Numero visualizzazioni articolo: 304

I 90 mila tulipani del Castello di Pralormo e l’acqua S. Bernardo, ma colletta per Garessio

‘San Bernardo la lunga tradizione di qualità e di stile tutta italiana’, ricorda uno slogan. S.Bernardo che rappresenta l’ultima locomotiva in buona salute e crescente successo per la disastrata economia di Garessio, a partire da ricettività e turismo. ‘Un paese morto – lo descrivono gli ultimi visitatori – ignari ed increduli di non trovare più un albergo, un ristorante degni di questo nome. Garessini e turisti costretti ad emigrare in altri centri della Val Tanaro, ad Ormea, Ponte di Nava, alla Foresta Nera (un’eccezione alla regola in frazione Trappa). Crisi di locali a Bagnasco. Un’area di gravissima recessione turistica in controtendenza a altre mete del cuneese dove brillano le Stelle Michelin. Garessio ormai spettrale e fa impressione leggere che grazie all’aiuto degli imperiesi ha potuto riaprire la storica farmacia Manfredi già colpita da un alluvione nel 1994. (vedi servizio a fondo pagina del Secolo XIX). Cari tulipani Garessio ha davvero bisogno di un’infiorata non passeggera.

Acqua S.Bernardo sarà anche quest’anno l’acqua ufficiale della 18ª edizione Messer Tulipano, lo straordinario evento tra natura e cultura, che festeggia la primavera nel cuore del Piemonte, al Castello di Pralormo, celebre per la straordinaria fioritura di oltre 90mila tulipani. La manifestazione si apre il 1° aprile e si chiuderà il 1° maggio.

Per la 18ª edizione di Messer Tulipano sono previsti, come di consueto, eventi collaterali, mostre e suggestive scenografie.

L’evento è stato presentato ieri a Palazzo Cisterna di Torino sede storica della Provincia di Torino, ora Città Metropolitana. Si tratta dell’edizione della maggiore età, come ha ricordato nel suo intervento la contessa Consolata Beraudo di Pralormo.

Carlotta Trevisan consigliera delegata della città metropolitana ha spiegato come il Castello di Pralormo sia “un tesoro della città metropolitana” e una visita a Messer Tulipano possa essere “istruttiva sia per gli adulti sia per i bambini”.

L’organizzazione di Messer Tulipano è stata come di consueto curata nei minimi particolari “iniziamo a pensare all’edizione successiva un anno prima – ha spiegato la contessa – Puntiamo sui fiori, ma anche su grandi alberi. Tra le novità di quest’anno presenteremo una collezione segreta di bonsai cinesi, alti un metro e mezzo”.

I tulipani sono passati da 80 a 90mila grazie all’apertura di una nuova area del parco. I bambini saranno come di consueto coccolati tra laboratori e giochi. Tra le curiosità anche dei Dog Bar, punti di ristoro per cani.

Pralormo, come ha spiegato il sindaco Lorenzo Fogliato organizzerà anche una serie di eventi collaterali per i tanti visitatori, lo scorso anno fino a 9mila persone ogni domenica.

Presente anche Ippolito Ostellino, direttore del parco Aree Protette del Po e della Collina Torinese. Tra i partner dell’evento, la Camera di Commercio di Torino con i suoi “Maestri del gusto” e la nostra Acqua S.Bernardo, che come ha ricordato la contessa di Pralormo “è un orgoglio del Piemonte”.

Quest’anno, le Gocce, bottiglie disegnate da Giorgetto Giugiaro, non solo disseteranno tutti i partecipanti alla manifestazione. Acqua S.Bernardo presenta infatti H2Orto: un vero orto sospeso creato con le bottiglie Pet di Acqua S.Bernardo.

Dai rami di un grande albero, un secolare cedro del libano, penderanno bottiglie di S.Bernardo, in cui sono piantate essenze varie, piante aromatiche, di piccoli frutti e alcuni fiori.

Da questa installazione i visitatori potranno ispirarsi per realizzare a casa il proprio orto sospeso, riciclando e adattando le Gocce, le bottiglie S.Bernardo, per creare degli angoli verdi adatti anche ai balconi e terrazzi di città.

Un cartello dettagliato illustrerà i passaggi da seguire per ricreare il proprio H2Orto S.Bernardo.

La seconda installazione dedicata alla nostra acqua sarà sul prato, all’ombra di un grande albero, tra le verdure fresche, con un elegante tavolo imbandito su cui spiccheranno bottiglie S.Bernardo di vetro.

«Siamo felici di tornare al Castello di Pralormo per Messer Tulipano: luogo ed evento ben rappresentano lo spirito di S.Bernardo – spiega il direttore generale Antonio Biella – Abbiamo infatti lanciato sul mercato una gamma di prodotti ispirati proprio al mondo bio, inoltre la nostra acqua sgorga dalle Alpi Marittime nella natura incontaminata. Siamo affascinati dalla storia d’Italia, così come è narrata da questo luogo incantato, di proprietà dei Conti Beraudo di Pralormo fin dal lontano 1680. Il Castello, ogni suo ambiente e in ogni angolo del parco, raccontano storie irrinunciabili del nostro passato, la sua perfetta conservazione ci proietta in un futuro che ha solide basi, fondate su questo territorio e sulla sua natura».

L’edizione 2017 sarà dedicata al tema “Gli alberi raccontano”, sviluppato con allestimenti ed esposizioni. Il tema degli alberi sarà interpretato anche da artisti e stilisti che, ispirati dalla magia della Natura dedicheranno a Messer Tulipano creazioni a tema.

Il castello di Pralormo fa parte di Associazione Dimore Storiche Italiane e Grandi Giardini Italiani

S.BERNARDO

S.Bernardo rappresenta la perfetta unione di qualità, tradizione ed eleganza. La sua fonte ha origine nelle Alpi Marittime, a un’altezza di 1.300 m, in un ambiente sano e incontaminato. Conosciuta sin dal 1926 per la sua leggerezza e per le eccellenti caratteristiche organolettiche, dagli anni novanta è anche espressione del design italiano, grazie alla sua inconfondibile bottiglia “gocce”, disegnata da Giorgetto Giugiaro. Ancora oggi icona di stile.

Distribuita nei canali retail, ho.re.ca e door to door, è disponibile in una gamma completa di formati in vetro e pet.

Da maggio 2015 è entrata a far parte del Gruppo Montecristo.

S.Bernardo. La lunga tradizione di qualità e stile tutta italiana.

GRUPPO MONTECRISTO

Il Gruppo Montecristo nasce dall’unione di due famiglie italiane, da generazioni attori protagonisti nel settore delle acque minerali e del beverage. Negli ultimi quattro anni il Gruppo ha effettuato importanti passi sul mercato nazionale, con l’acquisizione nel 2011 di Fonte Ilaria spa di Lucca e nel 2012 di Fonti Di Posina spa di Vicenza.

Diventato uno dei principali produttori di bevande gasate e asettiche specializzato nelle private label, è attivo nella distribuzione in tutti i canali moderni.

PER AMPLIARE LA LETTURA FAI UN CLICK SULL’IMMAGINE

 

Condividi!
    Print Friendly and PDF

    collabora

    collabora

    Segnalazioni e consigli

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Oggetto

    Il tuo messaggio

    Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su “accetta Più info

    Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. Ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 D. Lgs. n. 196/2003 si rende noto quanto segue: I Suoi dati saranno trattati nel pieno rispetto delle disposizioni vigenti soltanto dagli autorizzati, esclusivamente per dare corso all’invio della newsletter e informarla sulle novità editoriali del settimanale. Il conferimento dei dati ha natura obbligatoria e autorizza al trattamento in relazione alla sola finalità sopra esposta. Il rifiuto di fornire tali dati comporterà l’impossibilità di inoltrarle via e-mail le informazioni relative alle notizie riportate da: Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. I Suoi dati non saranno comunicati a terzi, né diffusi. Lei potrà rivolgersi in qualunque momento al Servizio newsletter attraverso l’indirizzo Blog@trucioli.it per esercitare i diritti previsti dall’art. 7 del D.lgs 196/03. I dati sono trattati elettronicamente, in modo da garantirne la sicurezza e la riservatezza, e sono conservati presso il’archivio di trucioli.it Nel rispetto del art. 7 della legge di cui sopra ti informiamo che puoi modificare o rimuovere completamente i tuoi dati scrivendo a blog@trucioli.it.

    Chiudi