Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Alassio, io ‘giustiziere della vergogna’
sono in credito di ben 615 mila €
ma nessuno mi ha denunciato

IL GIUSTIZIERE DELLA VERGOGNA ? Nessuna denuncia o verbale delle Autorità, in quanto i volantini affissi  rendono pubblica a tutti i cittadini la sentenza del Tribunale di Savona n. 80\2017 e  92\2018. Leggi la risposta di Silvio Fasano a proposito della querelle su Il + Bello d’Italia.

I volantini anonimi diffusi ad Alassio nei mesi scorsi e alcuni rimasti affitti a lungo sulle bacheche comunali. Il comando vigili era intervenuto per affissioni abusive, ma sembrerebbe a carico di ignoti

“La regia di questa inusuale e clamorosa protesta è di un semplice cittadino contro l’immenso potere dei ricchi e dei potenti, presa da esempio dall’ genzia internazionale di Madrid IL COBRADOR DEL FRAC. Protesta che continua, imperterrita, fino al rispetto della Legge.

La Sentenza del Tribunale di Savona ha confermato che il contratto di locazione registrato dell’ex Manila Club Alassio corrisponde a € 2000 annuali.

Mighetti, interpellato da trucioli, conferma di avere versato alla proprietà un canone annuale di € 21.500 per cui risulta una differenza pagata in più rispetto al contratto registrato di € 19.500 per 32 anni per un totale di  € 615.000 pagati in eccedenza con diritto di ottenere il rimborso come prevede la Legge, oltre ad interessi  e svalutazioni

La Sentenza del Giudice di Savona è di gran merito per l’avvocato Gian Maria Gandolfo di Ceriale – Albenga.

C’è da aggiungere, a proposito del concorso IL+ bello D’ITALIA, che la causa è stata vinta da Carlo Mighetti che ne detiene il Copyright con assistenza legale del bravissimo avvocato Giorgio Cangiano ed i suoi collaboratori di studio ad Albenga.

PASSIONE PER I CAVALLI  – Carlo Mighetti ha sempre avuto la passione dei cavalli (non delle scommesse ..), con importanti cavalli da corsa trottatori. Cavalli della Scuderia CA.MI di Carlo Mighetti e c. vincitori su tutti gli ippodromi d’Italia con LE CAPAD e LAMBA VE

Tra le attività, Carlo Mighetti è stato Agente Generale dell’Allianz Assicurazioni, primaria compagnia mondiale, per Asti e Provincia per oltre 30 anni, poi dimissionario per accudire i suoi figli nati nel frattempo .

Considero vergognoso che un proprietario di immobile obblighi per 30 anni il proprio inquilino di mantenere un contratto registrato di € 2000 annuali , con l’avvertimento che in caso di “ribellione ”avrebbe disdettato il contratto in essere  distruggendo la mia attività in corso. Oltretutto tutto questo è avvenuto allo scadere dei 30 anni avendo la Proprietà mire di modifiche o cambio d’uso dell’immobile.”

Carlo Mighetti

SILVIO FASANO COLLABORATORE DI TRUCIOLI DA VOLONTARIO FOTOREPOTER CHIEDE DI POTER DIRE LA SUA SULL’OPERATO DI MIGHETTI CHE L’HO CHIAMA IN CAUSA PER IL + BELLO D’ITALIA E LA PRODUZIONE DI ATTI GIUDIZIARI

Mi permetto di intromettermi nel caso “Mighetti giustiziere della Vergogna”, essendo stato citato  il concorso “IL + BELLO D’ITALIA”, in una causa di Appello della quale lui,  Mighetti, vanta vittoria. Non sto a dilungarmi nel raccontare le peripezie giudiziarie (sempre perse da Mighetti, tranne l’ultima, ma parzialmente). Mi attengo solo allo sbandieramento di “VERGOGNA” che lui e  Donatella Gandolfo,  ( ‘compagna di merende’ (?) non per cronaca nera, o socia, o compagna di vita, non saprei esattamente: di sicuro so che era la baby sitter dei figli del Mighetti, il quale si separò dalla moglie per stare con lei.  Da allora agiscono assieme, stanno diffondendo per la città di Alassio per il solo fatto, che, non so,  avrebbero vinto una causa di sfratto.  Magari appellata. Ora il Giustiziere piacerebbe farlo anche a me, perché se di Vergogna si deve parlare, questa bisognerebbe attribuirla alla magnifica coppia per quello che, a turno, come il Gatto e la Volpe, fanno. Pare siano stati sfrattati da tutte le abitazioni che hanno occupato, ma non solo per fine locazione… Avrebbero lasciato gli immobili in stato da immondezzaio e , l’ultima loro presunta vittima, una signora che aveva dato loro la casa in affitto, sarebbe stata anche calunniata per cui penderebbe sulla signora Donatella una causa penale.

IL+BELLO D’ITALIA: la causa d’Appello, dopo innumerevoli vittorie totali da parte nostra Fasano, riconobbe nel 2005 l’operazione fatta astutamente dal Mighetti di registrare prima il marchio, ma (e questo il Mighetti lo omette sempre) nel dispositivo di sentenza la Corte d’Appello di Genova, nella stessa causa, respinge la richiesta del Mighetti di inibire i Fasano a continuare ad organizzare il concorso. Vittoria mutilata quindi per lui. E noi continuiamo ad organizzare il concorso. Cosa che non piace al  Carlo Mighetti, il quale con telefonate  spaventa nostri sponsor, titolari dei locali che ospitano le nostre serate. Per danneggiarci ? Per questo Carlo Mighetti è già stato condannato penalmente e definitivamente. ECCO DOVE STA LA VERA VERGOGNA (Leggi la sentenza: clicca qui).

Non mi dilungo più perché devo pensare ad organizzare le serate de “IL + BELLO D’ITALIA Originale dal 1979” con il beneplacito della Corte d’Appelo di Genova, della Cassazione e del Ministero dello Sviluppo Economico

Silvio Fasano

Nota del coordinatore di trucioli: se il signor Mighetti vorrà, a sua volta, replicare, se il caso anche con l’ausilio dei suoi legali, porte aperte. Trucioli.it è stato l’unico blog a dare notizia dell’affissione, clamorosa e senza precedenti, dei manifesti – volantini  ‘Vergogna’…. che mettono alla berlina uno stimato commerciante di Alassio e la sua famiglia. Invano abbiamo interpellato, su consiglio dello stesso commerciante, il legale di fiducia per conoscere eventuali azioni verso i responsabili del ‘manifesto’.  Anche i vigili urbani avevano avviato accertamenti per ‘affissione abusiva’. C’è da credere a Mighetti quando dichiara di non aver ricevuto ad oggi alcun atto giudiziario al proposito. Non è nostro compito fare da arbitri, semmai informare adempiendo al  dovere professionale. Non sono notizie da ‘buco della serratura’, forse è il caso di ricordarlo anche a chi fa autocensura giornalistica.

Avatar

Trucioli

Torna in alto