Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Coumboscuro. Il bando del premio ‘Uno terro, uno lengo, un pople 2021’. Nel nome di Dante. Solo una settantina di allievi parla la lingua madre di antico ceppo provenzale

Uno terro, Uno lengo, un pople 2021, Crearein vulgare a ‘nostro modo’ nel nome di Dante. Il bando 2021 del premio in provenzale alpino – scadenza 30 settembre.

Il bando del premio Uno terro, uno lengo, un pople 2021 si colloca nelle celebrazioni dedicati ai 700 anni dalla nascita del sommo poeta. La ragione va ricercata nel lavoro linguistico dello scrittore fiorentino che nella sua fondante opera “De vulgari eloquentia” struttura il quadro linguistico in Italia e terre neolatine confinanti. Ciò permette di conoscere che Dante Alighieri conosceva bene l’antico provenzale, apprezzava le liriche dei trovatori, giungendo ad individuare in Arnaut Daniel colui che “fu miglior fabbro del parlar materno”. Lo stesso trovatore Dante lo fa esprimere nel Purgatorio “Ieu sui Arnaut, que plor e vau cantan / Io sono Arnaut che piango e me ne vado cantando…”. Unico caso di uso di un idioma diverso dal volgare nella Divina Commedia.

Il recente sondaggio che prima della pandemia ha coinvolto attraverso gli insegnanti gli studenti delle elementari delle valli alpine di Cuneo e Torino parla da solo: solamente una settantina di allievi parla ancora la lingua madre di antico ceppo provenzale. “I fattori che portano, nel mondo, alla dissolvenza delle lingue ancestrali sono diversi e sovrapponibili – indica il prof. Mathieu Avanzi docente alla Sorbonne – a partire dall’asfissia mediatica, che significa condizionamento all’appiattimento sulle lingue che vengono impiegate. Sarebbe utile creare sul web un esperimento che usa alcuni idiomi locali e vedere le reazioni delle popolazioni, soprattutto tra  i giovani. Potrebbe essere mezzo di riscatto linguistico innovativo e tutto da esplorare”. Intanto il Governo francese ad aprile 2021 ha approvato la legge Molac, che autorizza l’utilizzo delle lingue regionali nell’insegnamento (a base volontaria: cioè sono gli studenti che devono scegliere tale modalità) e l’autorizzazione a l’utilizzo della toponomastica in doppia lingua (regionale e nazionale). “Un passo indicativo – ironizza il ricercatore Guillaume Jacques – già limitato dalla Conseil Constitutionnel che ha ribadito che la lingua della Francia è il francese, in questa Europa ferma al congresso di Vienna”.

Sergio Arneodo

Il Premio / concorso promosso annualmente da Coumboscuro Centre Prouvençal rimane unica iniziativa che attiva la scrittura e la creatività nelle popolazioni delle valli di Cuneo e Torino. Nell’anno che onora Dante, quale creatore e diffusore dei “vulgari”, che hanno dato vita alle lingue moderne, “Uno terro, uno lengo, un pople” riveste ruolo propulsore per confermare una visione riconosciuta di Sergio ArneodoNon esiste lingua senza letteratura”: un passaggio che per la lingua provenzale è stato sdoganato dallo scrittore Frederic Mistral e portato sino al Nobel della letteratura. Ma, come la storia ci insegna, la lingua fa parte di un excursus ambientale, culturale e sociale, che in questi tempi non sorride alle “piccole lingue”. Dunque prosa, poesia, musica e parole saranno voce fragile, ma concreta per testimoniare la vitalità delle multiple espressioni linguistiche “a nosto modo” in questo speciale 2021. 

TLP2021 di letteratura provenzale alpina: TEMA : libero.

CATEGORIE : fiét/ragazzi (fino a 15 anni) e grand/adulti (oltre i 15 anni).

Sezioni –

1)  poesia   2) prosa 3) parole e musica

“creazione testo+musica” / “musica a commento di testo letterario” / “ testo su musica già esistente”

  • Film – image, documentari, interviste, spettacoli, fiction…

5)  Arti figurative, disegno, pittura, scultura…  Basto lou clik  sezione social

smartphone • Iphone  • tablet  – interviste, interpretazioni di testi, foto… racconta il  tuo paese

PREMI: edizioni in volume, discografiche, video, pubblicazione antologica delle opere

SCADENZA : presentazione degli elaborati, entro il 30 settembre 2021.

INFO: Coumboscuro Centre Prouvençal – www.coumboscuro.orginfo@coumboscuro.org

Tel. 0171.98707 – 328.6039251

Avatar

Trucioli

Torna in alto