Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Piazza della Vittoria a Pietra: sei proposte

Al Presidente del Consiglio Comunale di Pietra Ligure. Punto da iscriversi all’O.d.G. del prossimo Consiglio Comunale: Modifica finalità progettuali ristrutturazione Piazza Vittorio Emanuele ll. Determinazioni.

I sottoscritti Consiglieri Comunali dei gruppi d’opposizione “Lista Civica dei Pietresi” e “Movimento 5 Stelle” visto ed esaminato l’attuale progetto di rifacimento della Piazza Vittorio Emanuele ll e della finitima via Chiazzari, preso atto che lo stesso prevede, oltre che il rifacimento dell’illuminazione e la ripavimentazione della piazza medesima allo stesso livello delle strade laterali, anche l’eliminazione dell’unica aiuola a prato, il taglio di tutti gli alberi di oleandro e dell’unico “finto pepe”; l’eliminazione di tutti i posti auto prospicienti via Chiazzari e la pedonalizzazione della medesima, intera, via Chiazzari; considerati gli effetti che simili ultimi provvedimenti provocherebbero; da innumerevoli segnalazioni di cittadini, è emersa la contrarietà agli stessi ritenendosi che i “danni” sopravvanzerebbero di gran lunga i “benefici”, per una piazza che, così com’è, va già bene; che non ha bisogno di interventi “urgenti” perché non sussistono problematiche strutturali alla sua usufruibilità, che, anzi, tra tutte le piazze della città, risulta una di quelle più frequentate, proprio per le sue attuali caratteristiche; reputato che le risorse finanziarie disponibili, potrebbero, più proficuamente, essere “dirottate” ed impiegate per la ristrutturazione, questa sì, urgente, di piazza La Pietra e di via della Libertà, semidissestate ed entrambe prive di canalizzazioni per le acque bianche meteoriche,

Tutto ciò detto e descritto,

con la presente si propone formalmente di modificare alcune delle finalità che il progetto dell’opera in argomento si prefigge, per ottenere un risultato il più largamente possibile condiviso.

Esse sono:

1) La rinuncia all’eliminazione e, quindi, la permanenza dell’aiuola “a prato” esistente, che è l’unica in tutta quella zona del centro storico, con il conseguente mantenimento in quella posizione dell’esistente monumento degli Alpini.

2) La rinuncia al taglio e, quindi, la permanenza, dov’è attualmente, dell’albero semisecolare di “finto pepe” esistente.

3) La rinuncia al taglio e, quindi, la permanenza degli alberi di oleandro esistenti; solo in subordine, non il “taglio” ma il loro “trasferimento” in altra zona, piazza, via della città, priva di alberature, che li possa accogliere; oppure, in uno dei parchi che hanno ancora vasti spazi per ricevere nuovi alberi.

4) Permanenza del transito veicolare in via Chiazzari, importante per l’accessibilità al tessuto commerciale del centro storico e della stessa piazza.

5) Mantenimento dei parcheggi per auto esistenti su via Chiazzari, per non farne diminuire il numero in prossimità del centro storico e mantenere almeno gli attuali livelli di parcheggio esistenti.

6) Utilizzo degli eventuali risparmi finanziari, per la ristrutturazione di via della Libertà e della piazza La Pietra.

Pietra Ligure, 5 Giugno 2017

Mario Carrara. Giancarlo Cutturini. Maurizio Novara. Nicola Seppone

Avatar

Trucioli

Torna in alto