Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Alassio la festa di Sant’Anna. Albenga il Palio medioevale. Loano 400 mila € per l’arena Giardino del Principe

Le tre cittadine rivierasche alle prese con tre diverse notizie estive.  Certo che non si può mettere sulla stesso piano una festa patronale (Alassio), un ‘Palio Medioevale’ (Albenga), con un intervento finanziario molto atteso di 400 mila € (Loano) che interesse l’arena estiva di Giardino del Principe dove si ospitano spettacoli, serate culturali, appuntamenti musicali anche di rilevante richiamo, non solo per la cittadina. Seguiamo dunque le tre cronache, in due casi fotocronache di Silvio Fasano.

LOANO, 400 MILA € PER LA MANUTENZIONE  DELL’ARENA ESTIVA DEL GIARDINO DEL PRINCIPE. IL CRONOPROGRAMMA  DEGLI INTERVENTI 

Ccomunicato stampa – Via alla riqualificazione del Giardino del Principe di Loano: interventi per 400 mila euro
Loano. Ammontano a circa 400 mila euro gli interventi di manutenzione dell’arena estiva del Giardino del
Principe di Loano.
La prima serie di lavori programmati dall’amministrazione comunale del sindaco Luigi Pignocca prenderà il
via il prossimo autunno e dovrebbe concludersi entro la primavera 2022. In questa fase il progetto
prevede, tra gli altri, il miglioramento dell’insonorizzazione acustica; la verifica e la messa in sicurezza
delle strutture antincendio, delle vie di fuga e degli apparati per la sicurezza di operatori e pubblico; il
rifacimento dell’impiantistica (luci, audio, impianti elettrici e palco).
Più in generale, il progetto di riqualificazione dell’arena estiva loanese redatto dall’architetto Roberto
Burlando di Genova è suddiviso in quattro lotti funzionali.
Una prima tranches di interventi prevede la sistemazione della recinzione sul lato stradale, l’adeguamento
e la verifica della muratura di pietra, la pulizia ed il recupero della Loggia del Principe per un suo utilizzo
futuro. Inoltre, verranno sistemati e messi in sicurezza gli accessi e la biglietteria, i servizi igienici ed il
bar. Verrà poi effettuato un importante intervento di mitigazione dell’impatto acustico mediante
l’inserimento, sulla recinzione che dà su viale Martiri della Libertà, di barriere antirumore e di sensori sui
ricettori più “delicati” e impattanti, al fine di verificare eventuali sistemi di ulteriore miglioramento. Tali
interventi prenderanno il via tra qualche mese e dovrebbero concludersi entro Pasqua 2022, in tempo per
la nuova stagione estiva. L’investimento per questa prima tranches di lavori ammonta a 150 mila euro.
Una seconda serie di lavori prevede la ridefinizione della vera e propria arena con la creazione di “sistemi
modulari” mobili in grado di suddividere la platea (da circa 900 posti) in spazi di dimensioni più contenute
da 100, 200 o 500 posti. Ciò comporterà la sostituzione delle sedute e la sistemazione della
pavimentazione. Sempre in questa seconda fase verranno sostituiti e spostati i camerini (subito dietro il
palco) al fine di creare un percorso riservato agli artisti. I lavori del secondo lotto dovrebbero partire nella
primavera 2022 per concludersi entro l’estate dello stesso anno. L’arena dovrebbe tornare fruibile entro la
primavera del 2023. L’investimento per questa seconda tranches ammonta a 110 mila euro.
Ad essere oggetto di interventi sarà anche il “Parco dei bambini”, l’ampio spazio ombreggiato rivolto verso
Palazzo Doria e dotato di un piccolo palco eventi, di servizi e una parte di “hospitality”. Tale area è dotata
di un proprio ingresso e perciò può funzionare in maniera indipendente dall’arena e fungere, in occasione
di eventi importanti, in punto di ricettività e ospitalità per molti spettatori. Questo “pacchetto” di lavori
sarà calendarizzato in un secondo tempo e richiederà un cantiere della durata di circa sei mesi.
L’investimento è pari 55 mila euro.
La quarta e ultima tranches di lavori riguarderà il recupero della Loggia del Principe che sovrasta l’arena
estiva nell’angolo nord-est. Secondo il progetto, questo spazio potrebbe diventare un bookshop, una
biglietteria, un infopoint e un accesso alle mura da visitare anche fuori dagli orari di apertura dell’arena in
concomitanza con gli eventi. Completerà l’intervento una migliore fruizione degli spazi verso il muro di
perimetro e la sistemazione dell’illuminazione scenografica e monumentale di tutte le parti storiche del
complesso. I lavori dovrebbero durare circa sette mesi e costare 85 mila euro.
Gli interventi verranno concordati con la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio e con Arpal.

S.Fasano

S.Fasano

Torna in alto