Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Denice, Collini visita la mostra collettiva

Vivi agli artisti della mostra: «Denice: tra Storia e Tradizione». Ha avuto luogo la preannunciata visita alla mostra collettiva del pittore Paolo Collini. Nato a Milano nel 1950, diplomato all’Accademia di Brera, esponente di spicco della corrente citazionista, Collini debutta nel 1970 e ha all’attivo un’ottantina di mostre, in Italia e in Europa.

Tra le più importanti, quelle alla Galleria Vinciana nel 1986 e nel 1992, che tutt’oggi ospita le opere del pittore, quelle ad Arte Fiera di Bologna nel 1984, 1986, 1987, 1993, 1994 e 2000 e un invito alla XLII Biennale di Venezia nel 1986. Nell’occasione, il maestro ha incontrato il sindaco di Denice, Nicola Papa, Antonio Rossello, presidente del Centro XXV Aprile, la curatrice della mostra, la scultrice Gabriella Oliva, con i membri della giuria: la operatrice e promotrice culturale Elisa Gallo e l’affermato artista Beppe Ricci, discutendo di possibili collaborazioni future nell’ambito della kermesse: «Dal mare alle Langhe».

Ha quindi espresso apprezzamenti per le opere esposte di: Roberto Morreale, Rossana Chiappori, Sandra Chiappori, Sergio Arditi, Alberto Barazzutti, Angela Sciutto, Cesare Garuti, Claudio Zunino, Igor Belansky, Caterina Cataldi, Maria Paola Chiarlone, Caterina Massa, Renza Laura Sciutto, Mariella Relini, Giulio Manuzio, Laura Peluffo, Luigi Francesco Canepa, Antonio Gambale, Daniela Malzani, Francesco Bruzzo, Doretta Pastorino, Giorgio Grosso, Elisabetta Brunetti Buraggi, Ornella Gario, Attilio Maxena, Giuseppina Valeggi, Antonio Mozzo, Cristina Mantisi, Elisa Traverso Lacchini, Flavia Pilastro, Tiziana Nucera, Vittorio Paonessa, Elsa Ventura Migliorini, Maria Grazia Dapuzzo, Giuseppe Musso Junior, Martina Bonini, Stefano Sibona, 

Quando il maestro Collini riceve l’attestato da Lelio Speranza

Nadia Allario, Cesare Ferracane, Andrea Morbello, Laura Scappatura. La mostra rimarrà aperta al pubblico il sabato e la domenica dalle 15.00 alle 18.00, e su appuntamento telefonando ai numeri 014492038 oppure 3292505968, sino a domenica 14 ottobre. Il programma della giornata di chiusura prevede, dopo l’esibizione della corale «Denice-Mombaldone», diretta dal maestro Angelo Ghiglia, la presentazione del libro «Olga» di Antonio Rossello, edito da Montag. Ospite straordinario sarà Carlo Speranza, che riceverà in dono la copia di un’opera realizzata da Antonio Gambale, in memoria del compianto padre, Lelio, a lungo vicepresidente nazionale della FIVL e presidente provinciale del CONI di Savona, legato a Denice per antiche vicende familiari risalenti al periodo della Resistenza.




Avatar

Trucioli

Torna in alto