Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Villanova d’Albenga monumento ai Caduti
dono di Siffredi alpino nella Grande Guerra.
E ‘I tre partigiani’ cattolici dei monti liguri incontro a Garlenda e Casanova Lerrone

Una giornata importante e ricca di valori significativi per Villa d’Albenga. E’ stato inaugurato, con la solennità e la partecipazione che meritava – mancavano solo gli alluni delle scuole nonostante la giornata di sabato – il monumento ai Caduti in Guerra. Dono di un meraviglioso benefattore della comunità villanovese e da tramandare ai posteri nei secoli a venire. L’ha voluto destinando una parte del suo lascito, oltre che ai poveri, Emanuele Siffredi  morto nel 1936, a 61 anni. Il ‘mausoleo’ è stato realizzato nel camposanto della cittadina dove si sono recati in ‘pellegrinaggio’ autorità civili e militari e molti cittadini che non hanno voluto mancare, un gesto di ringraziamento e testimonianza. Leggi anche, a fondo pagina, la notizia che si incontreranno idealmente, i tre partigiani cattolici dei monti liguri. I tre partigiani. Sabato 6 ottobre, Garlenda e Casanova Lerrone

Si incontreranno idealmente, i tre partigiani cattolici dei monti liguri. Ludovico CappatoWalter, uomo giusto, che contribuì a salvare da giustizia sommaria molte persone nei giorni successivi alla Liberazione; Aldo GastaldiBisagno, Primo partigiano d’Italia, il maggior esponente della Resistenza genovese; Felice Cascioneu Megu, che seppe fermare l’esecuzione di persone sospette perché, sosteneva, aveva studiato per salvarle, le vite.

Auspice il Centro XXV Aprile di Savona, questi tre testimoni si danno appuntamento in Val Lerrone.

SABATO 6 OTTOBRE 2018 a Garlenda, ore 10,30: alla presenza del Sindaco Silvia Pittoli, Aldo Gastaldi, nipote di Bisagno, incontra l’anziano Ludovico Cappato.

Casanova Lerrone, ore 11: omaggio al monumento ai caduti e salita a Marmoreo località Colla San Bernardo, ore 11,30: presso il luogo che ispirò a Cascione le prime strofe di Fischia il vento, nella vecchia chiesina, il parroco di Casanova don Armando Nania celebra la S. Messa per tutti i morti, i vincitori e i vinti, della Lotta di Liberazione.

Avatar

S.Fasano

Torna in alto