Numero visualizzazioni articolo: 397

Loano, quando l’avvocato diventa scrittore
Silvio Carrara e il suo Deliria De Profundis
E a Finale i primati del giornalista Cervone

Dai palazzi di giustizia alle aule di udienza, dagli atti giudiziari del penale e civile ai codici, dallo studio ricavato nel casa ‘nobiliare’ di Stefano Carrara, in via Garibaldi a Loano, all’impegno culturale e sociale, con la dote di scrittore. E’ l’esordio nella sua città di Silvio Carrara, figlio di Stefano  Ezechiele che a Loano è stato il primo ed unico parlamentare della storia repubblicana, vice sindaco per un breve periodo durante la seconda amministrazione del sindaco Felice Elice. Per Carrara junior impegno da autore, ma anche per promuovere, con la donazione dei proventi del libro (Deliria De Profundis), l’attività dell’Associazione Artemisia Gentileschi che assiste le donne vittime di violenze e soprusi. E a Finale Ligure interessante dibattito: perché il re preferisce Badoglio al generale Caviglia per sostituire Mussolini ? Incontro promosso dall’Anpi con il giornalista e biografo Pier Paolo Cervone che è stato sindaco di Finale.

L’autore, Silvio Carrara, partecipa alla sesta edizione della rassegna “Martedì della cultura”, martedì 18 luglio 2017, ad ore 18, presso il Giardino del Principe di Loano (in caso di pioggia presso la sala consiliare di Palazzo Doria sede del Municipio), sarà presentata, col patrocinio del Comune, la propria raccolta di racconti fantastici e gotici Deliria De Profundis.

La targa affissa alla parete dello storico edificio di via Garibaldi che ricorda la nascita dello scrittore Stefano Carrara

Alla presentazione seguirà rinfresco. Il ricavato di eventuali vendite andrà in beneficenza all’Associazione Artemisia Gentileschi impegnata ad aiutare le donne vittime di violenza. Artemisia Gentileschi (Roma, 1593 – Napoli 1652/53). Pittrice romana, figlia del pisano Orazio Gentileschi (pittore seguace della maniera caravaggesca) e di Prudenza Montone è la prima di sei figli (tutti maschi). Divenuta orfana di madre a soli 12 anni segue le orme del padre e si avvicina alla pittura in tenerissima età divenendo ben presto una delle poche pittrici di spicco della scena artistica europea. Tuttavia Artemisia è nota non solo per le sue opere, che rappresentano una delle eccellenze femminili europee del tempo, ma anche perché protagonista di un processo per stupro, che fece scalpore tra i suoi contemporanei. La giovane Artemisia che all’epoca aveva 15 anni accusò il pittore e amico del padre Agostino Tassi di averla violentata e nel 1612 ebbe inizio un processo lungo, che dopo otto mesi di carcere per lo stupratore, si concluse con un’archiviazione del caso. Lo scalpore fu dovuto proprio dall’eccezionalità del caso che vedeva una giovane donna accusare un uomo di violenza sessuale.

Lo Sportello Artemisia offre aiuto alle donne vittima di violenza attraverso una serie di servizi gratuiti: colloqui di accoglienza; prima consulenza legale; prima consulenza psicologica; accompagnamento per il disbrigo pratiche.

Silvio e Stefano Carrara

Il progetto “Da cosa nasce cosa” per educare i giovani al rispetto come prevenzione alla violenza; madrina di eccezione la Professoressa Maria Rita Parsi. Il progetto ha coinvolto inizialmente una classe della terza media dell’Istituto Comprensoriale. Loano- Boissano e una classe prima superiore dell’Istituto Falcone di Loano.  L’argomento della violenza purtroppo è attuale e noi vogliamo aiutare i giovani, nelle scuole proprio a riconoscere nel rispetto degli altri uno dei modi per combatterla.

L’Associazione Culturale LunaNera” non-profit è composta da persone che hanno a cuore la diffusione della Cultura e dell’Arte in tutte le loro molteplici forme e manifestazioni: poesia, narrativa, musica, saggistica, arti figurative, fotografia, ecc. I partecipanti a questa libera Associazione Culturale – apartitica e apolitica – sono autori (e non solo), che si sono uniti sinergicamente per un’attività a 360°, secondo il criterio del concetto di “arte totale”. Condividono con amore e passione i loro progetti e perseguono con caparbietà i loro sogni, per arrivare a reali finalità benefiche e umanitarie, oltre a quelle artistiche e letterarie. L’idea di base e l’intento derivano dalla volontà di organizzare eventi, spettacoli, rassegne, mostre, presentazioni di autori e loro opere, readings poetici e pubblicazioni a prezzi contenuti e vantaggiosi a favore di chi si associa, questo per consentire a chiunque la possibilità di esprimersi nell’ambito della Cultura e dell’Arte, di far conoscere autori meritevoli, esordienti e non, proponendo una validissima alternativa alle convenzionali case editrici (che il più delle volte speculano sugli autori stessi), devolvendo in beneficenza i ricavati delle vendite di tutte le pubblicazioni. Gloria Vettori, Roberta Borgianni, Chiara Pezzuoli, Alessandro Moschini e Carmine Valendino fondatori di “LunaNera” nel 2011, sostenuti da amici che hanno condiviso questo progetto, credono fortemente nella sfida che hanno avviato per far sì che gli autori e la loro creatività non siano solo ridotti a merce soggetta alla indifferente logica del mercato e contribuire inoltre al sostegno della causa umanitaria scelta, nello specifico alla Fondazione Meyer dell’Ospedale pediatrico Meyer di Firenze, progetto G.A.I.A. che si occupa del recupero dei bambini che hanno subito abusi e/o violanze.

FINALE LIGURE IL GIORNALISTA CERVONE DA UN PRIMATO ALL’ALTRO COME SCRITTORE E BIOGRAFO

25 luglio 1943: perché il re preferisce Badoglio a Caviglia per sostituire Mussolini ?

E’ questo il titolo di un dibattito con Pier Paolo Cervone (biografo del generale Caviglia ed ex sindaco di Finale Ligure) promosso dal Centro Studi Costituzione e Democrazia col patrocinio dell’ANPI Provinciale d Savona.

Il dibattito si terrà domenica 23 luglio 2017 dalle ore 21 a Finalmarina, Lungomare Migliorini, presso la Spiaggia dei Neri, gentilmente messa a disposizione dalla “Compagnia San Pietro”.

Chi è interessato ad approfondire la conoscenza dei fatti del 25 aprile 1943 può scaricare l’articolo di Luigi Vassallo 25 luglio 1943: una tragedia con tratti farseschi.

 

 

 

Condividi!
    Print Friendly and PDF

    collabora

    collabora

    Segnalazioni e consigli

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Oggetto

    Il tuo messaggio

    Archivio Articoli

    Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su “accetta Più info

    Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. Ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 D. Lgs. n. 196/2003 si rende noto quanto segue: I Suoi dati saranno trattati nel pieno rispetto delle disposizioni vigenti soltanto dagli autorizzati, esclusivamente per dare corso all’invio della newsletter e informarla sulle novità editoriali del settimanale. Il conferimento dei dati ha natura obbligatoria e autorizza al trattamento in relazione alla sola finalità sopra esposta. Il rifiuto di fornire tali dati comporterà l’impossibilità di inoltrarle via e-mail le informazioni relative alle notizie riportate da: Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. I Suoi dati non saranno comunicati a terzi, né diffusi. Lei potrà rivolgersi in qualunque momento al Servizio newsletter attraverso l’indirizzo Blog@trucioli.it per esercitare i diritti previsti dall’art. 7 del D.lgs 196/03. I dati sono trattati elettronicamente, in modo da garantirne la sicurezza e la riservatezza, e sono conservati presso il’archivio di trucioli.it Nel rispetto del art. 7 della legge di cui sopra ti informiamo che puoi modificare o rimuovere completamente i tuoi dati scrivendo a blog@trucioli.it.

    Chiudi