Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Alassio: 4 mesi da sindaco e picconatore
Il processo con la richiesta di condanna

A quattro mesi dall’insediamento, il Sindaco Melgrati, con la sua Giunta, riassume i primi interventi urgenti sulla città e la pianificazione avviata per il futuro: “…abbiamo gestito le emergenze e iniziato a programmare nuovi interventi di ordinaria e straordinaria amministrazione”. Ma sul sindaco picconatore e non da oggi, aleggia il rischio di una condanna a Genova con la conseguente ‘sospensione immediata dall’incarico’. E pare stia montando, in città, il malessere della moglie separata. Lui è pur sempre un uomo pubblico, come lo è Angelo Vaccarezza, a sua volta separato dalla moglie. Entrambi personaggi  irruenti della politica con ruoli di primo piano e con figli giudiziosi.

Se il ‘confronto’ – separazione moglie e marito in quel di Loano resta sotto la cenere, silenziato da tanti fattori, per il combattente Melgrati le voci  sempre più insistenti parlano ormai di un’insofferenza della ex consorte che avrebbe raggiunto l’apice. Non è chiaro quali siano le fonti. Ambienti massonici sempre attivi ed informatissimi ? Di fronte alle dichiarazioni di Melgrati  quale uomo generoso e di cuore, che fa beneficenza ai bisognosi, così in realtà è conosciuto almeno dalla maggioranza dei suoi cittadini, ci sarebbe una situazione perlomeno imbarazzante per una personalità pubblica. Si sussurra che la famiglia Melgrati quando era unita aveva preso in affido, una decina di anni fa, per alcuni mesi estivi e invernali, una bambina russa, oggi adulta e che comportava spese. Dal momento della separazione,  Melgrati non avrebbe più versato nulla e di conseguenza la cittadina russa non ha più raggiunto la famiglia Melgrati (moglie e figli) ad Alassio. E ancora. Nel momento della separazione legale sarebbe stata fissata, per il mantenimento, una somma di due mila euro al mese. Come riuscire a far fronte anche alle spese di aereo, vestiti, controlli sanitari per la giovane straniera ?  Come non bastasse, nei quattro anni dalla separazione, alla giovane russa neppure una telefonata di Melgrati, tra l’altro la giovane è nel frattempo diventata mamma. Si parla che Melgrati  tra il 2015 e 2016  avrebbe ceduto, con atto notarile, quote societarie alla madre 80 enne. Non solo. C’è chi storce il naso nel vedere che la nuova compagna del sindaco sia l’organizzatrice di eventi mondani cittadini. Un potenziale conflitto di interessi ? Oppure è solo lo slancio volontario e non retribuito (spese escluse) di una donna che vuole dare una mano all’uomo del cuore e al primo cittadino di Alassio ?

Melgrati:  i miei primi 4 mesi da sindaco

A quattro mesi dall’insediamento, il Sindaco Melgrati, con la sua Giunta riassume i primi interventi urgenti sulla città e la pianificazione avviata per il futuro: abbiamo gestito le emergenze e iniziato a programmare nuovi interventi di ordinaria e straordinaria amministrazione.

Dalla sicurezza, alla pulizia, passando per opere urgenti di messa in sicurezza di passeggiate e strade, ma soprattutto l’avvio di una politica di riqualificazione della città attraverso l’ordine pubblico e la progettazione di nuove soluzioni per parcheggi, aree di accesso, strutture.

A quattro mesi dall’insediamento il Sindaco Melgrati, con la sua Giunta, stila un nuovo bilancio, un elenco che però non tiene conto del grande lavoro di confronto con il territorio svolto puntualmente da tutta la squadra e che scaturisce nelle iniziative attuate o programmate.

“Quella che si è creata – commenta il primo cittadino della Città del Muretto – è una squadra operativa composta non solo da amministratori, dirigenti e funzionari del Comune, ma dalle Associazioni di Categoria, di Volontari, di referenti del territorio uniti dal comune amore per quella splendida città che è Alassio: una programmazione che non si ferma alle opere pubbliche ma che riguarda settori vitali quali cultura, turismo, sport, commercio, sanità, istruzione… settori che dialogano e condividono. E’ questa la nostra forza, oltre naturalmente all’operatività che credo ci contraddistingue dal primo giorno. La nostra porta è sempre aperta”.

Di seguito i principali interventi attuati nei primi 4 mesi di mandato:

  • Abolizione della tassa di soggiorno
  • Iniziativa contro il turismo con i pullman low cost di una speciale tassa di accesso
  • Stop ai biglietti gratis per politici in occasione delle manifestazioni cittadine
  • Controlli in collaborazione con le forze dell’ordine presso la stazione ferroviaria durante i week end
  • Sentinelle sulle spiagge per contrastare il commercio abusivo
  • Telecamere di videosorveglianza alla Madonna delle Grazie
  • Pulizia delle strade e adeguamento dell’attrezzatura con speciali contatori sui mezzi Sca
  • Verifica appalto nettezza urbana: contestati oltre ottocentomila euro alla ditta appaltante. Appare strano che gli ultimi cinque anni mai sia stato fatto un controllo o una contestazione alla ditta che gestisce la raccolta dei rifiuti…..
  • Sostituita la ringhiera in Passeggiata Ciccione
  • Messa in sicurezza del tratto di Passeggiata Cadorna verso il Porto Luca Ferrari
  • Riapertura viabilità Piazza Partigiani e ripristino dei cassoni, completamente ristrutturati, con le palme a corredo della piazza
  • Ripristino del verde pubblico ammalorato
  • Modifica dell’appalto sulla Passeggiata Graf con arredo urbano consono al centro storico cittadino. I lavori partiranno a Novembre
  • Risoluzione del problema di allaccio dell’Enel con l’impianto di pretrattamento che potrà entrare in funzione il autunno
  • Sostituzione del progetto del nuovo plesso scolastico di Loreto con l’intervento di adeguamento antisismico e ammodernamento del plesso scolastico di Via Gastaldi.
  • Trasferimento temporaneo scuole di Via Gastaldi previo accordo con Istituto Salesiano
  • Avviata progettazione 14 opere pubbliche: elenco
  • Affidati i lavori per riqualificazione di Passeggiata Graf i cui lavori partiranno prima della fine dell’anno
  • Avviata gara per affidamento lavori riqualificazione Passeggiata Baracca finanziata con la vendita di i Albenga-Garessio-Ceva per 390mila Euro
  • Riasfaltata e ripristinata illuminazione con lampade in stile di Piazza Paccini
  • Adeguamento alla normativa per gli stalli dei parcheggi di Piazza Paccini, rinnovamento segnaletica orizzontale e verticale
  • Messa in sicurezza della pavimentazione in legno di Piazza Airaldi Durante
  • Avviato il Pretrattamento delle acque in Regione Sant’Anna
  • Sfoltite e potate le palme e le piante della città
  • Ripristinata la scritta Alassio all’ingresso di ponente della città
  • Approvazione Statuto Comunale
  • Avviata indagine archeologica su Via Iulia Augusta
  • Pulizia sentieri e rii grazie alla collaborazione delle Associazioni Sportive, di Volontariato e alla Protezione Civile
  • Pulizia Aurelia Bis grazie all’intervento dell’Associazione Nazionale Alpini
  • Realizzazione di scivoli per disabili in Viale Hanbury e in Via Dante
  • Istituzione di un Tavolo del Turismo, partecipato per condividere con le principali espressioni del territorio programmi e strategie
  • La prossima settimana partirà il rifacimento del marciapiede da Via Torino a Via Milite Ignoto.

L’Ammiraglio Carlone incontra il Sindaco di Alassio

Visita ufficiale stamani in Comune ad Alassio dell’Ammiraglio Ispettore Nicola Carlone, da gennaio 2018 Direttore Marittimo della Liguria e Comandante del Porto di Genova. “In questi giorni – spiega al termine dell’incontro Marco Melgrati sindaco di Alassio – l’Ammiraglio sta visitando i comuni nei quali sono presenti presidi della Guardia Costiera. Alassio con il suo Ufficio Locale Marittimo presso il Porto Luca Ferrero, è ovviamente uno di questi”.

“E’ stato un incontro molto interessante e articolato – continua Melgrati – nel quale l’Ammiraglio Carlone ha già confermato la piena disponibilità a proseguire con la collaborazione avviata per i servizi di pattugliamento delle spiagge e di controllo per le concessioni demaniali”. “Ci ha poi tranquillizzato – conclude il primo cittadino di Alassio – circa il percorso della macchia di idrocarburi al largo delle nostre coste. Pare infatti che le correnti la stiano spingendo oltre il confine Francese, graziando le nostre spiagge”.

 

 

 

Avatar

Trucioli

Torna in alto