Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Lettere a trucioli / 1 – Noi gestori di rifugi
2 – Grave declassamento sanitario all’Asl 1
3 – Sanremo: la via Crucis di don Orione

Grazie una volta di più per il vostro impegno su tale tema a noi molto caro: rileggiamo assieme a voi l’articolo che Luciano Corrado aveva scritto undici anni fa su( http://www.truciolisavonesi.it/index.php?option=com_content&view=article&id=2329:addio-rocca-barbena&jjj=1501021356226 ) che racconta una storia più lontana nel tempo. La battaglia continua….
Grazie di cuore. Simona e Fabrizio, ex Rifugio Trekking House Rocca Barbena, ex Rifugio Pian dei Corsi Rialto(SV)

OSPEDALE DI SANREMO, REPARTO DEL DR. CONIO

E LE SCELTE DELL’ASSESSORE ALLA SANITA’ DELLA LIGURIA
La notizia del Declassamento del Reparto di Gastroenterologia di San Remo a Struttura Semplice. (Vedi trucioli della scorsa settimana…..) è gravissima, poiché rende sempre più conto di quanto sia realistica, ancorché inappropriata, l’etichetta di azienda appiccicata alle strutture sanitarie. Trattandosi di Struttura Semplice, non richiede un Primario, né, soprattutto, la competente retribuzione, così come si vorrebbe affidare a degli infermieri anziché a dei Medici alcune pratiche assistenziali, non già perché gli infermieri sono particolarmente formati ed evoluti, ma, semplicemente, perché costano di meno rispetto ai Medici. Si deve altresì osservare che i fondi di una Struttura Semplice sono stanziati nell’ambito di quelli assegnati alla Struttura Complessa di riferimento e, quindi, con tutta probabilità, di entità inferiore rispetto a quanto disponibile in precedenza.
Approvabile, invece, la creazione di Dipartimenti per gruppi di discipline, come, ad esempio, i vari Dipartimenti di Scienze Chirurgiche o di Medicina Interna.

dr. Roberto Borri (Alessandria)

SANREMO LA VIA CRUCIS

Via Crucis all’Opera Don Orione, Venerdì 22 Marzo 16hoo Opera Don Orione via G. Galilei.

Il maestro Vitaliano Gallo

VIA  CRUCIS celebrata da Don Gianni Castignoli, concelebrano Don Graziano e Don Giorgio, all’organo Vitaliano Gallo con il coro dei Volontari. Coordinamento Sig. Fabrizio Rinaldi.

La Chiesa di Gerusalemme manifestò molto presto la sua attenzione per i « luoghi santi ». Reperti archeologici attestano l’esistenza di espressioni di culto cristiano, già nel secolo II, nell’area cimiteriale dove era stato scavato il sepolcro di Cristo. Alla fine del IV secolo, la pellegrina Eteria ci dà notizia di tre edifici sacri eretti sulla cima del Golgota: l’Anastasis, la chiesetta ad Crucem, a grande chiesa- il Martyrium – (cf. Peregrinatio Etheriae 30). E ci informa della processione che in certi giorni si snodava dall’Anastasis al Martyrium. Non si tratta, certo, di una via Crucis o di una via dolorosa. Come non lo è la via sacra, una sorta di cammino attraverso i santuari di Gerusalemme, che si desume

Don Gianni Castagnoli

dalle varie « cronache di viaggio » dei pellegrini dei secoli V e VI. Ma quella processione, con i suoi canti e il suo stretto legame con i luoghi della passione, è ritenuta da alcuni studiosi una forma embrionale della futura Via Crucis ”.

A cura di: Piero Marini Maestro delle Celebrazioni Liturgiche Pontificie

 

Avatar

Trucioli

Torna in alto