Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Il senatore – cacciatore: questa si che è una sagra (senza glutine) ! A Stella San Giovanni.
Garlenda, spesa dal contadino quasi a km 0

Un senatore della Repubblica, leghista Doc, veterano della politica prima in Regione Liguria, ora nel parlamento repubblicano, che firma un comunicato stampa inneggiando all’unica sagra rigorosamente senza glutine, non è proprio frequente. Accade a Stella San Giovanni, il Comune che ha dato i natali al presidente più amato dagli italiani, Sandro Pertini. Lui è il neo senatore Francesco Bruzzone, concittadino di Stella, da sempre battagliero soprattutto quando c’è in ballo caccia e cacciatori.  La Regione ha trovato pure i soldi per esentare i neo seguaci di Sant’Umberto dal pagamento della tassa regionale in quanto trattasi di ‘una risorsa’ economica e sociale. Pensiamo solo ai danni provocati dai cinghiali. Leggi anche la Festa dell’Agricoltura per tre giorni a Garlenda, alla sagra stand per la spesa dal produttore al consumatore.

IL COMUNICATO STAMPA – Stella San Giovanni (SV), 9 ago. Francesco Bruzzone, Senatore della Lega, parteciperà all’edizione 2018 di Danze e Pietanze – L’unica sagra senza glutine”, a cura della Associazione Anspi Stella San Giovanni, manifestazione dedicata interamente ai cibi senza glutine che si terrà nei giorni 10 e 11 agosto 2018 presso la sala polifunzionale San Giovanni e gli adiacenti spazi parrocchiali (il campo giochi e la piazzetta della canonica).
L’evento ha il patrocinio del Comune di Stella e si svolgerà con la collaborazione di AiC Liguria e il sostegno della Parrocchia San Giovanni Battista.
Anche quest’anno partecipo con entusiasmo e piacere a un’iniziativa unica nel suo genere, che ha lo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica sulla diffusione della celiachia al fine di favorire una cultura dell’inclusione. Un plauso agli organizzatori per l’ottimo lavoro che, anno dopo anno, mettono in campo per porre l’attenzione su una tematica importante e di attualità, da valorizzare a tutti i livelli”, afferma il Senatore Francesco Bruzzone.
TRADIZIONALE APPUNTAMENTO A GARLENDA PER LA FESTA DELL’AGRICOLTURA IN ANNI DIFFICILISSIMI PER I CONTADINI DEL PONENTE LIGURE

COMUNICATO STAMPA – La Spesa in Campagna per tre giorni si potrà fare a Garlenda. Da oggi alla Festa dell’Agricoltura realizzata da Cia Liguria ( dal 10 al 12 agosto) una delle principali attrattive sanno infatti gli stand degli agricoltori che presenteranno i prodotti del territorio valorizzando la qualità della filiera corta. “ Il successo dei diversi appuntamenti che realizziamo in tutte le province ligure – spiega Giorgio Scarrone, responsabile per Cia in Liguria de “La Spesa in Campagna “ – ci ha convinto a riproporre un’edizione speciale anche alla Fiera dell’Agricoltura. Tutti i giorni il pubblico potrà fare un vero e proprio tour tra i diversi gazebo, con degustazioni e approfondimenti”.

A Garlenda saranno presenti l’Azienda Agricola Bertolotto Enrico con i suoi ortaggi , l’Azienda Agricola Cà di Din che presenterà le conserve , l’Azienda Agricola Bottello Romolo con olio e olive in salamoia. E poi ancora: l’Azienda Agricola Lanza Alessio (ortaggi), i formaggi di Toro Ivana, l’Azienda Agricola Laura Briano con il miele , Gagliolo Sandro con olio e vino, l’Azienda Agricola Caramagna con ortaggi eolio, Martini Nino che presenterà l’aglio di Vessalico , i formaggi dell’Azienda Forte e Diamanti.

“In provincia di Savona – prosegue Giorgio Scarrone – sono sei gli appuntamenti fissi con gli stand de “La Spesa in Campagna”. A Vado e Porto Vado, Finale, Bergeggi, Carcare e in centro a Savona, ogni mese si danno appuntamento migliaia di persone che apprezzano questo contatto diretto con gli agricoltori, la possibilità di conoscere e approfondire le qualità di tutto quello che acquistano. Siamo sicuri che molti dei nostri clienti affezionati li ritroveremo anche a Garlenda, ma ci auguriamo che la Festa dell’Agricoltura sia l’occasione per tanti altri per avvicinarsi e apprezzare il lavoro e i prodotti dei contadini”.

Avatar

Trucioli

Torna in alto