Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Andora ‘vola’ nella terra di Heyerdahl: promozione turistica e agricoltura (dill)

Nel 2019, l’apertura ad Andora di un museo sull’esploratore, in collaborazione con l’Istituto Thor Heyerdahl di Larvik, il Museo Kon-tiki di Oslo ed è in elaborazione un film realizzato da una casa di produzione di Torino. Ora un viaggio del sindaco Demichelis nella terra del mitico esploratore che aveva scelto Colla Micheri come la sua seconda ‘patria’. L’obiettivo è promuovere, con reciproco impegno, lo scambio turistico e socio – culturale – storico tra due città. Senza dimenticare che negli anni del boom turistico in Riviera c’era una considerevole presenza di turisti norvegesi. Ma pochi  liguri ricordano quando in Novergia arrivavano gli arei, da Villanova d’Albenga, carichi di dill che ora potrebbe tornare di moda nei menù del Nord Europa.

Il sindaco Mauro Demichelis e gli amministratori di Larvik in Norvegia

COMUNICATO STAMPA – Il legame fra Larvik e Andora nel nome di Thor Heyerdahl esiste da sempre, ma finalmente grazie al Gemellaggio firmato nel settembre scorso ad Andora, si concretizzerà con una serie di iniziative volte a creare  un movimento d’interesse verso Colla Micheri e Andora sia dall’Italia che dalla Norvegia. Sono numerosi i progetti al centro della visita a Larvik del Sindaco Mauro Demichelis che fino a domani sarà ospite del comune norvegese proprio per definire le collaborazioni che vedranno fra l’altro l’apertura, nei primi mesi del 2019, di un Museo di carattere etnografico, dedicata a Thor Heyerdahl in una sezione del Museo Mineralogico Luciano Dabroi.

I norvegesi sono molto interessati a conoscere la parte di vita che Heyerdahl ha trascorso ad Andora.  Il museo sarà una vera e propria sede andorese dell’Istituto Thor Heyerdahl di Larvik dove, oltre a foto e documenti inediti, ci saranno oggetti messi a disposizione dal Museo Kon-Tiki di Oslo e dalla famiglia che ringraziamo per la grande disponibilità – ha spiegato Demichelis che accompagnato dal sindaco di Larvik, Rune Hoiseth, dall’Assessore l’Assessore allo sport e alla Cultura Bard Jacobsen, ha visitato la Larvik Kultureskole e il quartiere di Stavern, dedicato all’arte, in vista di future collaborazioni con il polo culturale di Palazzo Tagliaferro e con le scuole di Andora – Abbiamo messo anche le basi per la creazione di un evento da realizzarsi ad Andora che metta in evidenza i punti di contatto sia culturali che enogastronomici con Larvik, con la creazione di un menù che unisca  i prodotti tipici di entrambi i comuni, stoccafisso, pescato fresco, dill, basilico solo per fare qualche esempio. In previsione anche eventi sportivi. Con Larvik abbiamo punti in comune anche dal punto di vista amministrativo visto che anch’esso ha aderito ad una Unione di Comuni”

A Larvik, il sindaco di Mauro Demichelis, accompagnato dall’andorese Renata Tiramani, amica di Heyerdahl e della sua famiglia, ha incontrato la Direttrice dell’Istituto Thor Heyerdahl, Beate Bjorge,  il Presidente dell’Istituto Thor Heyerdahl, Knut Pihl e i responsabili di gallerie d’arte e dei progetti culturali per i ragazzi. In programma, anche un incontro con il Vice Ambasciatore d’Italia a Oslo, dottor Antimo Campanile e una visita, con il vice sindaco di Larvik, Olav Nordheim, a un cantiere navale e  alla ditta Lundhs As, che realizza oggetti di design con la pietra nera tipica del comune.

Fra le iniziative avviate sarà presentata anche quella del film director Franco Dipietro che, con la casa di produzione DUEL Film di Torino, sta girando un film dedicato al grande esploratore, che ha ottenuto finanziamenti dalle Regioni Liguria e Piemonte. Sono state già realizzate molte riprese sia a Colla Micheri che ad Andora per raccontare la vita andorese di Thor Heyerdahl, intervistando i famigliari, coloro che l’hanno conosciuto e hanno lavorato con lui come il fotografo Walter Leonardi che lo ha seguito nei suoi viaggi. La casa di produzione sta chiedendo i diritti anche su materiali d’epoca girati dalle televisioni norvegesi con l’obiettivo di creare un film che dia un quadro esaustivo della vita di Heyerdahl in Liguria.

A LARVIK LE ISTALLAZIONI ARTISTICHE ISPIRATE

ALLE ARDESIE DI BORGATA CASTELLO DI ANDORA

COMUNICATO STAMPA – Due anni fa, nel corso di una visita, il sindaco di Larvik le aveva viste e ha deciso di sviluppare l’idea nel comune norvegese. Larvik come Andora. Sui muri di vie e località del comune norvegese in cui è in visita in questi giorni il sindaco Mauro Demichelis, è possibile leggere belle poesie di autori nazionali. Le istallazioni sono nate ispirandosi alle piccole lastre in ardesia presenti sul sentiero che porta a Borgata Castello.

    “Due anni fa – spiega il sindaco Mauro Demichelis– l’Assessore Maria Teresa Nasi aveva portato la delegazione di Larvik, guidata dal sindaco Rune Hoiseth, in visita al Castello e alla Chiesa dei SS Giacomo e Filippo: hanno visto le lastre con incise le poesie e sono rimasti affascinati dall’idea che hanno sviluppato in maniera molto intelligente ovvero mettendo installazioni in vari quartieri e in vari comuni, creando un ulteriore percorso turistico dedicato ai poeti”.

Visto l’ispirazione Italiana, il primo cittadino di Andora è stato invitato a completare il disegno di una nuova poesia, questa volta incisa in una roccia.

Auspichiamo che magari in futuro anche una poesia di un autore ligure possa essere incisa su un ulteriore installazione del comune gemellato – ha dichiarato il sindaco – Il tema del mare, la tradizione della pesca e quella navale sono certamente importanti punti di contatto con Larvik che ho potuto constatare nelle visita i questi giorni anche ad importanti realtà economiche interessate a future collaborazioni.Con il sindaco Rune Hoiseth si è lavorato molto con un’energia creativa che certamente porterà a realizzare progetti culturali e turistici concreti. Il legame fra Larvik e Andora è sempre stato forte, ma sono contento che questa Amministrazione sia riuscita con il Gemellaggio a mettere le basi per un laboratorio di idee che porterà a risultati concreti: fra i primi, l’apertura di un Museo permanente dedicato a Thor Heyerdahl, realizzato in collaborazione con l’Istituto Thor Heyerdahl, il museo Kon-Tiki di Oslo. Il Comune di Larvik crede fortemente che sia possibile creare un flusso turistico con la Norvegia che è curiosa di conoscere meglio Colla Micheri e Andora, il luogo prescelto dal grande navigatore per vivere”.

60 MILA EURO E 90 BENEFICIARI I CONTRIBUITI DEL COMUNE

PER PAGARE LE BOLLETTE DEL GAS E DELLA LUCE DI FAMIGLIE IN DIFFICOLTA’

Patrizia Lanfredi assessore ad Andora

COMUNICATO STAMPA – Stilata la graduatoria del progetto dell’Assessorato ai Servizi sociali destinato alle fasce deboli della popolazione. Oltre 60.000 euro di contributi per aiutare le fasce deboli della popolazione a pagare le bollette del gas e della luce. E’ stata stilata la graduatoria del progetto curato dall’Assessorato ai Servizi Sociali del Comune di Andora che vede ben 99 beneficiari che avranno come un rimborso per le utenze pagate o per quelle da saldare, importi fra i cento e i mille euro a seconda della fascia di reddito ISEE e delle bollette consegnate agli uffici.

Il bando prevedeva, infatti, l’aiuto al pagamento per i consumi fatturati fra luglio 2017 e giugno 2018. Le domande, che dovevano essere presentate entro la fine di agosto, sono state tutte accolte. Il fondo di tutela per il consumo di gas da parte delle fasce deboli è stato creato nel 2013, con risorse che derivano in parte dell’incremento del canone di concessione pagato dal gestore per la distribuzione del gas, ma quest’anno l’Amministrazione lo ha ampliato anche alle bollette dell’energia elettrica. “In un momento così delicato per le famiglie che stentano a superare le difficoltà create dalla crisi economica siamo riusciti ad utilizzare al meglio  questa opportunità di aiuto: abbiamo predisposto un bando che ha permesso di rimborsare anche il pagamento delle bollette dell’energia elettrica e di distribuire tutti i soldi a disposizione – ha spiegato Patrizia Lanfredi, Assessore ai Servizi Sociali del Comune di Andora – I fondi, infatti, sono vincolati e non possono essere utilizzati per altri investimenti. Siamo soddisfatti che la campagna informativa promossa dall’Assessorato abbia fatto conoscere il progetto  a un maggior numero di andoresi in difficoltà e che tutte le domande siano state accolte”

AFFRONTARE LE CRISI SOGNANDO IL PAESE DELLA CUCCAGNA

AD ANDORA IL CONVEGNO “La più utopica delle utopie” 

COMUNICATO STAMPA – Come si reagisce ai momenti di crisi se non si hanno le risorse per riprogrammare il proprio destino? Sognando il paese della cuccagna, dove si mangia e si bene senza far nulla, dove il denaro non è necessario perché tutto viene dato gratuitamente. Un utopia, diranno molti. Una possibilità per altri. Di fatto è un tema che torna ciclicamente nella storia dell’uomo e che sarà al centro del convegno “La più utopica delle utopie: Il Paese della Cuccagna” che apre programmazione culturale autunnale di Palazzo Tagliaferro.

Una due giorni, in programma  sabato 20 ottobre e domenica 21 ottobre dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00, ricca di interventi con prestigiosi relatori che disserteranno sul tema delle utopie. “Il Convegno va ad arricchire il grande mosaico di iniziative promosse dal Comune di Andora e da CE Contemporary, nell’ambito della programmazione culturale di Palazzo Tagliaferro, dice Christine Enrile direttrice artistica di Palazzo Tagliaferro.

Oltre che un momento di riflessione, il prestigioso polo culturale andorese offre  ancora una volta motivo di approfondimento ed analisi su tematiche di interesse antropologico, sociale e politico. E’, inoltre, importantissimo sottolineare che la partecipazione all’incontro ha valore di corso d’aggiornamento per gli insegnanti di ogni ordine e grado essendo stata coinvolta nell’iniziativa la SIFR-Scuola, agenzia formativa accreditata presso il MIUR, e l’ISRLAL associato all’INSMLI, agenzia formativa accreditata presso il MIUR. Ai partecipanti verrà rilasciato regolare attestato di partecipazione, inoltre la partecipazione al Convegno permetterà agli studenti delle Facoltà dell’Ateneo genovese di acquisire un credito formativo”. “L’archaios bios, antica e primitiva vita dell’età dell’oro, dove v’è uno straordinario panorama e paesaggio di abbondanza, dovizia, opulenza, è assimilabile a quello che nel Medioevo è definito “paese di Cuccagna” o toscanamente “di bengodi” e lo si sa “chi meno lavora più ci guadagna” – spiegano gli organizzatori E’ il luogo dove si mangia tutto quello che si vuole senza lavorare e sudare; qui crescono abbondanti e ottimi prodotti senza sforzo e senza fatica ( e senza pagamento, gratuitamente e addirittura guadagnandoci); ma cosa ne fai dei soldi in quel luogo di favola, in questo “Paradiso Terrestre” dove non esiste la vecchiaia e la fatica ?

Questa è la storia di un’utopia popolare, è il luogo dove tutto è delizioso e piacevole e la vita la si trascorre mangiando e dormendo, dove tutti possono vivere tranquillamente senza padroni e senza distinzioni di classe e senza lavorare:
Un’utopia appunto, figlia della povertà e delle carestie, pronta a risorgere non appena la fame e la miseria fanno sentire i loro morsi – concludono gli organizzatori.

Programma interventi relatori partecipanti: Sabato 20 ottobre ore 9.00 alle ore 13.00. Presiede Prof.ssa Sonia Maura Barillari – Università di Genova. Benvenuto della Presidente di CEContemporary Christine Enrile. Saluto del Sindaco del Comune di Andora Mauro Demichelis e dell’Assessore alla Cultura Maria Teresa Nasi. Presentazione del Convegno Prof. Paolo Aldo Rossi – Università di Genova . Presidente AISPES.  Prof. Paolo Aldo Rossi – Università di Genova – Presidente AISPES. Anticamente era loro re Crono. Il Paese più antico di Cuccagna. Dott.ssa Lucia Bellizia – Presidente della Associazione Apothèlesma. Luciano di Samosata: La storia vera. Prof.ssa Patrizia Castelli – Università di Ferrara. Il Paese di Bengodi: tavole imbandite per opera di magia tra Medioevo e Rinascimento. Dott. Salvatore Geruzzi – Università di Ferrara. Dal paese di Cuccagna al “banchetto della nausea”. Alcune considerazioni sull’uso diuna metafora alimentare. Ore 15.00 alle ore 18.00. Presiede Prof. Dino Cofrancesco – Università di Genova. Dott. Mauro Salucci – Storico e Giornalista – Genova. Così mangiavano. Il Risorgimento a tavola. Prof.ssa Sonia Maura Barillari. Università di Genova. Dal Ghetto veneziano al Paese di Cuccagna. Dott. Pierpaolo Pracca – Psicoterapeuta – Acqui, Genova. A tavola nel Paese che non c’è:sognare tra Carnevale e Quaresima. Prof.ssa Martina Di Febo – Università di Genova. Fasti delle corti d’Oriente il pranzo al desco del Gran Chan nelle descrizioni di Guglielmo di Rubruck, Marco Polo e Jean de Mandeville. Prof. Oscar Meo – Università di Genova. Pieter Bruegel il Vecchio nel Paese della CuccagnaDomenica 21 ottobre ore 9.00 alle ore 13.00. Presiede Prof. Paolo Aldo Rossi – Università di Genova. Prof.ssa Luisella Battaglia – Università di Genova. Il nuovo Eden – Prof.ssa Ida Li Vigni – Università di Genova.Vivere senza cibo: il sogno di essere puro spirito. Dott.ssa Ivana Ruscigni Counseling — Imperia. Dal digiuno ascetico all’anoressia nervosa: l’utopia alla base dell’inedia autoindotta.  Prof. Mauro Castagneto Fisico— Genova. Luoghi dell’utopia.

ore 15.00 alle ore 18.00 presiede Prof.ssa Ida Li Vigni – Università di Genova.  Prof. Enrico De Ghetaldi – Università di Toronto. Utopia e cibo: in viaggio con Panino, nell’inganno scivoloso di cucana. Dott. Filippo Mollea– Avvocato – Torino La Cuccagna negata. Da Slow Food a Eataly, il “genuino” come surrogato del surrogato. Dott. Mario Abrate Anatomopatologo – Cuneo. Il porco tra sacro e profano.  Dott. Renato Coda – Università di Torino. Il mondo alla rovescia di Piet den Drol. Chiusura convegno ACCREDITAMENTI: Prof.ssa Ida Li Vigni, Università di Genova.. Prof.ssa Martina Di Febo, SIFR.

Avatar

Trucioli

Torna in alto