Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Loano, ecco ‘e-Bike Land unica nel mondo’
Al via col botto MonteCarmoOutdoor. Il sindaco: Un territorio che non ha uguali

Loano nuova capitale mondiale con Monte Carmo Outdoor ? 39 milioni di presenze sul territorio nazionale, un indotto che nel 2017 ha superato i 4 miliardi di euro, fonte Jfc un’agenzia con sede a Fenza (RA) specializzata in marketing e ricerca in ambito turistico. Piatto ricco mi ci ficco?  Leggi anche nel servizio di cronaca: nel 2019 Loano ospiterà una tappa  internazionale del circuito E-Enduro World Race. Tra i personaggi presenti all’illustrazione del progetto Marco Aurelio Fontana, campione di cross country nella categoria élite, medaglia di bronzo nella stessa specialità ai Giochi Olimpici di Londra 2012 e campione del mondo 2013 nella Team Relay.

I numeri parlano chiaro: 39(trentanove) milioni di biciclette con relativi conducenti sono stati smistati nel 2017 (in ordine di preferenze) nel Trentino 11,4%, in Sardegna 10%, in Emilia Romagna 9,8%;  seguono il Veneto con il 9,2, la Toscana con l’8,5% e a pari merito Piemonte e Sicilia con il 7,5%. Sarà vero? Voi ci credete?  ciclisti rendono più delle sagre della porchetta? Delle sfilate esiste ed invernali di carnevale, delle decine di manifestazioni ed appuntamenti per promuovere turismo, tradizioni, cultura, enogastronomia e quelle che tutti ormai definiscono, in loco, eccellenze del territorio. Ben vengano i missionari dell’ottimismo, il loro incoraggiamento ad ‘armarsi’ di tanta buona volontà e partire.Un giovane operatore turistico – alberghiero e con la famiglia al timone di un piccolo impero commerciale, osservava ai margini della presentazione ufficiale di Monte Carmo Outdoor: “I biker finora non hanno dimostrato grande capacità di spesa, qualcuno pernotta in albergo, oltre alla pizza frequenta il ristorante, ma molti privilegiano il risparmio pernottando nel centinaio di ‘seconde case’ che praticano l’ospitalità a prezzi più contenuti, la speranza è che in futuro sia un turismo medio alto di cui il tessuto economico ed alberghiero hanno bisogno per rilanciare investimenti e nuove opportunità di lavoro stabile”.

Noi, invece, ci rassegniamo ed accettiamo la cruda realtà. Nella “SUA” Liguria il Comune più gettonato dai bikers è Finale Ligure, ormai affermata, lei sì, in tutta Europa anche nell’ambiente degli appassionati di arrampicata in verticale, scalatori estremi da non confondere con i “SUOI” amatissimi elettori alpini.
Loano sarà la futura Dubai dell’outdoor, il centro del mondo dei bikers, la Las Vegas dei ciclisti spericolati, la Mecca per chi pratica questo sport anche a livello professionistico ? Facciamo 2 conti dunque, gli stessi conti che siamo certi avrà fatto a suo tempo l’ideatore di questa iniziativa. 39 milioni è potenziale bacino di utenza. Per primeggiare a livello nazionale sarà necessario superare in termini di presenze il Trentino Alto Adige. Avete idea di quale sia l’attrazione delle Dolomiti ? Basta dare un’occhiata ai numeri, alla rassegna stampa internazionale, lo sviluppo continuo di quelle mete, quel territorio. Loano ci prova. Accogliere almeno, se non superare, la soglia dell’11,4 % che equivale in termini di presenze a 4.446000 (QUATTROMILIONI QUATTROCENTO QUARANTASEIMILA) persone, o meglio 4 milioni di ciclisti all’anno in giro tra Loano, Borghetto, Ceriale ecc. con relative frazioni, compreso il gradevole feudo di Verzi, conosciuta in tutta la “SUA” Liguria grazie alla passione dei tanti agricoltori che qualche anno fa per amore della loro terra rinunciarono alle comodità del centro in cambio di una misera villa, mossi da un nobile ed unico scopo: salvaguardare la tradizione contadina nostrana. Eroi, si direbbe.
Un conto tira l’altro, non distrarti proprio adesso, affezionato lettore, seguimi con attenzione e possibilmente conta insieme a me. 4.46000 è il numero di bikers migrati in Trentino nel 2017, pochi giorni fa l’ufficio stampa del Comune informa e convince se stesso a pubblicare in cronaca locale la bella notizia: Loano diventerà a capitale mondiale dell’outdoor. Mondiale, non provinciale, non regionale, non nazionale, ma internazionale. Chi non può essere tifoso ! Ma torniamo ai numeri, dividiamo per 12 gli oltre 4 milioni sopra citati, sono 370 mila persone al mese da sistemare nei sette Comuni che hanno aderito all’iniziativa, Bardineto, alta Val Bormida incluso. Se consideriamo poi,che almeno un terzo dei 370 mila si muoverà in bicicletta, avremo una media di 4000 ciclisti al giorno non solo sui sentieri del percorso, ma anche sull’Aurelia,  nelle vie, passeggiata a mare compresa.
Come interpretare dunque le dichiarazioni del primo cittadino di Loano? Diceva sul serio? No, certo che no, l’ha sparata grossa, un semplice eccesso di ottimismo, il motore della vita. Ben vengano pertanto positività e buoni propositi. Il popolo ha bisogno di sogni e di sognare, la storia ce lo insegna, per mantenere saldo il potere è indispensabile ammaestrare i cittadino (la maggioranza) ad assecondare le ambizioni di chi lo comanda, di chi sta in cima alla piramide. Nessun pericolo per noi, non ci sarà nessuna invasione pacifica, né ostile. Tuttavia è doveroso riconoscere ed apprezzare l’impegno di tutti gli amministratori che hanno lavorato e lavoreranno per portare un po di respiro all’economia locale. Non saranno milioni certo, ne basterebbero qualche centinaia ogni mese, soprattutto nella cosiddetta ‘bassa stagione’, fuori dai sempre più affollati week  di certi mesi.

Ci auguriamo tutti, o quasi, di raccogliere al più presto i benefici di questa lodevole iniziativa di promozione turistica dei Comuni interessati. Si parlerà di Loano finalmente a livello nazionale ed internazionale, non solo sui media locali. Le notizie del Monte Carmo Outdoor faranno il giro del pianeta tra carta stampata e quotidiani on line, radio e tv. Servirà l’aiuto di tutti però, l’obbiettivo deve essere condiviso, nessuno escluso, nemmeno di noi, nemici della collettività, geneticamente dissidenti all’oligarchia e al perbenismo interessato.
Concludiamo queste nostre personali considerazioni fiduciosi nel futuro e nella memoria dei più giovani, affinchè facciano tesoro del presente cosicché un giorno possano consegnare ai loro figli un futuro migliore di quello ricevuto dai propri padri. Nati con la camicia esclusi, loro possono vivere di rendita o quasi. E poi c’è anche il mestiere della politica. Che a vedere dal numero di candidati e liste, anche nelle piccole città e paesi, dimostra quanto sia alta e radicata la vocazione al bene comune.

Lo Spiffero

CRONACA DA MARINA CENTER DEL PROGETTO ‘MONTE CARMO OUTDOOR’

Sindaci o assessori dei sette Comuni che aderiscono al Progetto Monte Carmo Outdoor. Si prefigge di rilanciare, con azioni concrete, il turismo running ed e-bike land del comprensorio. Presente anche il vice presidente della Provincia, Luana Isella. Onori di casa del sindaco e del direttore Marina di Loano

Il sindaco, Luigi Pignocca, è arrivato in ritardo, a lavori iniziati, ma ha subito ‘preso la scena’ con annunci importanti e significativi per Loano ed i sei comuni aderenti al progetto. Peccato che Pietra Ligure e la Val Maremola siano rimaste fuori ( “Abbiamo cercato in ogni modo di coinvolgerli – accenna a bassa voce, col cronista, l’assessore Remo Zaccaria – , ma il collega Rembado di Pietra Ligure è stato irremovibile, preferiscono correre da soli, magari con Finale Ligure….”).  Assessore, ottima l’idea di unire gli sforzi, peccato che sia rimasto fuori il confinante di Bardineto: Calizzano, il suo sindaco a fine ottobre sarà eletto presidente della Provincia. Calizzano territorio ricco di opportunità ambientali e che in Alta Val Bormida si distingue per aver mantenuto gran parte del tessuto turistico ed alberghiero, soprattutto ad opera delle nuove generazioni e sul fronte della ristorazione come attrattiva. Zaccaria, prima di sedersi al tavolo dei sindaci e dare il benvenuto, ringraziare i partecipanti, risponde: “Calizzano ? In effetti….noi siamo ultra convinti che solo facendo sistema, unendo tutte le forze possibili, riusciremo a raggiungere gli obiettivi o quantomeno ritagliarci la buona fetta di un mercato turistico in costante crescita e tutto da sfruttare. Solo se saremo forti, anche a livello comprensoriale, meglio se intercomprensoriale,  saremo in grado di fare concorrenza….”.

Un momento dell’incontro- presentazione del progetto nel salone Marina Center: il dr. Vallarino e il deus ex macchina , supervisore, Franco Monchiero

Loano che, ricorda il dirigente del settore Vallarino (“Io parlo da tecnico….“), ha avviato il ‘progetto outdoor nel maggio 2016, con il motore encomiabile del volontariato, con la prima piattaforma on line. Vallarino ha citato gruppi ed associazioni, ‘bellissimo esempio di collaborazione e condivisione’. Ancora Zaccaria dal suo intervento efficace e sintetico: “Nessuno si nasconde le difficoltà, la diversità di opinioni, di visioni, ma dobbiamo dare atto che nella nostra azione collegiale alle poche parole, alla messa al bando di facili polemiche, si sono privilegiati tanti fatti concreti, iniziando dai piccoli fatti”.

Nel comunicato stampa diffuso nell’incontro a Marina Center, presenti sindaci, assessori, operatori del settore, rappresentanti del volontariato, giornalisti e blogger, addetti ai lavori, Zaccaria aggiunge: “La nostra rete sentieristica sarà il fiore all’occhiello di Monte Carmo Outdoor (speriamo abbiano registrato il marchio perchè alcune mail hanno già allarmato ndr). I percorsi inseriti nel progetto interessano non solo Loano, ma anche altri comuni che fanno parte del comprensorio del Monte Carmo, compresi Borghetto S. Spirito e Ceriale (quest’ultima presa per i capelli quanto a comprensorio, ma ha fatto bene ad aderire ndr).  Il progetto ci permette di mettere a sistema  quanto finora a livello locale era delle singole amministrazioni, si crea una positiva sinergia  tra tutte le attività esistenti, potenziando la promozione ed i servii9 legati a questo specifico settore turistico”..

Il sindaco Pignocca ammette che si era partiti (Loano Outdoor 2 ) con qualche dubbio, nell’incertezza naturale di chi si domanda come andrà a finire. Invece si sono fatti ‘progressi strabilianti’. Il dr. Vallarino  rende noto che la “Maremontana 2019 è stata inclusa tra le tre corse nazionali per la selezione degli atleti destinati alle prossime Olimpiadi, a conferma della validità delle scelte e dei percorsi”. Con Monte Carmo Outdoor sono stati inclusi altri 100 km di sentieri che saranno dotati di segnaletica . E dal primo novembre sarà operativa una sezione on line che comprende tutti i Comuni aderenti al progetto, con tutte le informazioni utili, dai pregi ai punti di interesse turistiche, e basta un click per mettersi direttamente in contatto con il destinatario, senza filtri e senza intermediazioni.

Andora il sindaco: “Bisogna dirlo chiaro e forte, abbiamo un territorio bellissimo. Di una bellezza incommensurabile e tutti ce lo riconoscono. Non ha uguali e credo che a breve darà frutti importanti”. Altro annuncio da botto, quasi da scoop. “L’enduro internazionale  ha scelto una tappa a Loano, sarà l’ultima della competizione, il 5-6 ottobre 2019. La prima città italiana che ha la possibilità di gareggiare , nel tipo di specialità, e- Bike con i nuovi regolamenti …”. Pignocca:Tutto ciò avrà importantissime ricadute  sull’economia locale, che sarà alimentata non solo dai flussi della ‘bella stagione’ ma anche da quelli che caratterizzano ogni momento dell’anno.  Sul sito www.montecarmooutdoor tutti i sentieri, i percorsi, suddivisi per difficoltà, informazioni per soggiornare, consigli dove alloggiare e mangiare, elenco degli esercizi commerciali, news ed eventi. Running ed e- bike diventaranno  un punto di forza del turismo e che renderanno unica la permanenza sul nostro territorio”. Infine, come accennato, la vera e propria novità, si legge nel comunicato stampa, della sezione ‘e Bike-land “con caratteristiche che la rendono unica  in tutto il mondo. Nell’area dedicata alle biciclette elettriche l’utente potrà trovare  e scaricare  tutte le caratteristiche tecniche dei sentieri e difficoltà, le attività dove poter noleggiare una e -bike o ricevere assistenza, i principali negozi di bici”.

Il vice presidente della Provincia, Luana Isella, geologo, consigliere comunale, nel saluto iniziale,  ha parlato di “orgoglio  territoriale”. Breve intervento anche di Marco Fontana, classe 1984, atleta olimpico, biker e ciclocrossista. I numeri ci dicono che  sono in rapidissimo aumento le bici elettriche e tutto il settore è in espansione ovunque. Monte Carmo Outdoor potrà anche contare su un piattaforma  di geolocalizzazione.

L’intero progetto si avvale della consulenza e supervisione di Franco Monchiero, responsabile e deus ex macchina di e- Enduro che, come accennato, è il primo circuito  internazionale al mondo dedicato alle e- bike.  E’ grazie a lui che Loano  la tappa internazionale del nuovo circuito e- Enduro World Rare, col patrocinio UCI e Federazione Ciclistica Italiana. Sarà creato un vero e proprio ‘network’ di informazioni ed un piano di comunicazione attraverso i siti, pagine social, newsletter, video e shooting fotografici, “rapporti diretti con i media nazionali ed internazionali”. Non sarà un compito semplice, quest’ultimo, che non è secondario. Anzi, sarà una prova del nove. (L.Cor.)

 

Avatar

Trucioli

Torna in alto