Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Via crucis al Santa Corona, altra tappa di Melgrati: gastroscopia? Chiusa per guasti

Santa Corona: Ambulatorio di Gastroscopia chiuso da lunedì 14 settembre. Si è rotta la macchina che sterilizza le sonde. Pazienti, medici e infermieri costretti a trasferirsi a Savona. Melgrati (Forza Italia): necessario ripristinare immediatamente il servizio per evitare i disagi agli utenti. E’ l’esordio del comunicato stampa di Marco Melgrati. Un risveglio positivo, aggiunge trucioli.it, che da 47 anni e rotti, con la memoria del vecchio cronista, ha seguito la S. Corona story. Le eccellenze, le glorie, il depotenziamento a periodo alterni di alte professionalità mediche e non solo.  L’archivio stampa. A proposito di gastroscopia consigliamo all’architetto politologo di Forza Italia di consultare uno degli anziani medici viventi, il dr. Gianluigi Dante, classe 1941, di Millesimo, alle spalle migliaia di gastroscopie, prima all’ospedale di Pietra L. ai tempi del prof. Giorgio Marenco, poi  da primario all’ospedale di Cairo Montenotte, qualche grana giudiziaria. Un’enciclopedia di ricordi,  fatti, storie vere sulla sanità pubblica e privata. Forse Dante si è stancato di parlare al vento, ci pensano i politici.

Da lunedì scorso l’ambulatorio di Gastroscopia di Santa Corona è chiuso, non per volontà politica, ma perché è inutilizzabile il macchinario che sterilizza le sonde. Lo fa saper il vicecoordinatore regionale di Forza Italia Marco Melgrati, che continua: non si capisce se è un guasto tecnico o se non sia a norma… Strano, perché l’appalto tanto contestato (da me) di assistenza imporrebbe di intervenire in 5 ore, ma qui sono passati 5 giorni!

E intanto il personale medico e infermieristico, e ovviamente i pazienti in lista di attesa, vengono “dirottato” al San Paolo di Savona, con grave disagio soprattutto dei pazienti.

Avevo contattato qualcuno all’interno di Santa Corona che mi aveva garantito che il servizio sarebbe stato ripristinato già da ieri, portando le sonde a sterilizzare a Savona, con la richiesta di autisti per svolgere il servizio. Niente di tutto questo. Infatti l’ambulatorio è chiuso, ma fino a quando?

Se a questo si aggiunge il fatto che l’ambulatorio di gastroscopia di Albenga a dicembre chiuderà, perché l’unico medico presente presso il Santa Maria di Misericordia, il dott. Claudio Dodero, andrà in pensione, si acuisce la gravità del fatto.

Ho segnalato questo disservizio grave, con le implicazioni di Albenga, conclude Marco Melgrati, all’Assessore alla Sanità Sonia Viale, perché intervenga subito e ripristini un servizio importante per il comprensorio e valuti la possibilità di integrazione e sostituzione del dott. Dodero ad Albenga quando a dicembre il medico andrà in pensione, perché questo non sia un ulteriore depauperamento dei servizi presso l’Ospedale di Albenga.

Alassio, 17.09.2015.


Avatar

Trucioli

Torna in alto