Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Pieve di Teco, si perde il pelo ma non il vizio.
Ormea, 1 milione nel nuovo polo logistico
per fortuna che c’è Acqua San Bernardo

Le urne avevano premiato il sindaco al suo terzo mandato e bocciato, per la terza volta, il ritorno di un ex sindaco. Chi avrebbe immaginato, tra i cittadini elettori, che la scelta della maggioranza (da rispettare) si sarebbe trasformata in una nuova ‘corrida’ ? Dove la minoranza (ormai con ruoli e competenze risicate al minimo, pur sempre con un compito di controllo) c’è chi la vuole rilegare nel banco dell’asino. E’ vero, per tanti pievesi, si potrebbe invocare il detto: se va bene cosi…se contenti voi…Ma a leggere nero su bianco la lettera di tre consiglieri  emerge l’inerzia, l’incapacità, la supponenza (oppure la grande opera meritocratica) portata avanti dal sindaco Alessandri e che finirebbe per arrecare danni  nell’ambito dell’Unione dei Comuni. ULTIMA ORA – A Ormea inaugurato il nuovo polo logististico di Acqua San Bernardo Spa, con un investimento di 1 milione di € ed in prospettiva ulteriori stanziamenti ed ampliamenti. Leggi a fondo pagina.

Si cita, ad esempio, ‘inerzia fattuale e prolificità burocratica di cui l’unico effetto è stato di sovraccaricare le incombenze degli uffici del Comune  di Pieve‘. Si fa presente che già il prefetto era intervenuto con un severo richiamo ed avvertimento scritto. La convivenza democratica e perchè no civile, si è abbassata al punto che una parte dei rappresentanti eletti dal popolo (in maggioranza) abbandona la seduta facendo mancare il numero legale quando l’opposizione voleva intervenire sull’elezione dei rappresentanti del Comune di Pieve nel Consiglio dell’Unione. Ora la scelta dei tre consiglieri di scrivere una lettera ai media perchè informino, a loro volta, i lettori, starebbe a testimoniare che da una parte si vuole il rispetto di norme e comunque di buon senso, dall’altra (in attesa di una risposta, meglio se affidata ad un comunicato) si porta avanti la strategia di chi perde il pelo ma non il vizio. A meno che, è bene dirlo, il terzetto dopo la delusione elettorale non si diverta ad inviare ai mass media ‘letterine ‘ e documenti per ‘passare il tempo’, mettere il primo cittadino in cattiva luce. Anche se lui non trema, non molla.  Tiro dritto. Teme solo l’amica Imperia Tv. Mentre in Municipio altri sudano sette camicie per  una vallata che da anni cerca di rialzarsi. E dopo tanta fatica e ‘brillanti risultati‘, di cui la comunità tutta ne beneficia ed è testimone, sono ripagati con la ‘cattiva pubblicità‘ del loro operato.

Se le cose stanno davvero così al sindaco ed ai suoi non resta che chiedere l’intervento di uno psichiatra.  Per la serie: tutti matti da legare. Peccato che proprio il seggio dei pievesi che vivono in centro, quelli che dovrebbero essere più sensibili, testimoni del termometro sociale, commerciale, economico, si siano rassegnati  a ‘non cambiare’, va bene così, Alessandri non si tocca. Fino a quando ? Non era forse meglio un dissenso da diserzione alle urne ?  Un sindaco, una volta eletto, raccontavano i nostri vecchi, dimenticava da dove provenivano i voti, per essere il ‘padre di una grande famiglia‘, senza distinzioni di etichetta, di casta, di appartenenza. Senza debiti di riconoscenza verso i suoi elettori. L’esatto contrario della tradizione che ormai pare abbia preso possesso del ‘Municipio’ di Pieve di Teco. A meno che il futuro i ‘bambinello’, dalla grotta di Natale, non faccia miracoli.

ACQUA S.BERNARDO SPA INAUGURA IL NUOVO POLO LOGISTICO

La cerimonia del taglio del nastro nel nuovo polo logistico di Acqua San Bernardo a Ormea

COMUNICATO STAMPA – Con una breve cerimonia, il direttore generale e amministratore delegato di Acqua S.Bernardo, Antonio Biella e il direttore di stabilimento e amministratore Gianluigi Delforno,  hanno inaugurato il Nuovo Polo Logistico e Magazzino Prodotto Finito di Ormea. Un incremento della volumetria di magazzino finalizzata anche a programmare un’ulteriore crescita produttiva del sito di Ormea.

All’evento organizzato direttamente all’interno della struttura di via A.Piaggio a Ormea, hanno preso parte diverse autorità locali, civili e militari e i progettisti Paolo Boch, Fabio Galvagno e Aldo Acquarone, oltre ai vertici delle imprese che hanno realizzato il cantiere come LPM Prefabbricati e Saisef. E’ stato il parroco di Ormea, don Almo Cedro a benedire i locali prima del taglio del nastro.

Acqua S. Bernardo ha investito nel nuovo Polo Logistico e Magazzino Prodotto Finito circa un milione di euro euro. Si tratta dell’ennesimo segnale di come l’industria di proprietà del Gruppo Montecristo creda nel territorio da cui sgorga la sua acqua e nella sua gente.

S.Bernardo rappresenta la perfetta unione di qualità, tradizione ed eleganza. La sua fonte ha origine nelle Alpi Marittime, a un’altezza di 1.300 m, in un ambiente sano e incontaminato. Conosciuta sin dal 1926 per la sua leggerezza e per le eccellenti caratteristiche organolettiche, dagli anni novanta è anche espressione del design italiano, grazie alla sua inconfondibile bottiglia “Gocce”, disegnata da Giorgetto Giugiaro. Ancora oggi icona di stile. Distribuita nei canali retail, ho.re.ca e door to door, è disponibile in una gamma completa di formati in vetro e pet.

Da maggio 2015 è tornata di proprietà italiana entrando a far parte del Gruppo Montecristo. S.Bernardo  ha una lunga tradizione di qualità e uno stile tutto italiano con una crescita a due cifre: oggi Acqua S.Bernardo vanta la copertura italiana e l’apertura a nuovi mercati in Europa e nel mondo. Questo il grande risultato della storica azienda tra le acque minerali, tornata italiana da 3 anni e guidata dal direttore generale Antonio Biella, classe 1978, che con il suo team ha riportato lo storico brand piemontese sulle tavole italiane e cosmopolite. Acqua S.Bernardo che si distingue per leggerezza, ph neutro e una bassa presenza di nitrati e nitriti, presenta elementi fondamentali alleati del benessere.

Acqua S.Bernardo fa parte del gruppo Montecristo diventato uno dei principali produttori di bevande gasate e asettiche specializzato nelle private label, e  attivo nella distribuzione in tutti i canali moderni. Oggi produce 500 milioni di bottiglie, 90 milioni di fatturato, 4 stabilimenti e 190 dipendenti.

Avatar

Trucioli

Torna in alto