotti del territorio fra pesto,olio extravergine d’oliva e prodotti a base di Cipolla Belendina. Almeno 5000 le persone che hanno visitato lo stand, che hanno interagito in tedesco e alle quali è stato distribuito materiale informativo su Andora. È il bilancio in numeri della promozione realizzata dal Comune di Andora nello stand del Consolato Italiano a Friburgo alla Fiera internazionale Plaza Culinaria.
“C’è stato un interesse costante, superiore alle aspettative – conferma l’assessore al Bilancio , Fabio Nicolini che ha seguito l’organizzazione del progetto di concerto con il Console Italiano a Friburgo che domenica ha partecipato alle dimostrazioni, complimentandosi per i risultati raggiunti e confermando l’impegno del Consolato per la promozione delle aziende italiane in Germania- Ringraziamo il Console per la sua visita e soprattutto per la sua ospitalità – prosegue Nicolini – Se il nostro Comune ha potuto essere fra i protagonisti alla prestigiosa Fiera PLAZA CULINARIA è proprio grazie a un progetto di promozione delle eccellenze italiane voluto dal Consolato. I tedeschi sono molto interessati ai nostri prodotti tipici. Alcuni ci hanno detto di conoscere il Ponente e che per loro il basilico è “profumo di vacanza”. Abbiamo raccolto molte informazioni utili per capire i loro interessi e costruire un’offerta turistica enogastronomica dedicata. Ringrazio la Pro Loco per la preziosa collaborazione data al Comune per  l’attività di promozione in lingua tedesca e mi congratulo con la C.O.A. per l’allestimento dello stand e le dimostrazioni  realizzate di concerto con il Consolato”.
ALBENGA disegni dei bambini sul rispetto dell’ambiente diventano cartelli stradali

COMUNICATO STAMPA – Camilla Vio consigliere delegato alla frazione: “Questi cartelli rappresentano “un grido” con il quale i giovani vogliono farsi ascoltare e dire agli adulti di essere più attenti alle scelte che fanno ogni giorno per il nostro ambiente. Ascoltiamoli”. La sensibilizzazione al rispetto delle regole del buon vivere civile, a Bastia, passa anche attraverso i disegni dei bambini. Nell’ambito del progetto “Albenga, l’ambiente e il futuro. Rispetta la tua frazione”  portato avanti nel corso del passato anno scolastico, gli alunni della scuola primaria E. Montale di Bastia, sono stati chiamati a riflettere su alcune problematiche relative all’ambiente quali l’abbandono di cartacce e mozziconi di sigarette per strada e la raccolta differenziata porta a porta.

Da questa riflessione sono nati i disegni dei bambini volti a sensibilizzare tutti i cittadini su queste tematiche. Tra questi ne sono stati selezionati cinque che l’Amministrazione comunale ha fatto  diventare cartelli, installati in alcuni punti critici del paese, dando così con vivacità e colore un segnale di chiaro impegno sociale che si chiede anche e soprattutto alla società degli adulti. Affermano l’assessore alle politiche sociali Marta Gaia e Camilla Vio consigliere delegato alla frazione: “Oggi i cartelli che abbiamo realizzato, selezionando cinque disegni realizzati dai bambini che hanno partecipato a questo progetto, sono stati posizionati in alcuni dei luoghi più sensibili della frazione. L’idea è nata da una cittadina di Bastia che ha proposto la collaborazione con la scuola per sensibilizzare gli abitanti ad essere più civili quando passeggiano per strada, quando portano i loro cani a fare una passeggiata ed anche e soprattutto nel fare la differenziata porta a porta. Vogliamo ringraziare innanzitutto i bambini che, supportati dalle loro insegnanti, hanno partecipato con tanto entusiasmo al progetto, e la polizia locale, in particolare Paolo Lavagna, che lo ha seguito da vicino Questi cartelli rappresentano “un grido” con il quale i giovani vogliono farsi ascoltare e dire agli adulti di essere più attenti alle scelte che fanno ogni giorno per il nostro ambiente. Ascoltiamoli e rispettiamo le regole, solo così potremo avere una città più bella e pulita. Questo è solo uno degli interventi che abbiamo in cantiere per questa campagna di sensibilizzazione, nei prossimi mesi ci saranno altre novità con l’obiettivo di tenere alta l’attenzione su comportamenti che danneggiano la comunità e che vanno urgentemente cambiati.”.

 

LOANO: L’ex comandante Luigi Carta è cavaliere al Merito – Con la celebrazione del IV Novembre sono state

Il neo cavaliere Luigi Carta e il sindaco Lettieri

consegnate le onorificenze dell’Ordine “Al Merito della Repubblica Italiana” a cittadini che si sono distinti per le benemerenze acquisite verso la Nazione. Tra questi Luigi Carta, ex comandante della stazione dei Carabinieri (Loano e Boissano). Arruolato nell’Arma dei carabinieri nel marzo del 1980, in qualità di carabiniere semplice, tra il 1980 ed il 1981 ha prestato servizio presso il Ministero della Marina Militare a Roma. Dal 1981 al 1983 ha frequentato la scuola per sottufficiali, al termine della quale si è trasferito in provincia di Savona. Qui ha operato nel «pronto intervento 112» effettuando servizi a Savona, Cairo e Albenga. Poi il passaggio alla stazione di Loano nel dicembre del 1986, ricoprendo prima l’incarico di vice comandante del maresciallo Remo Chiola per sette anni e poi, dal 1 ottobre 1993, quello di comandante, ruolo che ha ricoperto per 25 anni fino a maggio del 2019. Carta ha ricevuto le congratulazioni anche del sindaco Luca Lettieri.

SANTA CORONA PUNTO NASCITE E PROTESTE: SIAMO OLTRE 365 GIORNI

COMMENTI FACEBOOK-  Tra i commenti: Non ci sono parole per definire questa situazione assurda! Nessuno dei piani alti, o anche meno alti, della politica sembra interessato alla questione. Ma dove vivete, razza di farabutti! A voi che vi frega? Tanto in caso di necessità tutti voi, e sottolineo TUTTI, avete le vostre belle cliniche private, sempre pronte a spalancati le porte! MALEDETTI!

SAVONA “L’amor patrio di Dante e Mazzini”dal 27 novembre al 12 dicembre 2021.

Con la partecipazione speciale del Centro Studi  Rievocazioni Storiche “A – STORIA SAVONA” e annullo filatelico dedicato da  parte di Poste Italiane. Organizzatori: da una idea di Silvia Bottaro dell’Associazione “Aiolfi” Savona, Polo della Fotografia di Genova (Direttore artistico Prof. G. Pinto), Centro Internazionale per l’arte “Antinoo”- M. Yourcenar di Roma, Associazione Civitas Nauli di Noli.

Patrocini: Comuni di Savona e di Carcare, Società Savonese di Storia Patria, Società Dante Alighieri Comitato Isole Canarie (Presidente Avv. A. Licata), Centro Studi Rievocazioni Storiche “A – STORIA SAVONA”, “Ciao Mondo” di Millesimo. Apertura: da venerdì a domenica ore 15,30 – 17,30 ; 8 dicembre 2021 chiuso.

Dante è stato considerato il profeta dell’Unità d’Italia dall’età della lingua volgare in poi: ancora oggi il valore dell’Italia non deriva dalla sua potenza commerciale, industriale, militare o tecnologica, ma dalla sua cultura. – Nel 1826 Mazzini, a soli 21 anni, scrisse dell’amore patriottico di Dante verso la sua patria (“Amor patrio di Dante”) e Goffredo Mameli scrisse l’inno Dante e l’Italia: «Del cener dell’Italia / La nuova prole è uscita. /Salve, sublime apostolo / Del verbo della vita, / Che il nuovo sogno errante / Stringi al pensier di Dante».

 L’amore patriottico del Poeta filtra attraverso le sue opere e brilla in tutto il paese, non solo su Firenze, sua città natale. Scrive Mazzini: “Voleva riunire in un unico corpo l’Italia, che era piena di discordia, per salvarla dalla schiavitù che minacciava l’Italia più che mai”. Questo messaggio è estremamente contemporaneo. Savona (Fortezza del Priamar e non solo) e Genova (museo del Risorgimento e non solo) possono far rivivere le idee di Mazzini e Dante per le prossime generazioni, identificandone, ancora, le “memorie” al fine di renderle sempre vive.   È questo che ci ha spinto, infatti, a concepire i dittici di fotografie realizzate da alcuni appartenenti alle associazioni R. Aiolfi, no profit Savona e al Polo della Fotografia di Genova, il cui direttore artistico è il professor Giancarlo Pinto.

Cosa propone, quindi,  la mostra “L’Amor patrio di Dante e Mazzini”:

  1. a) le fotografie e i dittici di Antonietta Preziuso, Cristina Mantisi, Piero Dadone e Biagio Giordano che hanno partecipato al Concorso omonimo indetto dal Polo della Fotografia di Genova,
  2. b) le opere degli Artisti Luciana Bertorelli, Sandra Chiappori, Milly Coda, Luca Elena, Alessandro Fieschi, Laura Gabelloni, Carlo Iacomucci, Renata Minuto, Maria Luisa Montanari, Gianni Pascoli, Giancarlo Pizzorno, Mariarosa Scerbo, Nani Tedeschi, Giuseppe Trielli, connesse al tema della mostra.
  3. c) una sezione apposita parlerà del legame tra Dante e Noli grazie alle immagini ed ai testi di Giovanni Toso.
  4. d) quale apparato illustrativo-storico saranno in mostra una serie di antiche litografie (secc.XVIII-XIX) dedicate a Dante e a Mazzini e alla Fortezza del Priamàr di Savona.
  5. e) Il “Bloc-Notes” n. 10/2021, editato dall’Associazione “Aiolfi” di Savona, darà conto dell’iniziativa nel suo insieme (con testi di Silvia Bottaro, Giuseppe Milazzo, Giovanni Toso) e sarà consegnato in omaggio ai Visitatori della mostra che dovranno seguire le norme vigenti anticovid-19.

Informazioni: Associazione “R.Aiolfi”, Savona- via Boselli, 6/3 17100 Savona, mobile: + 39  3356762773

ALBISSOLA MARINA – Mostra “Guglielmo Bozzano tra arte e natura
Con immenso piacere Alessandro Signori comunica l’inaugurazione della mostra “Guglielmo Bozzano tra arte e natura” venerdì 19 novembre ore 17.30 presso la Galleria SIGNORI ARTE, Corso Bigliati 88 Albissola Marina (SV). Libera – e gradita – la partecipazione. L’esposizione sarà visitabile fino al 30 dicembre 2021.
Il catalogo, con testo di Massimo Trogu, sarà disponibile in digitale a partire dal 19 novembre sul sito www.signoriarte.com
Orari: lunedì 16.00/19.30 dal martedì al sabato 10.00/12.30 16.00/19.30 domenica su appuntamento (dicembre 10.00/12.30). Per info 349 4496893 – 019 489731
Comunicato stampa – Aligi Sassu lo definì “poeta dello sguardo,” Lucio Fontana “pittore sensibile e talvolta commosso”. Fu un artista di grande cultura e tante passioni che sono ancora tangibili visitando la sua meravigliosa casa museo al numero 8 di via Roma a Varazze dove è presente la fondazione Bozzano – Giorgis.
Con questa mostra vorrei far “riscoprire” l’artista attraverso cinquanta meravigliosi lavori divisi tra opere su carta e ceramiche provenienti da una collezione privata genovese.
Fu talentuoso e raffinato ceramista, pittore, disegnatore e acquarellista. Seppe districarsi tra tutte queste tecniche grazie ad un segno inconfondibilmente rapido e un uso leggero dei colori, mantenendo una visione incantata della natura e di tutto ciò che lo circondava. Tramonti, marine, la sua amata Varazze e la passione per l’antica ceramica ligure che spesso studiava attraverso meravigliosi acquerelli che potrete vedere esposti.
Nel 1958 Tullio d’Albissola scrisse parlando della sua opera in ceramica: “Come un francescano, religiosamente percorre tutta la strada necessaria per arrivare in vetta. Espone a Messina, Pesaro, Monza, Vicenza, Milano; critici severi lo stimano; collezionisti conservano sotto cristallo, in vetrine da mirabilia, le sue terraglie verniciate. Una ciotola da minestra o un boccale da vino siglati G.B. diventano capolavori ricercati da architetti e poeti. Il ceramologo che ha avallato persino le opere originali e audacissime, brutte e brutali di Jorn, Appel e Matta è lieto di dire che Bozzano sarà forse considerato l’artista più coraggioso che abbia dipinto pentole nella Samo di Liguria”.

 

 

Avatar

Trucioli

Torna in alto