Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Caffeina per restare svegli/ Non pagare le tasse è peccato, non per tutti

G A T T O P A R D I A N A , caro lettore….
NON PAGARE LE TASSE E’ PECCATO MA NON PER TUTTI
Quanto tempo perso da quando Mosè portò giù dal Monte le Tavole con il settimo comandamento  ‘non rubare’: anche Papa Francesco ha precisato che non pagare le tasse è peccato; ne siamo tutti ben consci a parte il dubbio se il ‘peccato’ è o non è retroattivo (come per la sentenza Berlusconi, legge Severino), cioè se ravveduti e facendo il proprio dovere da oggi in avanti per il regresso non si è comunque responsabili e quindi colpevoli.
GRAZIE PAPA FRANCESCO PER LA SPERANZA RISVEGLIATA 
Da Lampedusa al centro Astalli di Roma di accoglienza dei profughi gestito da oltre 32 anni dai Gesuiti, continua il viaggio della sofferenza di Papa Francesco.
Riportiamo semplicemente alcune frasi, senza alcun commento, superfluo, di quanto detto a proposito da questo Papa straordinario:
‘i rifugiati sono la carne di Cristo e difendono la nostra dignità’; 
‘non basta dare un panino ma bisogna accompagnare queste persone’. 
‘la Chiesa faccia di più, i Conventi chiusi non servono per essere trasformati in alberghi e fare soldi, debbono essere utilizzati come strutture di accoglienza per la gente che fugge da guerre e fame’;
‘non dobbiamo avere paura delle differenze, la fraternità ci dice che sono una ricchezza, un dono per tutti.
CHE CI STA’ A FARE IL DIAVOLO? 
Il Libero Arbitrio è auspicabile ma difficilmente è sostenibile: gli uomini ‘godono’ delle tentazioni, delle lusinghe di potere, del soggiogamento del prossimo, altrimenti che ci starebbe a fare il Diavolo?.
PD & PdL EX FIDANZATI 
Ormai è certo, i due fidanzati per convenienza, PD & Pdl, sono alla rottura: sorge il dubbio di chi dovrà restuire i regali.
CARO LETTORE
E tu, caro Amico lettore, cosa urge di più nella tua vita?
La passione e l’amore per il bello, il sorriso dei figli, la serenità dei giorni e il sonno del giusto; oppure l’inquietudine del procedere avido e periglioso per il raggiungimento comunque e ad ogni costo del potere?.
VINCERA’ IL PD  MA DI SICURO PERDERA’  LA SINISTRA
E’ scontato, Matteo Renzi vincerà le primarie PD, tutti o quasi ad accodarsi, si sa come sono gli italiani, voltagabbana ed opportunisti, prontissimi a salire sul carro del vincitore.
Il fatto che lascia stupiti è che si fa finta di nulla, si elude, di non comprendere che Matteo Renzi è un uomo di sinistra farlocco, ma bensì un uomo di destra furbescamente camuffato, colui che si è recato a rendere omaggio a Berlusconi ad Arcore,  A tempo perso Sindaco di Firenze, affittato Ponte Vecchio all’amico Montezemolo, rifatto il verso a Fonzie nel programma Tv della De Filippi per accreditarsi come giovane rampante, culo e camicia di finanzieri e manager di alto livello.
Quindi: con Renzi vincerà il PD ma di sicuro perderà la ‘sinistra’.
I POLLI DI RENZO
Matteo Renzi su Repubblica del 31 agosto ‘ vinco io e rottamerò tutte le correnti del PD’.
A’ Matteo, non ti confondere, non siamo ai tempi dei Promessi Sposi, i ‘polli di Renzo’ sono un’altra storia!.
IL DUBBIO
Alle prossime elezioni politiche, stando e continuando così le cose, il PD (dovrebbe) vincere a piene mani: resta il dubbio se lo farà come partito tanto per dimostrarne la propria forza elettorale o lo farà per essere qualcosa di nuovo.
DOMANDA FACILE, RISPOSTA NON PERVENUTA
Questa ‘sinistra’, chiamiamola cosi tanto per, ‘non è la stessa che da sempre fa accordi con la destra?’. 
SPECCHI DEFORMANTI
Pier Luigi Bersani, ancor vivo, su l’Unità del 4 sett: ‘la sinistra non può essere una destra abbellita’. 
A Bersà, ma che hai appeso nelle stanze del PD, gli specchi deformanti?.
 …va be’ che se ne imbrocchi una giusta è perchè ti sei sbagliato.
BRODO DI SANTACHE’
Chissà per quale strana alchimia in autunno le galline scodellano più uova, i ‘chicchirichi’ sono assordanti e i pollai in allegro fermento.
Ugualmente in TV, ritornano i talk show di riferimento politco, veramente troppi e spudoratamente di parte, da Piazza Pulita a Quinta Colonna, da Otto e mezzo ad Agorà, da Omnibus a Coffee Break, senza dimenticare ovviamente il pollaio per eccellenza di Porta a Porta del gallo perennemente in love Bruno Vespa.
Certo che la Daniela Santachè, come pollastra, fa la sua bella figura tutta incipriata e con quel delizioso nasino aristocratico, vien voglia di spogliarla, pardon spiumarla, e metterla in pentola con le verdure per un buon brodo di quelli che ad assaggiarlo fanno rizzare il cuore e non solo quello.
RICCHEZZA & POVERTA’.
Sincera fino in fondo Francesca Pascale, fidanzata innamorata di Berlusconi, ecco quanto ha scritto convinta su facebook .‘Silvio ti amerò sempre in ricchezza e in povertà’…magari per ogni evenienza (questo lo aggiungiamo noi)  meglio  fare testamento per tempo.
PEZZI DI RICAMBIO UMANI
Chissà, forse siamo degli emeriti coglioni: con  l’esistenza condizionata, ossessiva, ‘che non è da furbi accontentarsi di ciò che si ha’, costruendo giorno per giorno il pilastro dell’infelicità in quanto ciò che non si possiede, o non si può, è ovviamente illimitato; obbligandoci come in un girone infernale ad inseguire obiettivi dopo obiettivi, un meccanismo perverso che ci soffoca e che ci rende schiavi, coglioni: che nel momento della nostra morte un altro pezzo di ricambio è pronto comunque a sostituirci.
QUANTO COSTA LA LIBERTA’?
Quanto costa la libertà individuale e quanto e fino a che punto sono lecite le misure restrittive dello Stato nei confronti di ciascuno di noi sia pure in funzione di una regolamentazione del sistema collettivo?.
Come dice un vecchio proverbio Catalano ‘ci pisciano in testa e vogliono farci credere che piove’. 
GIOVENTU’ BRUCIATA
Ogni attimo un graffio nel cuore, un futuro sognato ma non percepibile, i giovani sempre più convinti che in questo mondo non esiste nè giustizia nè garanzie: e allora cedono alla prepotenza, alla violenza gratuita, all’intolleranza, alle angherie nei confronti dei diversi quando ancor peggio verso i propri cari.
Si tracima da una esistenza normalmente corretta e rispettosa del prossimo considerando giusto ignorare le leggi ed infrangerle a proprio uso e consumo, purtroppo nessuno si fa carico responsabile di insegnare e spiegare a questi giovani allo sbando, sovente loro malgrado,  la giusta concretezza della vita se non sterili e pelose parole di circostanza.
ITALIA CINCIALLEGRA
E’ bene continuare a denunciarlo: sono oltre 100 mila i manager che in Italia percepiscono un pensione superiore a 90 mila euro ogni mese, più o meno 3.080 al giorno, circa 13 milioni all’anno considerando le doppie mensilità.
Tanto per sopravvivere, ‘poveri cristi’.
Pensioni che sovvenzioniamo noi cittadini, citrulli e benefattori nostro malgrado: e pensare che con un riduzione di tali pensioni,  l’abolizione immediata del finanziamento ai partiti e la riduzione degli stipendi d’oro dei politici parlamentari, l’Italia economica risorgerebbe in quattro e quattr’otto come una cinciallegra.
SENATORI A VITA, QUATTRO PICCIONI CON UNA FAVA
‘La migliore gioventù’ quattro Senatori a vita, tutti di area centrosinistra, nominati da Napolitano per impallinare Berlusconi e nel contempo, non si sa mai, assicurarsi i voti per il terzo mandato presidenziale che come dice il proverbio ‘non c’è il due senza il tre’.
Avatar

G.Gigliotti

Torna in alto