Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Rezzo, appello della pastorella derubata a OliOliva. E gli assalti dei lupi, uccidono i cavalli. Un esemplare davanti al Trincheri di Albenga

La vita e le giornatacce degli ultimi pastori del ponente ligure. Tra gli antichi mestieri più impegnativi e di sacrifici (senza orari e senza festività) che si possa immaginare. Con tanti ammiratori e qualche mano lesta. Furti. E’ accaduto in un paio di casi a pastori presenti a OlioOliva. Come non bastassero in un crescendo allarmante  – e solo in piccola parte noto al pubblico – i danni da lupi, belve, affamatissimi. E non sono favole per bimbi.

L’edificio della casa di riposo Trincheri di Albenga dove è stato visto e inseguito un lupo

Le ultime notizie in ordine di tempo. Pochi giorni fa, nella centralissima zona residenziale di Albenga dove si trova il Trincheri, Istituto Rsa per anziani, chi nelle ore notturne ha in ‘appalto’ le pulizie ha trovato in strada un lupo vero. Si proprio un lupo e la testimonianza, vista la fonte, è credibile. Lo hanno inseguito fino alla zona di Vadino. Lupi che, dicevamo, stanno provocando ai pastori delle Alpi Liguri ‘danni ingenti’.  Rai 3 Liguria due settimane fa ha raccolto alcune testimonianze tra Acquetico e Cosio d’Arroscia, ma a detta di altri pastori la ‘guerra’ con i lupi la stanno perdendo da tempo. “Non si è ancora detto – sono testimonianze – che siamo arrivati al punto di veder attaccati, gravemente feriti o dissanguati, persino cavalli, mucche, vitelloni e vitelli. Li azzannano al collo. Troviamo i ‘cadaveri’ al mattino, a volte agonizzanti, sbranati. Non conviene peraltro fare denuncia perchè ci dovremmo accollare anche le spese, non spesucce, dello smaltimento, seguendo un iter che prevede l’intervento del veterinario e la conseguente pratica burocratica. Ovvero perdere anche mezza giornata negli uffici competenti. E’ brutto ammetterlo. Sono in pochi a rendersi conto e soprattutto mancano interventi concreti. Il lupo è ‘protetto’, noi pastori no, contrariamente ai nostri colleghi francesi che fanno la transumanza sulle Alpi Marittime e pascolano, negli altri mesi dell’anno, nelle zone montane dove tengono le mandrie. I lupi sono intelligenti al punto che neutralizzano pure i cani maremmani.  Uno o due  del branco si fanno rincorrere, gli altri hanno campo libero per attaccare pecore, capre, mucche e pure i cavalli, asini: a tanto siamo arrivati. E non c’è da stupirsi se ora si parla di lupi nel centro di Albenga, da tempo scorrazzano nelle campagne dell’entroterra, arrivano dalle montagne e con la neve scendono, affamati, sempre più a valle, come succede per i meno pericolosi cinghiali di cui si parla e si urla molto di più perchè danneggiano le colture. Noi pastori ci contiamo sulle dite di una mano…a parole tutti a rincuorarci, darci ragione”.

7 NOVEMBRE  2021 –DA FACEBOOK DI BARBARA SALTARINI, LA PASTORELLA DI REZZO CONOSCIUTA IN TUTTO IL PONENTE LIGURE NON SOLO PER QUANDO AVEVA ED HA UNA GRANDISSIMA PASSIONE PER IL BALLO LISCIO, E PER LA SUA OTTIMA CULTURA AI FORNELLI DELL’AGRITURISMO.

Barbara Saltarini popolare pastorella di Rezzo in una simpatica immagine che ha postato sulla sua pagina facebook. La zucca gialla ottima per specialità casalinghe liguri

“Purtroppo dopo la gioia il dolore mi hanno rubato la cassa e la borsa ma sopra al furgone telecamere tra poco sapremo”.

8 NOVEMBRE DA IMPERIA POST – Furto nella tarda serata di ieri, 7 novembre, a OliOliva, durante le operazioni di smontaggio degli stand. Vittima Barbara Saltarini, titolare di un’azienda agricola, agriturismo, a Rezzo, nell‘entroterra di Imperia. Ladri in azione a OliOliva, durante lo smontaggio degli stand

“Abbiamo smontato lo stand – racconta a ImperiaPost Barbara Saltarini – e abbiamo depositato tutto sul nostro furgone. Poi siamo andati a fare un velocissimo aperitivo. Sono trascorsi pochi minuti e quando siamo tornati dal furgone erano sparite la cassa e la mio borsa. Una cassa, con sopra una bilancia da 20 kg, non so come abbiano fatto in così poco tempo. Per fortuna all’interno c’erano solo 200 euro. In quel momento in tanti stavano smontando, qualcuno deve aver approfittato della confusione. Quello che mi preme di più, però, era la mia borsa. All’interno, oltre a martelli, cacciavite e utensili vari, c’era la mia agenda dove avevo segnato tutte le prenotazioni da qui a fine anno. Per me è un danno enorme, spero di poterla ritrovare. Chiunque abbia prenotato nel mio agriturismo mi contatti, per favore”.

E ANCORA DALLA PAGINA FACEBOOK – UN PERIODO COSI TRISTE, SENTIRE I CAMPANELLI DELLE CAPRETTE CHE TORNANO DAL PASCOLO MI RIEMPIONO IL CUORE……

Buongiorno mi hanno rubato la borsa con agenda ristorante, non ho più le prenotazioni da oggi a fine anno ,chi vede questo per favore mi richiami grazie infinite. In caso aveste prenotato presso l’agriturismo al santuario di rezzo, per il periodo che va dall’8 novembre a gennaio, siete pregati di richiamare per confermare tutte le prenotazioni, che sono andate perdute . 3384246595

“AGRITURISMO AL SANTUARIO DI REZZO …CHI TROVA LA MIA AGENDA AVRA’ LA RICOMPENSA…
L AGENDA È VERDE CHIARO MOLTO SOTTILE GRAZIEEE”

COMMENTI – Vito Geraldi – Barbara se è vero che vi hanno fatto il filotto… cioè sei …sette in contemporanea, è chiaro che la regia era dall’interno……dopo aver seguito movimenti ed abitudini vostre….Fortunatamente a te non sono arrivati alla carne…. Per l’agenda e le prenotazioni…..tu sai quanti coperti potevi gestire….apparecchi per quel numero i prenotati ti sapranno ricordare la loro prenotazione …tutti gli altri coperti liberi ( che penso siano pochi)siano benvenuti…. Io dal mio canto farò il possibile per esserci ed onorare la tua cucina.

Pamela Orengo- Ma secondo me è qualcuno che ce l’ha con te…è successo ad altri?
Avatar

Trucioli

Torna in alto