Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Grazie Ezio! Splendido esempio. Il Covid ingrato l’ha strappato alla vita. Ha difeso la Riserva dell’Adelasia e salvato dal taglio faggi secolari

Se ne è andato Ezio Montano! Si apprende, con vivo dispiacere, dell’avvenuta dipartita di un anziano e convinto sostenitore dell’Associazione Wilderness fin dall’epoca della sua fondazione, anche lui, come tanti di questi tempi, portato via dal Covid-19. Si tratta di Ezio Montano (Ferrania, Savona). Aveva 85 anni.

di Franco Zunino

Ezio Montano, operaio in pensione della ex Ferrania Films (poi 3M Italia, Imation e nuovamente Ferrania spa) è stato tra i fondatori del Comitato per la salvaguardia dell’ambiente naturale delle Valli Bormida. Ma soprattutto è sempre stato uno strenuo difensore dei boschi della Riserva Naturalistica dell’Adelasia, per la cui salvaguardia si è battuto fin dalle sue lontane origini, quando si ottenne il nucleo iniziale di 140 ettari mediante un accordo con la ditta proprietaria.

In quegli anni fu Ezio Montano che, con un’azione “partigiana“, rischiando il licenziamento in tronco, salvò di fatto numerosi faggi secolari di un altro settore che era stato ceduto al taglio, “marchiandoli” con vernice rossa aumentando il numero di quelli che dovevano lasciarsi in piedi, e che così erano stati segnati dall’allora Corpo Forestale.

Un’operazione illegittima che solo oggi si può raccontare, a suo onore! E sempre Ezio Montano partecipò alla creazione della successiva Riserva Naturalistica quando infine la società proprietaria si convinse della bontà dell’iniziativa, estendendo il vincolo a 750 ettari; tanto che per molti anni successivi fu egli incaricato della gestione del centro direzionale della stessa, la famosa “Cascina Miera” (Centro di educazione ambientale e rifugio escursionistico).

Ezio Montano, infatti, amava quei boschi come fossero i suoi, perché proprio in quei boschi era nato, in una cascina oggi abbandonata. Ed Ezio Montano fu anche lui, con altri, sempre fiero battagliero in loro difesa contro chi, a seguito del passaggio alla Regione Liguria (che li aveva acquistati, soprattutto su pressione dell’Associazione Wilderness), trascorsi i primi anni di rispetto iniziarono le mire per mettere le mani su quel patrimonio boschivo (per legnatico e per turismo!). Una guerra che dura tutt’ora e che da oggi sarà portata avanti anche in sua memoria!

Ezio Montano è stato per tutta la vita un cacciatore. A tutti quelli che lascia, parenti ed amici ed ex colleghi di lavoro, vada il sentito cordoglio dell’Associazione Wilderness.

Murialdo, 12 Ottobre 2021                                                 Franco Zunino

                                                                                   Segretario Generale AIW

Avatar

Trucioli

Torna in alto