Numero visualizzazioni articolo: 522

Lettera / Cosa è rimasto della conca di Pornassio decantata da Mario Soldati

Leggo volentieri  trucioli.it specialmente quando parla della Valle Arroscia e fa una seria ed attenta riflessione su come la politica abbia completamente dimenticato (tranne forse sotto elezioni) i suoi abitanti. Ci sono però diverse questioni, principalmente riguardanti il Comune di Pornassio che non condivido assolutamente.

Un angolo caratteristico di Ponti di Pornassio (dal sito Gianan)

Innanzitutto la storia della perfetta integrazione dei migranti e della loro importanza tanto declamata dal sindaco Fossati. Alla ex Colonia Alpina Ferrante Aporti, poi istituto Titta Novaro e alla ex Vittorino Da Feltre, sono ospitati, oltre a numerose persone con problemi psichici, 70/80 migranti (probabilmente il numero preciso Il Faggio lo conosce solo per il contributo dello stato) che trascorrono la giornata a passeggiare sul Colle di Nava.

A proposito dei due giovanotti che saltuariamente il Comune impiega per lavori di manutenzione appartengono alle prime ondate migratorie. La Coop Il Faggio li “affitta” al Comune di Pornassio tramite la Pro Loco per questi lavori appunto. Peccato che il Comune non si sia mai preoccupato di chiedere a qualche giovane (agricoltore, disoccupato ?) del paese se fosse interessato a svolgerli!!!

In compenso a Ponti di Pornassio 3/4 migranti lavorano per una Signora, che li impiega principalmente nell’edilizia, senza competenze, senza la minima sicurezza, in ruderi dichiarati pericolanti da ordinanza municipale. Tutto questo con il benestare dell’Amministrazione Comunale, dei Carabinieri locali e probabilmente del Prefetto ?

Vogliamo poi parlare dell’Ormeasco!!! Prendiamo l’automobile e una domenica facciamo una scampagnata tra i vigneti di Pornassio, fermandoci ad ammirare cosa è rimasto della conca di Pornassio tanto decantata da Mario Soldati.

Se poi si vuole fare un giro a Ponti di Pornassio, si troverà una splendida borgata, quasi abbandonata! Si, con uno spopolamento continuo, una cura del pubblico inesistente, buche nelle strade, parapetti pericolanti, soluzioni urbanistiche che urlano vendetta, fognature che perdono da anni, però con i numeri civici perfetti, per i quali l’Amministrazione Comunale chiede il pagamento di € 20 a numero.

Potrei anche dire di andare a fare un giro a Nava, a contare gli Alberghi che hanno chiuso, i camperesti che non possono parcheggiare neppure per un caffè perchè vengono multati dalla Polizia Provinciale.

Antonello Destefani, Pornassio

Nota di redazione: ringraziamo il lettore che con franchezza esprime un giudizio sul tema migranti in paese e riteniamo con spirito costruttivo il suo grido di dolore per la terra natia. Del resto basta leggere il portale della sua azienda famigliare per scoprire coerenza e buon esempio da cittadino: ” Erede di due famiglie contadine, negli anni, con fatica e dedizione, ho ripristinato il patrimonio agricolo ereditato, riuscendo ad oggi a coltivare circa 3.000 viti di Ormeasco e condurre oltre 400 alberi di ulivo. I piccoli orti a terrazze, manualmente coltivati, producono il rinomato Aglio di Vessalico. La mia piccola Azienda, situata nell’antico Borgo medievale di Ponti di Pornassio, è aperta a chiunque voglia visitarci. GIANAN, l’eccellenza per passione! Gianan, famoso nella storia locale che ancora oggi lo ricorda, è un avo noto per la propria caparbietà dimostrata nell’attaccamento alla propria terra, difesa ad ogni costo…”

 

Condividi!
    Print Friendly and PDF

    collabora

    collabora

    Segnalazioni e consigli

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Oggetto

    Il tuo messaggio

    Archivio Articoli

    Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su “accetta Più info

    Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. Ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 D. Lgs. n. 196/2003 si rende noto quanto segue: I Suoi dati saranno trattati nel pieno rispetto delle disposizioni vigenti soltanto dagli autorizzati, esclusivamente per dare corso all’invio della newsletter e informarla sulle novità editoriali del settimanale. Il conferimento dei dati ha natura obbligatoria e autorizza al trattamento in relazione alla sola finalità sopra esposta. Il rifiuto di fornire tali dati comporterà l’impossibilità di inoltrarle via e-mail le informazioni relative alle notizie riportate da: Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. I Suoi dati non saranno comunicati a terzi, né diffusi. Lei potrà rivolgersi in qualunque momento al Servizio newsletter attraverso l’indirizzo Blog@trucioli.it per esercitare i diritti previsti dall’art. 7 del D.lgs 196/03. I dati sono trattati elettronicamente, in modo da garantirne la sicurezza e la riservatezza, e sono conservati presso il’archivio di trucioli.it Nel rispetto del art. 7 della legge di cui sopra ti informiamo che puoi modificare o rimuovere completamente i tuoi dati scrivendo a blog@trucioli.it.

    Chiudi