Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Cairo M. sicurezza e governo della paura
Roma: il sen. Ripamonti censura il ponente

Dopo Savona il Centro di documentazione Logos, presenta a Cairo Montenotte, al Circolo P. Neruda di via Romana, gli effetti pratici del decreto sicurezza varati dal governo Conte, Salvini, Dio Maio. I)ntroduce Fabio Galleio, interventi dell’avv. Sergio Acquilino, Irma Dematteis, Riccardo Morielli. Al motto “informare è un dovere”, si parlerà di una riforma che “lede diritti fondamentali”. Leggi anche il senatore leghista Ripamonti, ex assessore a Savona della giunta Caprioglio, interviene sulla scelta “tempismo rivedibili” del Piano provinciale rifiuti dei sindaci del ponente savonese alla vigilia di elezioni comunali in 44 comuni su 69. Forse non ha tutti i torti.

COMUNICATO STAMPA – Piano provinciale rifiuti, Ripamonti (Lega), scelta legittima, tempismo rivedibile

Paolo Ripamonti senatore leghista del ponente ligure con 114.589 voti, da record storico

Roma, 13 mar – “Prendo atto che i comuni dell’ambito del ponente savonese hanno ritenuto di puntare sulla gestione in house con Albenga comune capofila. Nulla da dire sulla legittimità e sulla liceità della scelta, che naturalmente rispetto, confidando che possa avere ricadute positive sui cittadini del nostro territorio. Ho tuttavia qualche perplessità circa l’opportunità, dal punto di vista del tempismo, prima che politica, di una decisione assunta a metà marzo, a circa due mesi dal voto amministrativo che vedrà il rinnovo di ben 44 comuni su 69 in provincia di Savona. Questo lo affermo anche a scapito dei numerosi sindaci della Lega della nostra provincia che andranno al rinnovo: per una questione di rispetto nei riguardi delle future amministrazioni che, a prescindere dal loro colore politico, si insedieranno a fine maggio, sarebbe stato probabilmente più opportuno attendere dopo le elezioni. So che in molti condividono questa perplessità, spiace che abbiano prevalso altre logiche”.

Lo dichiara Paolo Ripamonti, senatore ligure della Lega.

COMUNICATO STAMPA –

Modalità di affidamento del servizio di gestione rifiuti: l’Ato sceglie l’in house providing

Albenga sarà il Comune Capofila. Melgrati: Felice si sia scelta la soluzione che avevamo individuato in maniera lungimirante.

Marco Melgrati sindaco febbraio 2019 al suo terzo mandato, ex capogruppo regionale per Forza Italia di cui è vice segretario regionale e presidente di Politica per passione

L’incontro, martedì mattina, presso la sala consigliare della Provincia di Savona. Alla presenza del presidente Pierangelo Olivieri, del direttore generale Giulia Colangelo e dei dirigenti e funzionari del settore ambiente della Provincia sono stati convocati i sindaci del comuni della Provincia di Savona del Bacino di Affidamento Ponente. “All’ordine del giorno – racconta Marco Melgrati, sindaco di Alassio – la scelta della modalità di affidamento del servizio di gestione dei rifiuti. Tre le possibilità sul piatto: una gara ad evidenza pubblica che avrebbe individuato un gestore privato, la creazione di una società mista pubblico/privato con gara d’appalto per il socio privato, oppure la gestione in house providing”

“Sono particolarmente soddisfatto della scelta dell’Assemblea dei sindaci che ha approvato a larga maggioranza la gestione in house providing, confermando l’intuizione dell’amministrazione comunale di Alassio che in maniera lungimirante aveva già scelto di aderire, con quota dell’1% alla società SAT di Servizi Ambientali, interamente pubblica, già operante sul territorio del savonese e che recentemente ha acquisito il servizio in house del Comune di Albenga”. Contestualmente è stato individuato proprio nel Comune di Albenga, il Comune capofila che dovrà predisporre la delibera tipo che nelle prossime settimane dovrà essere approvata dai Consigli Comunali dei Comuni dell’Ato. Il passo successivo sarà quello di ratificare in una nuova assemblea dei sindaci, la decisione di fatto già assunta come indirizzo”.

Avatar

Trucioli

Torna in alto