Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Lettera dal WWF / Gallinara 100 mila € al Comune per Piano Area Protetta e Piano di gestione. Sono stati spesi?

Isola Gallinara. IL WWF Savona chiede informazioni riguardo lo status di redazione dei piani di gestione dell’Isola dopo che il Comune quale ente gestore ha ricevuto (nel 2019) un finanziamento di 100 mila €

Il WWF ha chiesto all’amministrazione comunale di Albenga quale ente gestore sia della Riserva naturale regionale della Gallinara istituita con Legge regionale n. 11/1989 che della Zona Speciale di Conservazione, informazioni circa lo stato di redazione del Piano dell’Area Protetta della Riserva naturale regionale e di quello del Piano di gestione della Zona Speciale di Conservazione. Difatti l’Associazione è venuta a conoscenza recentemente tramite la visione delle delibere di Giunta comunale n. 485-486 del 28 Novembre 2019, che il Comune di Albenga quale Ente gestore è risultato beneficiario:

– di un finanziamento PSR 2014/2020 per complessivi euro 48.384,49 per la predisposizione del Piano dell’Area Protetta della Riserva naturale regionale;

– di un finanziamento PSR 2014/2020 per complessivi euro 47.134,49 per la predisposizione del Piano di gestione della Zona Speciale di Conservazione denominata “Isola Gallinara” codice IT1324908;

Visto che

–        Le Misure di Conservazione (MDC) sono la raccolta di regolamentazioni, interventi da incentivare o da attuare da parte degli enti gestori, attività di monitoraggio o didattico-divulgative necessarie perché gli habitat e le specie si mantengano in un buono stato di conservazione, così come vuole la Direttiva Habitat;

–        La loro redazione, sito specifiche ed habitat specifiche è un obbligo ai sensi delle norme vigenti in materia di tutela della biodiversità;

–        Come previsto dall’art. 3 della L.R. n.11/89 l’istituzione del parco è volta a:

  1. a) garantire la tutela e la riqualificazione dell’ambiente naturale, dei valori storico-culturali e delle caratteristiche paesaggistiche del territorio interessato con particolare riguardo al patrimonio zoologico, botanico, archeologico e geomorfologico;
  2. b) promuovere la fruizione a fini scientifici, culturali e didattici dei beni ambientali in forme compatibili con la loro tutela.

Le notizie circa il non ancora definito piano di acquisizione pubblica di tutta l’area, potrebbero destare preoccupazioni circa la sua futura tutela e gestione. Nella missiva inviata, il WWF ha chiesto di poter  collaborare in forma gratuita, proponendosi all’Ente gestore  come supporto alla stesura e redazione dei predetti Piani sia dell’Area Protetta della Riserva naturale regionale che di quello del Piano di gestione della Zona Speciale di Conservazione; al fine di predisporre in tempi ben definiti la loro redazione e successiva approvazione presso gli Enti competenti.

WWF Savona (la segreteria)

Savona, lì 13/10/2020

MOLTI I COMMENTI DISCORDANTI CHE SI LEGGONO SUI SOCIAL PER LA SORTE DELLA GALLINARA

L’ARCHIVIO DI TRUCIOLI RACCHIUDE OLTRE MILLE ARTICOLI PIU’ SIGNIFICATIVI APPARSI DAL 1967 AD OGGI.

QUANTO SAREBBE UTILE AVERE SPAZIO E TEMPO PER RIPROPORLI, FARSI UN’IDEA  PROPRIA.  E QUANTO SIA L’INCONCLUDENZA, GLI IMPEGNI CON LE PAROLE AL VENTO. E MAI UNA SCELTA CHE POSSA RAPPRESENTARE UN BENEFICO MOTORE  PER L’INDOTTO. L’ABBIAMO GIA’ SCRITTO, SENZA ANDARE TROPPO LONTANO I RISULTATI CONCRETI DELLE TRE ISOLE CHE SI AFFACCIANO SU CANNES, LA COSTA AZZURRA DALLA QUALE POTREMMO IMPARARE E METTERE IN PRATICA. INVECE ANDIAMO DA UN CARNEVALE ALL’ALTRO DI POLEMICHE. SENZA CHE GOVERNI DI CENTRO SINISTRA (da Roma alla Regione, alla Provincia, al  Comune e Verdi compresi) E DI CENTRO DESTRA ABBIAMO ONORATO GLI IMPEGNI E CAPACI DI COMPIERE DELLE SCELTE. UNA VOLTA PER TUTTE. NEL SOLO INTERESSE DELLA COMUNITA’ TUTTA. MA CI SARA’ SEMPRE UNA MINORANZA DISSENZIENTE,  E’  DEMOCRAZIA.

ECCO un ‘anonimo’ dopo le ultime notizie sulla Gallinara- “Bravi… Quindi un magnate pieno di soldi poteva riqualificare tutta l’isola portando ricchezza ad Alassio per shopping, ad Alassio e Albenga per ristorazione e trasporti (aeroporto e porto)… Ma noi coglioni usiamo i soldi pubblici per fare una bella accoppiata come una scarpa e una ciabatta.”.

 

Avatar

Trucioli

Torna in alto