Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Borghetto S. Spirito: li avete voluti ?…E adesso teneteveli

I cittadini di Borghetto S.Spirito possono stare tranquilli : il “VERGOGNOSO DEGRADO” della parte finale della passeggiata di ponente, rimarrà ancora così, almeno per due anni. Lo ha dichiarato pubblicamente l’assessore ai Lavori Pubblici Emanuele PARRINELLO nella seduta del Consiglio Comunale del 30 giugno 2014.

  

  

Ad una interrogazione dei consiglieri di minoranza, ANGELUCCI, MORENO e VILLA, ha risposto senza indugio che, in considerazione del fatto che entro il 2015 (per uno che è cresciuto a pane e politica mi sembra strano che se le creda le cose che dice) sarà terminato il rifacimento della passeggiata di ponente, non vale la pena di spendere 30.000,00 € per liberare lo spiazzo sotto il Castello Borelli dai massi, dai detriti, dalle transenne e dalle erbacce. Lasciamo tutto com’è, intanto fra due anni il luogo sarà più bello e accogliente, dice lui. Stupisce anche il silenzio della Capitaneria di Porto che dovrebbe vigilare e tutelare i siti del pubblico demanio.

Risparmiare 30.000,00 € per un’opera così importante non è sintomo di buon governo, ma sciocca taccagneria oltre che miopia amministrativa, lasciando la difesa dell’immagine del nostro povero Paese, che dovrebbe essere ad alta vocazione turistica, a Dj Francone.

Aver detto ciò che ha detto, è come se nella camera da letto dell’Assessore ai Lavori Pubblici, oggi, in piena estate, sulle lenzuola azzurre con gli orsetti ci fosse ancora il piumone, perché intanto fra sei mesi farà nuovamente freddo e poi toglierlo per portarlo in lavanderia costa 25,00 € e non ne vale la pena se l’anno prossimo si può sporcare nuovamente.

Non meno prodigo di spiegazioni, l’Assessore, è stato nel rispondere sull’interrogazione relativa al vecchio Municipio di Via Cavour: per quel che si è potuto capire, vista l’abitudine che ha di parlare col microfono sulle gengive, prima di poter intervenire c’è di mezzo la Soprintendenza, il FAI, i progetti che devono essere fatti solo da determinati tecnici, i notai, i commercialisti, Mago Merlino ecc.ecc.ecc., ma sorci morti non ce ne sono.

Anche qui, in perfetto stile renziano, una bella quintalata di parole, ma questa volta, furbescamente, non si è lasciato scappare una data, un giorno, un termine su quando avranno inizio i lavori. Hai capito il PARRINELLO?

E così, in una serata che avrebbe fatto venire la depressione acuta anche a Paperino, il Consiglio Comunale si è consumato tra una interrogazione e l’altra, tra le risposte degli assessori e le intemperanze del Sindaco, mettendo ancora una volta in evidenza la sofferenza governativa della Giunta GANDOLFO. Il fatto, poi, che su otto argomenti all’Ordine del giorno del Consiglio, sei fossero interrogazioni della Minoranza, fa pensare male, molto male, perché non si può amministrare unicamente con delibere di Giunta.

Forse nessuno mi crederà , ma io non sono contento di denunciare queste situazioni, anzi sono molto infelice, perché vorrei che Borghetto S.S. riuscisse finalmente a riscattarsi, ad iniziare un nuovo cammino e a smettere di essere una periferia degradata, ma purtroppo anche questa volta abbiamo perso il treno del rinnovamento. Anzi ne siamo scesi.

Silvestro Pampolini

Avatar

S.Pampolini

Torna in alto