Numero visualizzazioni articolo: 1.417

Bacio io o baci te? Albenga ‘deruba’ Alassio all’Expo. I protagonisti del dolce intrigo

Nella Giornata Europea dei Parchi, lo spazio Liguria a Expo2015 ha visto andare a ruba i prodotti bandiera portati a incontrare i popoli del mondo. Come gli amaretti di Sassello, i baci di Albenga (sic!), i canestrelli di Torriglia, il miele dei parchi e il pane di Triora.  (Da non confondere col ‘pane Triora’ prodotto fuori Liguria ndr ). Un assaggio in rappresentanza di alcune eccellenze alimentari frutto della biodiversità, tutelata e promossa dai parchi di Liguria. Immersi nei profumi delle piante aromatiche liguri, accompagnati dal sottofondo della musica di Fabrizio De André, i visitatori hanno potuto gustare con tutti i sensi i parchi liguri di terra e di mare. Infine curiosa storia di baci Alassio –  Albenga in attesa di una bacio ero rinviato a San Valentino 2016. Di chi è la colpa ? 

Pubblichiamo interalmente i comunicati dell’ufficio stampa della Regione Liguria. – Nell’occasione, è stata presentata la guida Biodiversità per tutti i gusti, menù itineranti nelle aree protette liguri: una pubblicazione di 80 pagine che riguarda i 19 fra parchi e aree protette che fanno della Liguria una delle regioni più attente alla costruzione di un modello di sviluppo sostenibile grazie alla tutela dell’ambiente. Dai Giardini Botanici Hanbury all’Alta Via dei Monti Liguri, passando per Antola, Beigua, Aveto, 5 Terre, Bergeggi e Portofino: ogni angolo della Liguria ha peculiarità ambientali e naturali che si riflettono in comunità locali e ricette tipiche. Tutte da scoprire, provare ed assaggiare grazie alla pubblicazione che è scaricabile anche dal sito www.arpal.gov.it, dove si trova anche l’accesso al Li.Bi.Oss., l’Osservatorio Ligure sulla Biodiversità.

Trenta giovani chef e maitre degli istituti alberghieri liguri conquistano i visitatori di Expo che sperimentano le ricette della tradizione ligure

REGIONE LIGURIA, EXPO 2015, SPAZIO LIGURIA, GIORNATA DEGLI ISTITUTI ALBERGHIERI, ALASSIO E STATO DELLO ZIMBABWE SI INCONTRANO IN CUCINA, LO CHEF JOHNSON B. MARUMA PREPARA I BACI DI ALASSIO CON I RAGAZZI DELL’ISTITUTO GIANCARDI-GALILEI-AICARDI

Carlo Maria Balzola, quarta generazione dello storico marchio alassino

Milano –  Alassio e lo Stato dello Zimbabwe s’incontrano in cucina nello spazio Liguria di EXPO 2015. È avvenuto questa mattina, quando il pluripremiato chef africano Johnson B. Maruma, Chief Technical Instructor, ha eseguito insieme con i ragazzi dell’Istituto alberghiero Giancardi-Galilei-Aicardi, i tipici “Baci di Alassio” con Carlomaria Balzola della storica pasticceria Balzola di Alassio, uno scambio culturale ed enogastronomico all’insegna dei sapori del territorio. Maruma, che lavora per il Ministero del Turismo in Zimbabwe in qualità di docente capo tecnico e si occupa di supervisionare tutte le strutture ricettive presenti e di formare tutti gli chef dello Zimbabwe, oltre a ricoprire l’incarico di Segretario esecutivo per l’Associazione Chef del suo Paese, aveva recentemente partecipato, ospite dell’Istituto Alberghiero e del Comune di Alassio, alla cosiddetta “sfida del pane di grano turco”, pane realizzato con farina di mais, di cui lo Zimbabwe è grande produttore.

L’incontro, al quale erano presenti anche S.E. George El Badaoui, Console generale dello Stato dello Zimbabwe e il prof. Tommaso Berruti, preside dell’Istituto Giancardi-Galilei-Aicardi, rientra nell’ambito del progetto Italian Food Riviera Class, svolto in partnership tra gli Istituti alberghieri della Liguria e le associazioni nazionali delle professioni legate all’hotellerie, finalizzato alla valorizzazione e alla promozione dei prodotti DOP e IGP liguri in occasione di EXPO 2015.

Il prof. Tommaso Berruti preside dell’Istituto Giancardi Galilei Aicardi

Intanto continua il grande afflusso di visitatori per la giornata degli istituti alberghieri nello spazio Liguria a Expo 2015. Sono in corso i laboratori del fare delle Scuole Alberghiere di Alassio, Finale Ligure, Sestri Ponente e La Spezia all’insegna del cooperative cooking con i visitatori di Expo impegnati a realizzare alcune ricette della tradizione ligure. Il format, proposto dal Centro Studi del Giancardi, ha condotto attraverso video e immagini i partecipanti alle attività culinarie nei territori della nostra regione, li ha emozionati con i racconti dei testimonial, per poi farli diventare protagonisti con l’esecuzione della ricetta, e infine promotori attraverso le piattaforme social del food made in Liguria. Così, a un ritmo di tre performance l’ora, dalle ore 10.30 i tanti visitatori dello spazio della Regione Liguria, il giardino sul mare, realizzato attraverso Liguria International, hanno potuto realizzare e degustare nei laboratori del fare il Chiffero di Finale Ligure, il Bacio di Alassio, il miele con il formaggio e la birra realizzati dai partecipanti al corso di formazione per disoccupati, organizzato da E.L.Fo e finanziato dalla Provincia di Savona e dal Fondo Sociale Europeo. Un Expo all’insegna dei giovani talenti e delle eccellenze della Liguria, che proseguirà fino alle 22.00 con Arte&food del progetto T3RRA e le degustazioni dei vini con le cantine Ruffino Punta Crena, Durin, Bio Vio e Cascina Nirasca. A guidare gli oltre trenta giovani talenti degli alberghieri, negli eventi enogastronomici, organizzati dagli istituti Giancardi, Migliorini, Bergese e Casini, i presidi Tommaso Berruti, Angelo Capizzi e Maria Torre, coadiuvati dagli chef Rita Baio, Giovanni Tonoli, Mario Vangeli, Andrea Cresta, Renato Grasso e dai docenti Sandro Genesio, Giovannino Falcone, Antonella Annitto, Monica Barbera, Michela Orecchia, Margherita Ratto, Tiziana Mucci, Alberto Peluffo, Maria Elisabetta Corradi, Nello Simoncini e Franco Laureri.

Proposta respinta per motivi di sicurezza

REGIONE LIGURIA, TURISMO: NIENTE FUOCHI ARTIFICIALI A EXPO MILANO 2105

GENOVA. La Liguria non potrà aprire , il 22 maggio, gli eventi al Padiglione Italia di Expo Milano 2015 con uno spettacolo pirotecnico allestito nell’arena del lago nella zona Nord del Padiglione Italia. Per motivi di sicurezza Expo Milano 2015 ha messo un veto alla proposta avanzata nei mesi scorsi dalla Regione Liguria e condivisa con i Sestieri di Rapallo, i Quartieri di Recco e i “massari” di altre località particolarmente “pirotecniche”, da Gattorna, a Favale di Malvaro, Sori, a Taggia. Lo ha confermato l’assessore regionale al Turismo Angelo Berlangieri, nel corso della conferenza stampa sulla presenza delle Liguria all’esposizione universale, in mattinata, nella sede di Liguria International. Per la Regione Liguria gli spettacoli pirotecnici, promossi dal sito “Le città liguri dei fuochi”, realizzato con l’Agenzia In Liguria ,sono “ fuochi di passione popolare e di fede , che raccontano le radici nel territorio” Tradizioni popolari liguri che un grande spettacolo pirotecnico musicale aperto con il tricolore, offerto all’Italia e al mondo , avrebbe contribuito a far conoscere a tutti.

 

 

 

 

 

 

Condividi!
    Print Friendly and PDF

    collabora

    collabora

    Segnalazioni e consigli

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Oggetto

    Il tuo messaggio

    Archivio Articoli

    Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su Accetta Più info

    Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. Ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 D. Lgs. n. 196/2003 si rende noto quanto segue: I Suoi dati saranno trattati nel pieno rispetto delle disposizioni vigenti soltanto dagli autorizzati, esclusivamente per dare corso all’invio della newsletter e informarla sulle novità editoriali del settimanale. Il conferimento dei dati ha natura obbligatoria e autorizza al trattamento in relazione alla sola finalità sopra esposta. Il rifiuto di fornire tali dati comporterà l’impossibilità di inoltrarle via e-mail le informazioni relative alle notizie riportate da: Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. I Suoi dati non saranno comunicati a terzi, né diffusi. Lei potrà rivolgersi in qualunque momento al Servizio newsletter attraverso l’indirizzo Blog@trucioli.it per esercitare i diritti previsti dall’art. 7 del D.lgs 196/03. I dati sono trattati elettronicamente, in modo da garantirne la sicurezza e la riservatezza, e sono conservati presso il’archivio di trucioli.it Nel rispetto del art. 7 della legge di cui sopra ti informiamo che puoi modificare o rimuovere completamente i tuoi dati scrivendo a blog@trucioli.it.

    Chiudi