Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Montegrosso P.L. 4 giorni a Eataly con Raviöre e Sciumette. Ormea (Il libro) ‘Cari genitori, state tranquilli…’ e Corpus Domini

Nell’ambito dell’Evento Eataly in Sagra, proposto e realizzato dal noto negozio delle eccellenze gastronomiche italiane, in collaborazione con Associazioni e Pro Loco Liguri presso il punto vendita di Genova, l’Associazione Turistica Pro Loco di Montegrosso Pian Latte presenterà, dal 30 maggio al 2 giugno, la giovanissima Sagra delle Raviöre. A Ormea, invece, in occasione dei festeggiamenti del Corpus Domini, Tullio Pagliana presenta “Cari genitori, state tranquilli che sto bene…” – diari, lettere, racconti di soldati dell’Alta Val Tanaro. Il libro costituisce un ricordo storico ed umano per gli abitanti di Ormea e degli altri comuni della valle.

 

Nell’ambito dell’Evento Eataly in Sagra, proposto e realizzato dal noto negozio delle eccellenze gastronomiche italiane in collaborazione con Associazioni e Pro Loco Liguri, presso il punto vendita di Genova, l’Associazione Turistica Pro Loco di Montegrosso Pian Latte presenterà, dal 30 maggio al 2 giugno, la giovanissima Sagra delle Raviöre. Le Raviöre di Montegrosso Pian Latte sono un prodotto De.Co. (Denominazione Comunale) e rappresentano la sintesi della sapienza dei nostri vecchi, che improvvisando piccole e pratiche preparazioni per i pasti durante il periodo di alpeggio, unirono sapientemente le erbette spontanee tipiche delle Alpi Liguri, in un mix armonico e dal gusto particolare e sublime tramandato di generazione in generazione. Le Raviöre di Montegrosso sono pasta fresca ripiena di questo mix di erbette finemente tritate, tradizionalmente chiusa a barchetta, semplicemente cotta nell’acqua bollente e condita con un filo d’olio extravergine di oliva o acqua di cottura.

Dal 30 maggio al 2 giugno sarà possibile degustare le Raviöre De.Co. di Montegrosso a Eataly, in orario serale dalle 19.00 alle 22.00, assieme ad altre preparazioni tipiche e tradizionali del nostro territorio. A nostro supporto, lunedì sarà con noi lo staff dell’Osteria del Rododendro che preparerà un dolce tipico e martedì quello dell’Agriturismo Cioi Longhi con le Sciumette (il dolce tipico della Cucina Bianca).

Non solo gastronomia, dalle 16.00 infatti saremo a disposizione per promuovere e raccontare la nostra piccola realtà conferendo agli interessati le informazioni richieste (lunedì: Associazione Pro Loco&Osteria del Rododendro – Martedì: Associazione Pro Loco&Agriturismo Cioi Longhi – Mercoledì: Associazione Pro Loco – Giovedì: Commissione De.Co.

ORMEA: SABATO 28 MAGGIO ORE 16,30:

Nuovo Cinema Ormea – Piazza San Martino

In concomitanza con i festeggiamenti del Corpus Domini ad Ormea, Tullio Pagliana presenterà il suo nuovo lavoro letterario dal titolo “Cari genitori, state tranquilli che sto bene…” – diari, lettere, racconti di soldati dell’Alta Val Tanaro. Il libro, edito da Il Geko Edizioni di Recco (GE), è appena stato pubblicato e costituisce un ricordo storico ed umano per gli abitanti di Ormea e degli altri comuni della valle. Esso infatti descrive le vicende belliche attraverso testimonianze dirette dei protagonisti, sia i soldati che i loro familiari, utilizzando diari, lettere e racconti di vicende vissute. Il volume, risultato di una ricerca durata diversi anni, tratta vari conflitti: la guerra d’Africa Orientale a metà degli anni Trenta del Novecento, la guerra civile spagnola, il breve conflitto con la Francia, la campagna del Nord Africa, la guerra in Albania e Jugoslavia, il fronte russo, gli Internati Militari Italiani deportati a lavorare come schiavi in Germania. Il tutto, vissuto e narrato da militari dell’Alta Val Tanaro, è impreziosito da numerose fotografie e, a conclusione della ricerca, dall’elenco dei nominativi dei caduti e dei dispersi. In buona parte le testimonianze sono inedite e le diverse espressioni dialettali riportate nel libro conferiscono alla narrazione un carattere di immediatezza e realismo.

Tullio Pagliana, nato ad Ormea, risiede a Cogoleto (GE). Svolge da tempo ricerche sulla storia dell’alta val Tanaro. Prima di questo libro ha scritto altri testi fra cui “Chiese, Piloni, Cappelle di Ormea e Frazioni. Momenti di storia e religiosità popolare” (Dominici, 1990), “Stefano Cagna, un aviatore a fianco di Italo Balbo” (2001), ed alcune pubblicazioni collegate al Museo Etnografico Alta val Tanaro -‘La Casa’, allestito nel 1994 ad Ormea.

CORPUS DOMINI

Domenica 29 maggio alle ore 10.30 S.S. Messa e processione, nel pomeriggio varie manifestazioni nelle vie del centro storico e alle ore 22.00 il caratteristico spettacolo pirotecnico. E’ considerata la festa più importante della città di Ormea. Per l’occasione gli abitanti di Via Roma (el bulgu) e dei vicoli (i trevi) in cui passerà la processione col SS. Sacramento, confezionano le tradizionali ghirlande di fiori, soprattutto fiori di maggiociondolo (anbulnu), sospesi fra le case da una parte all’altra delle strade, costituiscono insieme a luci variopinte, tappeti, tovaglie ricamate appese ai balconi, frasche di alberi che coprono i piccoli portici per l’accesso ai cortili interni (el culte), vasi di fiori, petali disposti in terra a mo’ di croce od altri disegni, è l’omaggio esteriore al SS. Sacramento, oltre ad un particolare momento di folklore. La festa del Corpus Domini, la principale del paese, è caratterizzata da un’antica processione che si svolge sotto un soffitto di ghirlande di maggiociondolo.

La settimana prima della festa gli abitanti della via principale di Ormea, Via Roma, hanno il compito di raccogliere i fiori di maggiociondolo che intrecceranno in ghirlande il sabato precedente la processione della domenica. Le ghirlande di fiori vengono sospese ai primi piani delle case fino a formare un vero e proprio soffitto di fiori. Questa particolare infiorata, che prevede appunto la sospensione dei fiori piuttosto che il lancio di petali al passaggio del Santissimo o lo spargimento degli stessi ad ornamento della strada, costituisce l’unicità di questa tradizione religiosa antichissima.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Tullio Pagliana, nato ad Ormea, risiede a Cogoleto (GE). Svolge da tempo ricerche sulla storia dell’alta val Tanaro. Prima di questo libro ha scritto altri testi fra cui “Chiese, Piloni, Cappelle di Ormea e Frazioni. Momenti di storia e religiosità popolare” (Dominici, 1990), Stefano Cagna, un aviatore a fianco di Italo Balbo” (2001), ed alcune pubblicazioni collegate al Museo Etnografico Alta val Tanaro -‘La Casa’, allestito nel 1994 ad Ormea.

Sabato 28 maggio – ore 16,30 – ingresso libero Nuovo Cinema Ormea – Piazza San Martino – Ormea (CN)

Avatar

Trucioli

Torna in alto