Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Toti auto blu da 60 mila €. Sansa critica. E MOC a Savona? Manca dal 2019. Sindaca a Bardineto rivela: Tac Asl2 posto libero maggio 2022. Pasa (Cgil): Liguria 60 ml. a privati per liste d’attesa. Anna Giacobbe: Il medico indichi l’urgenza

Il mancato presidente del centro sinistra alla Regione Liguria, Ferruccio Sansa, giornalista e figlio di magistrato, critica la scelta del governatore Toti di acquistare un’auto blu da 60 mila €. In difesa scende con un comunicato stampa il gruppo ‘Cambiamo con Toti’: ecco il ‘maestrino della penna rossa’. Mentre la sindaco di Bardineto denuncia: ‘Per una Tac attesa al maggio 2022. Così ho dovuto pagare l’intramoenia’. E a Savona la MOC manca dal 2019. Pasa (Cgil): ‘Dalla Regione 60 ml per abbattere liste d’attesa, ma finiscono alla sanità privata’. L’on. Anna Giacobbe: ‘Il medico prescriva l’urgenza, ma quasi nessuno lo sa’.

LA NUOVA TOTIMOBILE: UN SUV MERCEDES DA 60MILA EURO

Sansa: “Un Suv Mercedes da 59.907 euro, in comode rate mensili da 1.664 euro pagati ovviamente con soldi pubblici. Cioè da noi. Ecco la nuova automobile di Giovanni Toti. Lo racconta oggi Marco Grasso sul Fatto Quotidiano. Lasciamo a voi decidere se sia giusto per il Presidente di una Regione spendere quasi 60mila euro per un’auto di lusso. Qualcuno penserà che Toti faccia bene perché deve dare il segno che la Liguria è in ripresa. Altri diranno che mentre mancano i soldi perfino per medici e infermieri (60mila euro basterebbero quasi per assumere due persone) non è un bel segnale vedere il presidente della Regione sfrecciare su un suv Mercedes fiammante. Mentre una dignitosissima e confortevole berlina ibrida costa la metà.
A voi l’ardua sentenza.
PS. Quando il giornalista Marco Grasso ha chiesto a Toti un commento la risposta è stata: “Stamattina abbiamo visto il capo dell’opposizione Sansa fotografare l’auto del Presidente mentre passava nei parcheggi della Regione“. Falso, andavo semplicemente a lavorare. Finalmente, però, capisco a cosa servono i due milioni di euro l’anno che Toti spende per una squadra di giornalisti e comunicatori: per spiare “il capo dell’opposizione” che va a lavorare.
IL GRUPPO CAMBIAMO! RISPONDE A SANSA SULL’AUTO DI SERVIZIO:
“Il maestrino della penna rossa affetto da una sorta di sindrome incurabile”

“”Che Ferruccio Sansa avesse le physique du rôle del ‘maestrino della penna rossa’ della politica era ormai noto a tutti, una sorta di sindrome incurabile che ti porta a giudicare il lavoro degli altri con alterigia e incompetenza, senza realmente conoscere gli argomenti di cui ti stai occupando. Quello che forse era meno conosciuto è che il nostro Ferruccio fosse un voyeur della politica, attratto da ciò che fanno o hanno gli altri, solo per il mero gusto di poterglielo rinfacciare”: così i consiglieri regionali del gruppo Cambiamo! in Regione Liguria replicano all’odierna polemica del consigliere Ferruccio Senso in merito all’auto di servizio del presidente Giovanni Toti.

“L’ultima uscita avventurosa e dissennata del nostro Ferruccio riguarda in questo caso la vettura a disposizione del presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, da lui definita in maniera del tutto incomprensibile ‘Totimobile’ (Ferruccio, è una reazione da scuole elementari, ma te la facciamo passare perché capiamo che per te è importante poterti esprimere…). Una normale auto di servizio che non vuole essere ‘il segno della Liguria in ripresa’, ma semplicemente un mezzo di trasporto che serve al presidente della Regione e al suo staff per muoversi e lavorare. Dispiace che ‘il capo della minoranza’, come ama autodefinirsi passi il suo tempo a guardare la vita degli altri dallo spioncino, o peggio dalla fotocamera di uno smartphone ma, a quanto pare, è il massimo che l’opposizione riesca a produrre per la nostra regione. La chiudiamo qui, Ferruccio, senza rancore. Era una critica troppo insensata per essere presa sul serio, ma abbiamo preferito risponderti ancora una volta per spiegarti che c’è vita oltre lo smartphone. Anche tu guadagni 10 mila euro al mese, ma qui nessuno si è mai sognato di rinfacciartelo, sai, per quello che fai sarebbe come sparare sulla croce rossa. E noi non siamo come te”, proseguono i consiglieri arancioni.

“Controlla bene i commenti al tuo post, qualcuno si augura che la ‘Totimobile sia blindata’, a noi sembra una velata minaccia di terribile gusto, tu, che hai giudizi per chiunque di solito, hai qualcosa da dire in merito?”, si domanda il gruppo consiliare.

COMMENTI FACEBOOK AL POST DI SANSA –

Pierlorenzo Ferraris – Caro Sansa la tua disamina è quella tipica dei comunisti che guardano cosa spende quello che ha la Ferrari oppure la barca da 30 metri. Anzi fanno illazioni sul fatto che evadono le tasse. Questo avviene in un Paese di fazioni guelfi e ghibellini come l’Italia. Questa è la copia della polemica del Rolex del candidato a Roma per le comunali. Non credo che sia la Regione che paga una vettura di tale tipo. Sarà una scelta privata del cittadino Toti. E poi chissene, la politica va discussa su altri temi e non su queste cose.
Paolo Pisana  a  Pierlorenzo Ferraris: considerando che sono soldi pubblici è solo per il fatto che per la situazione che stiamo vivendo non sono comportamenti coerenti per persone che rappresentano le istituzioni …..certamente non andava a piedi e poteva rimandare in altro momento ….io ad ad esempio non sono comunista ma la coerenza non è ne di dx ne di sx…
Giuliano Iguera – Molto meglio fare opposizione sui temi, piuttosto che su queste faccende. Il governatore (o ciò che ne resta umanamente e politicamente) va “attaccato” sul perché la Regione non si costituisca parte civile nel processo contro Atlantia, su tutti i lobbisti che ne finanziano la fondazione e che poi ottengono favori, sulle promesse mai mantenute e su tutti i problemi mai risolti…
Elio Pescio – Ciò non toglie che non é giustificabile in una regione come la Liguria, con tassi di disoccupazione da terzo mondo, che il segretario, non é governatore, non siamo in America, dicevo, non é giusto che il segretario viaggi con 60000 euro pagati anche da me per farsi la campagna elettorale.
Elisa Lizzy Savonarola- Sansa, focalizzati un po’ su Alisa e fai tornare la macchina per la MOC a Savona che manca da fine 2019 per “guasto”, manca la diagnosi, un guasto non dura due anni. Sveglia. Ci fosse uno che abbia capito cosa intendo. Seguo tutto, tranquilli, anche i giri negli ospedali mai aperti se non a elezioni, le critiche sulla privatizzazione, le chiusure di interi ospedali altrove, etc, però ci siamo fermati al periodo preelettorale. Le ristrutturazioni di beni a spesa pubblica regalate a privati come Villa Zanelli e spiagge libere perse. Ora ci siamo adagiati. C’è un’amministrazione in Liguria che fa il bello e cattivo tempo, ci sono punti di critica in qualsiasi campo. Nella sinistra c’è un errore di comunicazione che la fa sembrare “rosicona” Avere un ospedale privo di un macchinario di diagnosi da prima del covid è un argomento sensibile come le lunghe attese le chiusure di pronto soccorsi e lo smembramento del pubblico. Insistere sui servizi basilari è una cosa da martellare in continuazione. Ci siamo un po’ fermati a fare volantinaggio in autostrada, e a parlare di vizi esosi del Tipo a spese nostre ed è giusto sottolinearli, ma se non li compariamo ai disservizi ed ai diritti dei liguri che continuano ad essere erosi in sordina sul campo la gente se ne accorgerà solo troppo tardi. Noi liguri siamo già indolenti di default se non si coinvolgere un po’ sui diritti ce li facciamo mangiare tutti.
Gaetano Rechichi – Come ex dipendente della Regione, mi ricordo che il parco auto era abbastanza significativo. Magari segue le orme dell’illustre ex Biasotti, che all’epoca…della sua presidenza.. proprietario di Favola… concessionario Mercedes…che ebbe l’accortezza di acquistare da se stesso una Mercedes con i soldi dell’Ente…adibita ad auto istituzionale. Sapete dove è finita la macchina? Un po’ come la casa di Scajola... Quella che non sapeva neanche di avere.

Rolando Fazzari – Oltre che darli alla Mercedes questi soldi, fa ancora di meglio il Governatore Toti, ha dato

Rolando Fazzari con il Procuratore antimafia Nicola Gratteri (foto del blog NiNiN del luglio 2014)

500.000 mila € al Comune di Balestrino per fare una mulattiera di 5/6 Km , che non esiste già più, pur di non riparare la strada storica di 330 ml che sarebbe costata 230.000 € ( con risparmio di 300.000 € ) e avrei potuto passare come hanno fatto tutti gli altri per 35 anni con i miei soldi. E vale a dire Comune di Balestrino per acquedotto Comunale, ‘Ndrangheta, boscaioli, cacciatori , Polizia di Stato a cercare sequestrati, Carabinieri, cercatori di funghi, Corpo Forestale etc etc …meno male che si combatteva la mafia. Pensate se  Toti non l’avesse combattuta ….Comunque se è a capo della Regione Liguria vuol dire che ce lo hanno messo i Liguri, e nessun altro. Quindi al prossimo cambio di vettura alzi la cilindrata Governatore e pure di qualità superiore alla Mercedes  che so’ tipo Bentley, oppure Maserati almeno rimangono i soldi in Italia, ” si fa per dire ”.

Maria Andrea- Anche lei Sansa attacca i politici per orologi,case,auto e magari colore dei calzini. Il Fatto Quotidiano insegna. Li attacchi sulle politiche.
Angela Bevere- Caro Ferruccio, io non sto con Toti neppure lontanamente, però sinceramente, pur facendomi salire la pressione per tutte le spese folli di questa regione, non solo per la sua auto, vorrei che si facesse opposizione su questioni che riguardano la mia vita quotidiana. I risarcimenti per autostrade, il verde dei parchi, la SANITÀ, che non ho capito su cosa abbia avuto una posizione alta in graduatoria…quando io ho prenotato a giugno una mappatura nei con sospetti e ho avuto appuntamento per aprile 2022, o una visita controllo oculistica per mio figlio che deve fare intervento e lho avuto per ottobre 2022. Ecco….Ferruccio mi fido di te, non facciamo o fotoreporter o gli investigatori da 4 soldi. Combattiamo con una opposizione forte severa e coesa.Grazie.
BARDINETO DALLA PAGINA FACEBOOK
DELLA SINDACA FRANCA MATTIAUDA: MI VERGOGNO, HO DOVUTO PAGARE
Il sindaco di Bardineto Franca Mattiauda con il presidente della Provincia, avv. Pierangelo Olivieri, sindaco di Calizzano

Non è la sanità che sognavo !

Tac presso Asl 2: primo posto libero a maggio 2022
Tac presso Asl 2 urgente: al momento non ci sono date libere, richiamare e sperare.
Intramoenia: appuntamento a breve – euro 279,00
Non è la mia Asl e il mio modello di sanità.
Ho prenotato come intramoenia ma me ne vergogno !
Adriana Mattiauda- “Art. 32. La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti…”. Cara Franca, purtroppo non è così come cita l’articolo della costituzione… Molti vanno via dagli ospedali e ti ricevono però in studio, privatamente, a botte di 100/150 euro a volta… C’è qualche eccezione ma, dalla mia esperienza personale , sono pochissime… Poi però in Italia ci ribelliamo per cose idiote… E qui mi fermo… Che è meglio…

Andrea Pasa segretario provinciale Cgil – Pensa che il nuovo progetto della regione Liguria in tema di socio sanitario – ReStart- prevede circa 60 ml di investimenti pubblici per recuperare le lista d’attesa provocate dal covid ……e sono tutte risorse spostate sulla sanità privata ‼️

Andrea Pasa segretario provincia Cgil
Piera Pozzi – Complimenti..a lei sindaco. (((SE TUTTE LE PERSONE CON UN AUTORITA’))denuciassero certe situazioni forse andrebbe meglio La ringrazio.
Nadia Rossi – Purtroppo ci sono passata anche io e come me chissà quante persone. Io non riesco comunque a capire perché con la mutua uno può morire prima che ti danno un appuntamento e a pagamento aspetti massimo un giorno/due. Una volta valeva il detto “basta la salute” adesso purtroppo se non hai i soldi non ti puoi neanche più curare. Triste ma vero.
Cesare Aime – Purtroppo questo è il *modello*Formigoni che, puntualmente, è stato applicato da Toti!!! Sveglia Liguri…
Marianangela Ferro – Ti costa molto meno se vai a Genova Pegli, Casa della Salute, con strumentazioni moderne e prenotazioni velocissime, se ci stanno dei privati in questi costi non si capisce perché il pubblico non ci riesca!

Anna Giacobbe (già deputata del Pd nella XVII legislatura e ha fatto parte della Commissione XI di lavoro,

L’ex deputato del Pd Anna Giacobbe

previdenza e sicurezza sociale. Ora funzionaria dello SPI Cgil della Liguria)  Se il servizio pubblico non è in grado di garantire le prestazioni entro i tempi previsti, soprattutto per le urgenze, è diritto dell’assistito avere la stessa prestazione in intramoenia o da un privato, pagando solo il ticket se dovuto. È importante che il medico di famiglia indichi nell’impegnativa il grado di urgenza, o se si tratta di programmabili, ecc. Non lo sa quasi nessuno.

Aldo Pavan – Gentile sindaca, mi scusi e non si offenda, ma io per le visite specialistiche ormai vado  a CURA Polo Sanitario di Toirano, pago poco ma ho le visite in poco tempo , e medici favolosi, e al S Corona non credo più. Ci sono in giro troppo parolai.
DALLA REGIONE LIGURIA COMUNICATO STAMPA DEL 21 MARZO 2021 – GENOVA. “Chiudiamo il primo anno di mandato con la consapevolezza di essere riusciti ad affrontare a testa alta la pandemia, garantendo un alto livello del nostro servizio regionale e salvaguardando in ogni modo la salute dei liguri. Il Servizio Sanitario Regionale nonostante il periodo di grande emergenza ha raggiunto, a chiusura dell’esercizio 2020, l’obiettivo del pareggio previsto dalla legge regionale 34/2016 a seguito dell’attivazione del piano di efficIentamento con due anni di anticipo, segnando il concludersi del percorso quinquennale avviato nel 2016.”
Avatar

Trucioli

Torna in alto