Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Savona Teatro Sacco: 12 spettacoli dal 2 ottobre. Albisola ‘Festa della ceramica di fine estate’. Grazie a Officina 900 e Pro Loco Pontinvrea

Riparte la stagione teatrale  nell’Antico Teatro Sacco di Savona. Dodici spettacoli teatrali da sabato 2 ottobre a domenica 19 dicembre. Riparte la stagione artistica «Ottobre-Dicembre» «Un Sacco di emozioni ancora insieme» dell’Antico Teatro di via Quarda Superiore. E ‘Festa della ceramica di fine estate’, evento in programma sabato 25 settembre, organizzato da Officina 900 di Albisola Superiore in collaborazione con la Pro Loco di Pontinvrea.

ULTIMA ORA DAL TEATRO SACCO- «Café des Arts», concerto spettacolo sabato 25 settembre alle 20,30(evento gratuito riservato ai soci) al Teatro Sacco di Savona. «Café des Arts», concerto spettacolo sabato 25 settembre alle 20,30 (evento gratuito riservato ai soci) al Teatro Sacco di Savona. Nel Café des Arts – Concerto Spettacolo, proposto dall’Associazione Concertato, le arti dello spettacolo e della musica di qualità si intrecciano in un unico evento. L’idea nasce nel difficile periodo pandemico per ricordare tutti dell’importanza delle arti e dello spettacolo dal vivo, evocando i floridi periodi artistici della Belle Epoque e degli anni ‘30 tra le due guerre, in una Parigi allora culla e tappa culturale obbligatoria per tutti.

Café des Arts è la tappa obbligatoria, il ritorno, la memoria: l’invito a tutte le generazioni e specialmente per i giovani a tornare a viverla dal vivo nel nostro Café. Nella stupenda cornice dell’Antico Teatro Sacco di Savona con il contributo della Fondazione De Mari, si racconta la storia dei musicisti che si ritrovano al Café con la voce narrante di Marino Campanaro e raccontano le loro speranze, le emozioni, le esperienze con musica, cultura, versi e qualche piccola sorpresa per il pubblico.  Il concerto volutamente rompe gli schemi della formalità di un concerto classico, rendendo più vicina soprattutto per i giovani una rappresentazione operistico/strumentale con una teatrale ed innovativa posizione degli strumentisti sul palco, in mezzo agli invitati. Nel programma del Café di Montparnasse Ravel, Faure, Debussy, Puccini e Rossini in compagnia dei cantanti Federica Grumiro- soprano, Cecilia Bernini-mezzosoprano, Andrea Civetta – tenore, Armando Napoletano- baritono, Marino Campanaro – attore, Sofia Villanueva – violino, Alexander Zyumbrovskiy – violoncello, Veronika Koprivica, pianoforte e direzione artistica.

Story board e programma musicale del Concerto – Spettacolo 

Un ballerino di tip tap melomane e amante della cultura(Campanaro) ritorna a Parigi, alla ricerca del caffè dove scriveva Hemingway, ma finisce in Café pieno di musicisti, che casualmente conosce.

Il cantante, che riconosce seduto a qualche tavolo di distanza, sta cercando di intonare lo spartito di Ravel e proprio dalla musica di Ravel Don Quichotte a Dulcinea… qui parte la storia dello spettacolo.

Dalle discussioni sui repertori e sui salotti musicali più interessanti dell’epoca in Europa saranno eseguite le musiche di O. Respighi: Notte, G. Faure: Claire du Lune e Apres un reve,  C. Debussy: Trio Sol maggiore, G. Puccini: Waltzer Musetta, G. Rossini: Duo Soirees Musicalles, duetto “dei Gatti”, quartetto Il Carnevale di Venezia

Per rispettare la normativa vigente sulla sicurezza anche in materia di emergenza sanitaria da Covid – 19, il Teatro ha una disponibilità di posti a sedere limitata al 50% della sua capienza. La visione dello spettacolo sarà consentita soltanto su prenotazione del posto e presentazione del green pass o del tampone con esito negativo entro le 72 ore. (EVENTO GRATUITO RISERVATO AI SOCI)

Ad inaugurare il ricco cartellone con grandi classici come «Madame Bovary» e «Il cornuto immaginario» sarà la Libera Compagnia Teatro Sacco con un doppio spettacolo sabato 2 ottobre alle 21 e domenica 3 ottobre alle 18 dal titolo «Le ultime lune» di Furio Bordon con l’adattamento di Franco Bonfanti per la regia di Achille Brugnini con Franco Bonfanti, Alessio Dalmazzone, Elena Tura. L’assistente alla regia è Carla Spinola, la fotografia è di Giancarlo Deri.

Si prosegue sabato 9 ottobre alle 21 con «Johanna Padana a la descoverta de le Americhe», uno spettacolo teatrale di Dario Fo con l’adattamento al femminile di e con Marina De Juli.

Sabato 16 ottobre alle 21 «Fragili e trasparenti come fili d’erba nella rugiada», un concerto spettacolo di teatro-canzone con Ivano Calcagno.

Sabato 23 ottobre alle 21 al Sacco di Savona Marco Baliani sarà protagonista dello spettacolo teatrale «Kohlhaas» dall’opera di “Michael Kohlhaas” di Heinrich von Kleist con l’adattamento di Marco Baliani e Remo Rostagno Regia Maria Maglietta.

Domenica 31 ottobre alle 21 «Sono bravo con la lingua» con Antonello Taurino scritto da Antonello Taurino e Carlo Turati per la regia di Antonello Taurino.

Sabato 6 novembre alle 21 e domenica 7 novembre alle 18 «Piccoli crimini coniugali», uno spettacolo teatrale di Eric-Emmanuel Schimitt con Alessio Dalmazzone e Roberta Gaggino. La regia è curata da Andrea Nicolini. La produzione è della Libera Compagnia Teatro Sacco.

Sabato 13 novembre alle 21 in scena «La fine di tutte le cose», lo spettacolo per la regia di Alessandra Schiavoni con Alessandra Frabetti

«Madame Bovary» sarà lo spettacolo teatrale di Gustave Flaubert che verrà portato in scena sabato 20 novembre alle 21 da Annig Raimondi e Antonio Rosti. La scrittura scenica e la regia è di Annig Raimondi. Lo spazio scenico e disegno luci Fulvio Michelazzi Una produzione Pacta Teatri di Milano.

Si prosegue sabato 27 novembre alle 21 «Poema a fumetti», lo spettacolo di Dino Buzzanti con Paolo Valerio, Sabrina Reale al pianoforte e la regia dello stesso Paolo Valerio.

Sabato 4 dicembre alle 21 «Anni di rigiro», lo spettacolo teatrale con musiche originali di Dario B.Caruso con Amedeo Arzarello, Martina Biale, Agnese Bosetti, Paolo Brisa, Alice Gabrielli, Adelia Garbarino, Valerio Giardini, Andrea Marenco, Mauro Rabellino, Carlo Rapetto, Simone Reburdo, Davide Santinelli, Elena Scasso, Kelly Schroter, Michela Vassallo. Musica eseguite dal vivo da: Diego Beltrame, Marco Pizzorno, Dario B. Caruso. Scene e costumi di Ivana Rossi, Santina Scasso, Donatella Violetta.

Sabato 11 dicembre alle 21 «L’intrusa» di Lidia Giannuzzi con Domenico Baldini, Roberta De Donatis, Francesco M. Giacobbe, Lidia Giannuzzi, Martina Pittaliga, Elisabetta Rovetta. Regia di Lidia Giannuzzi. Una produzione Compagnia Teatrale La Pozzanghera.

Sabato 18 dicembre alle 21 e domenica 19 dicembre alle 18 «Il cornuto immaginario» di Moliere con Guglielmo Bonaccorti, Sandro Battaglino, Susy Boiello, Antonio Carlucci, Alessio Dalmazzone, Manuela Salviati. La regia e l’adattamento sono di Enrico Bonavera Una produzione della Libera Compagnia Teatro Sacco.

Per rispettare la normativa vigente sulla sicurezza anche in materia di emergenza sanitaria da Covid – 19, il teatro ha una disponibilità di posti a sedere limitata al 50% della sua capienza. la visione dello spettacolo sarà consentita soltanto su prenotazione del posto e presentazione del «Green pass».

Info e prenotazioni 331 7739633  info@teatrosacco.com  – Antico Teatro  Sacco  www.teatrosacco.com    info@teatrosacco.com. Ingresso riservato ai soci. Diventare socio è facile.

ALBISOLA SUPERIORE: FESTA DELLA CERAMICA DI FINE ESTATE

Terra, fuoco e cielo. In tre parole c’è il succo della ‘Festa della ceramica di fine estate’, evento in programma sabato 25 settembre, organizzato da Officina 900 di Albisola Superiore in collaborazione con la Proloco di Pontinvrea. La sede è speciale: le Casermette, in località Giovo Ligure, spazio gestito da Guido Garbarino e Francesca Paviglianiti delle Ceramiche2G.

La manifestazione prende il via al mattino con l’apertura della mostra di Angelo Zilio, artista di Varese, che espone sculture in ceramica che hanno come soggetto il cavallo, una scelta che rimanda alla presenza equina sul territorio. L’inaugurazione ufficiale si terrà alle 18, con la presenza annunciata di Mara De Fanti, direttrice del Museo della ceramica ‘Gianetti’ di Saronno, che presenterà la mostra. A seguire si potrà cenare, con un piatto storico che veniva servito ai ceramisti che realizzarono la Cupola del Brunelleschi: il peposo. Particolarità di questa pietanza è che veniva cucinata in pentole di coccio nelle pareti dei forni per la ceramica.

Momento clou della serata l’apertura del forno a legna. La squadra di fuoco capitanata da Guido Garbarino e Angelo Zilio e composta da Francesca Paviglianiti, Vincenzo Randazzo, Gabriele mrCorto Resmini, Luca Pi Pellegrino e Mara De Fanti svelerà la scultura in ceramica realizzata a più mani da giovani artisti emergenti su progetto di mrCorto e LucaPi. La scultura, tributo al Comune di Pontinvrea che festeggia i 160 anni, verrà donata alla collettività e posizionata nel paese.

Alle ‘Casermette’ nel corso dell’anno si svolgono laboratori di ceramica. Officina 900 è un coworking ceramico, composto da vari artisti e appassionati di ceramica, che si incontrano per realizzare progetti sul territorio e a livello nazionale. Il nome è esplicativo della volontà di crescita che nasce dal basso puntando sempre verso l’alto, come in un’officina forte delle proprie manovalanze e ricca della moltitudine d’idee che ha sviluppato il secolo passato guardando al futuro.

Avatar

Trucioli

Torna in alto