Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Ceriale in piazza, 3° concerto all’alba. E alunni a scuola di legalità! Trucioli non deve tacere, ma la colpa è del prefetto?

Domenica 8 agosto alle ore 6.05 a Ceriale in Piazza Eroi della Resistenza si svolgerà il terzo concerto all’alba della seconda edizione della rassegna di musica classica “Momenti Musicali”. Ad esibirsi il trio “Giochi armonici” composto da Loredana Cardona al flauto, Giulio Glavina al violoncello, Metella Pettazzi all’arpa. Con la partecipazione straordinaria del soprano Laura Dalfino.

ULTIMA ORA – Compie 40 anni il premio Anthia per il libro ligure dell’anno. L’assegnazione del prestigioso riconoscimento avverra’ domenica 22 agosto (ore 21) presso l’anfiteatro all’aperto C. Vacca di Peagna, borgo medievale alle spalle di Ceriale (Sv). Alla cerimonia seguira’ una conferenza su “Ispirami l’anima. Dante nelle canzoni” di Ferdinando Molteni.
La manifestazione, a cura dell’associazione Amici di Peagna che gestisce una importante biblioteca di argomento locale, sarà preceduta da due serate dedicate alla storia e al teatro. Venerdì 20 dibattito condotto dal giornalista Stefano Pezzini su “La Liguria con il vento in poppa”, storie di vela nei nostri giorni, con rappresentanti di Museo del mare di Loano, Associazione Amici del leudo di Sestri Levante e Lega navale italiana.  Sabato 21 progetto artistico di Alessandra Munerol “Sulle tracce di Metamorfosi” con i musicisti Salvatore Coco e Ivano Vigo.

Il programma musicale comprenderà musiche di Tchaikowsky, Fauré, B.Marcello, M.Ravel, Gustavson, Rossini, J.Brahms, e non mancheranno melodie irlandesi.

Il trio nasce dalla collaborazione di tre musicisti liguri provenienti da diverse esperienze artistiche e musicali con l’intento comune di portare all’attenzione del grande pubblico un vasto repertorio originalmente scritto per tale formazione, oltre ad un nutrito numero di composizioni celebri. Il Trio concepisce ogni esibizione come un veneto artistico unico, che in sé racchiuda bellezza, magia ed incanto, allo scopo di coinvolgere l’ascoltatore in un crescendo di emozioni e vivide evocazione di atmosfere ancestrali, antiche passioni i ed epoche perdute. Con loro eccezionalmente si unisce in questo concerto di Ceriale la soprano Laura Dalfino.

Organizzazione Eccoci Eventi e Comune di Ceriale Assessorato alle Manifestazioni grazie all’Assessore Eugenio Maineri. Direzione Artistica Loredana Cardona.

CONSIGLIABILE PRENOTAZIONE POSTO A SEDERE SU WWW.TGEVENTS.IT SEZIONE “PRENOTA IL TUO EVENTO” OPPURE TELEFONARE ECCOCI EVENTI 0182554886.  INGRESSO GRATUITO CONSENTITO FINO AD ESAURIMENTO POSTI A SEDERE PRESTABILITI. È RICHIESTA LA CERTIFICAZIONE VERDE “GREENPASS” IN ALTERNATIVA LA CERTIFICAZIONE DI EFFETTUAZIONE TAMPONE ENTRO LE 48 ORE DALL’EVENTO.

Il 27 maggio 2021 trucioli.it  titolava:

Educazione alla legalità. La Polizia Locale di Albenga

insegna ai bambini di Ceriale il rispetto delle regole

Il Piano di Polizia Locale Vannucci/Montan, oltre all’aspetto repressivo legato in particolare alla lotta contro microcriminalità e il contrasto alo spaccio di stupefacenti portato avanti dall’Ufficio Sicurezza Urbana, prevede anche un’importantissima attività preventiva di educazione alla legalità svolta con le scolaresche delle scuole di Albenga e di quelle dei comuni limitrofi in una più ampia ottica di valorizzazione del comprensorio ingauno.

L’Ispettore Gianluca Dagnino – che nel progetto viene supportato anche dall’agente scelto Barbara Dell’Olio –  ha tenuto una video lezione ai bambini delle elementari delle scuole di Ceriale. Durante l’incontro si è parlato del rispetto delle regole e si sono affrontati anche altri temi importanti quali il bullismo, il riciclo dei rifiuti e molto altro con una parte di lezione dedicata anche al tentativo di trasmettere ai bambini la capacità di “potersela cavare” in particolari situazioni di difficoltà (“Cosa faccio se….). Gli alunni hanno avuto modo di imparare divertendosi attraverso quiz, giochi e cartoni animati realizzati dall’Ufficio Legalità della Polizia Locale di Albenga.

Afferma l’Ispettore Dagnino: “Purtroppo la situazione attuale ci impedisce di presenziare direttamente nelle scuole a causa della pandemia Covid19, ma, grazie alla nostra dotazione informatica, siamo riusciti ad organizzare online alcuni momenti partecipativi con i bambini delle nostre scuole e ora con quelli delle scuole elementari di Ceriale. Il nostro obiettivo è quello di impartire ai bambini alcune piccole nozioni attraverso attività interattive e di gioco e siamo estremamente felici del riscontro positivo che stiamo continuando ad ottenere”.

L’assessore alla sicurezza Mauro Vannucci afferma: “L’educazione alla legalità, fin dalla più tenera età, quale strumento educativo e di prevenzione è e resterà sempre, una delle nostre priorità. Questo progetto che si riferisce sopratutto ai nostri giovani non ha l’ambizione di eliminare il problema del disagio sociale di alcuni, ma sicuramente ha l’obiettivo di contenere e ridurre il più possibile detto fenomeno”. Il sindaco Riccardo Tomatis: “Il tema del rispetto della legalità è importantissimo e, quando esiste, fa funzionare tutti gli aspetti del nostro vivere sociale. Le persone per bene non si comportano correttamente solo perché hanno paura delle sanzioni, ma perché credono fermamente che sia giusto farlo. Educare i ragazzi a ciò credo sia fondamentale”.

COSA ACCADE DA ANNI SULLA VIA AURELIA NELL’AREA URBANA DI CERIALE ?

LA POLIZIA LOCALE RIPETE DI NON AVER UOMINI A SUFFICIENZA PER FAR FRONTE A SEQUESTRI DI AUTOMEZZI CON CUI VENGONO VENDUTI, IN SPREGIO AD OGNI NORMA SANITARIA E FISCALE, PRODOTTI ORTOFRUTTICOLI, A VOLTE RECLAMIZZATI PURE CON AUTOPARLANTI, CON PROVENIENZA IGNOTA.

GLI ABUSIVI FANNO CONCORRENZA OLTRE CHE AI COMMERCIANTI, AI PRODUTTORI AGRICOLI DELLA PIANA. NON SI NASCONDONO, NON SCAPPANO, A VOLTE METTONO AL RIPARO PARTE DEL CARICO IN MODO CHE SE DOVESSE ESSERCI UN SEQUESTRO, UN VERBALE, NON PERDONO TUTTO.

CHI SI SAREBBE RIVOLTO AL PREFETTO (?), DURANTE RIUNIONI DEL COMITATO PER LA SICUREZZA E L’ORDINE PUBBLICO, GLI SAREBBE STATO DETTO CHE NON CI SONO FORZE A SUFFICIENZA PER FAR FRONTE AL FENOMENO CHE DI ANNO IN ANNO VEDE L’INVASIONE IN RIVIERA, A CERIALE IN PARTICOLARE,  DI ATTIVITA’ LA CUI ORIGINE PROVIENE DA LOSCHI AFFARI DI ORGANIZZAZIONI MAFIOSE  COME HA DOCUMENTATO UNA INCHIESTA DI RAI 3 SUL POTENTE ‘CLAN MOCCIA’. CHE OPERA NON  SOLO AL SUD. E I PARLAMENTARI SAVONESI, LIGURI, DELLA ‘LEGA DELLA LEGALITA’ SE HANNO  PRESENTATO INTERPELLANZE AI MINISTRI COMPETENTI ? INTERNO, DIFESA, FINANZE, SANITA’ ? COSA RISPONDONO ?

Leggiamo spesso su mass media più amati dai savonesi e diffusi di retate e sequestri di merce contraffatte o taroccate sulle spiagge e lungomare. Poche decine di migliaia di euro e nessuno pagherà mai quelle sanzioni. E’ un fenomeno italiano, forse di altri paesi che si affacciano sul Mediterraneo, non nelle città del centro e nord Europa. Chi produce e fornisce quel materiale ai sventurati e spesso affamati extracomunitari ? Fabbriche e trafficanti di stampo mafioso, siano essi nazionali o cinesi ?

Hanno paura i consiglieri leghisti savonesi, a Ceriale e Albenga ci sono pure due agricoltori ? La gente di Ceriale, commercianti inclusi e da noi ascoltati, dicono di essere intimoriti. Siamo in Italia, ognuno fa i fatti propri. Quei signori che ‘si guadagnano il pane’, non operano di nascosto, sfidano lo Stato, le istituzioni locali e nazionali.  Sapendoli più deboli in una democrazia sempre più malata che bada a farsi propaganda reciproca piuttosto che rivelare, come spesso si vede in coraggiose trasmissioni di Rai 3 e La 7, cosa accade nel ‘mondo di sotto o di sopra’.

La storia che meglio lasciarli in pace, piuttosto che vederli delinquere, perchè alla fine ricorrono contro multe e sanzioni che non pagano, non sono loro i proprietari dei  automezzi con cui operano, mettono comunque in conto che un sequestro vale pur sempre rischiare rispetto ad un’intera stagione di lavoro ambulante sulle strade, dalla costa ai paesi dell’entroterra, della vallate. Anzi, con gli anni sono all’opera anche nei mesi invernali, autunnali. Cambia l’offerta.

C’è una penetrazione sistematica e ‘silenziosa’ che dovrebbero mettere in guardia gli stessi servizi di ‘intelligence’. Lo sanno e riferiscono a chi di competenza. Alla Commissione antimafia, all’Autorità giudiziaria, a chi rappresenta lo Stato nel territorio ? Invece silenzio. I media si occupano di altre notizie più pregnanti. Siamo di fronte a scelte politiche di cui si ignora il fine, il ‘baratto’ ?

E LA SCRITTA: LA VOSTRA INVIDIA E’ LA MIA FORTUNA

Ceriale che ha continuato, ora più ora meno, periodo del Covid escluso, ad ospitare ormai da qualche decennio la prostituzione notturna in più tratti dell’Aurelia e che in parte coinvolge pure Albenga. Ma in questo caso a tirare i fili sono altre organizzazioni che operano a livello europeo con la copertura di una certa criminalità ligure e locale. Perchè accade sempre e solo a Ceriale ?  Gli ambulanti abusivi non si spostano con l’Ape ma con automezzi nuovi e moderni, migliaia miglia di euro.  Tutti poveretti ?

 

Avatar

Trucioli

Torna in alto