Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Albenga a 30 anni dallo scoop: ‘Car di 800 carine in gonnella’. Polo scolastico Turinetto

30 anni fa Il Secolo XIX pubblicava una ‘voce insistente’: l’arrivo in una delle due caserme (Piave o Turinetto)  di 800 reclute, un Car tutto femminile. Le caserme davano gran risorse all’economia albenganese: ristoranti, pizzerie, bar, negozi di fotografi. Autore dello scoop un ormai un veterano del giornalismo locale, Stefano Pezzini, oggi alla redazione centrale di Torino della Stampa diventata editrice del Secolo XIX. Tra le prime reazioni, quella dell’allora assessore al Commercio Giancarlo Salomone, avvocato, altra figura popolare. Si diceva titubante,parlava di possibili illazioni, aspetti positivi e negativi. Intanto il mitico compianto Origone, vignettista, offriva una splendida vignetta. Guardiamola.

Stefano Pezzini giornalista

Lunedì 23 novembre 2015, Imperia Tv ha intervistato il sindaco- avvocato Giorgio Cangiano. Il Car in gonnella rimane chiuso nell’archivio dei ricordi. Le ultime generazioni non hanno neppure avuto la possibilità di vivere e conoscere l’era delle caserme ad Albenga, tra le prime ‘industrie’ della piana, dopo l’agricoltura e l’edilizia, l’import- export di frutta e verdura.  Il tema dell’intervista, l’indiscrezione autorevole che la Turinetto di Albenga, dopo un iter iniziato con altre giunte comunali, aveva ottenuto un finanziamento di 10 milioni di Euro dallo Stato (governo Renzi) e la Regione si apprestava ad ufficializzare il suo intervento.  Alla Turinetto sorgerà, stando al progetto, un polo scolastico comprensoriale. Non solo dunque la riqualificazione e valorizzazione urbanistica, sociale di un’area – quartiere, un salto di qualità importante, qualificante, per Albenga ed il suo futuro.  Nino Miceli, ex capogruppo Pd in consiglio regionale, aveva proposto Albenga come sede della provincia unica ed unificata, Albenga – Imperia. Non si è arrivati a tanto. Ma pare sia giunta la buona novella per un’opera comprensoriale. Dopo anni di sfruttamento di aree ad edilizia privata, commerciale – se si esclude l’ospedale dove pure qualche imprenditore ha fatto affari d’oro- , finalmente il grande e moderno quartiere con un investimento fondamentale nella vita di una comunità, la scuola. Un’iniezione di fiducia per il mondo giovanile. Un investimento su cui dovrà sovrintendere  l’amministrazione del giovane sindaco- avvocato.

Albenga, tra le altre cose, è l’unica località del ponente che ha eletto in parlamento un rappresentante. L’avvocato Franco Vazio. Negli anni, per chi li ha vissuti, c’era un rapporto più stretto, intenso, frequente, palpabile, tra il deputato o senatore della zona e i cittadini, la comunità. Una presenza quasi costante, da diventare punto di riferimento. La voce del territorio in parlamento, nei ministeri competenti. Non sempre i risultati erano trangibili.  La politica locale, con rare eccezioni e non lunghi periodi, non ha brillato. Si è distinta per mediocrità. Faide ed interessi di parte, lobby più o meno appariscenti, comunque  preponderanti, hanno fatta ora da freno, ora da conflitto di interessi. Qualcuno si è arricchito oltre misura, il progresso sociale ha seguito la velocità della tartaruga. Le associazioni di categoria, a loro volta, non avevano ali da aquile. La malattia del mediocre, degli incompetenti chiamati ai vertici della cosa pubblica.  Aldo Ghidetti, compianto studioso ed in fretta dimenticato, scriveva….”O siete complici, o siete incompetenti, o siete ladri, non mi interessa il penale…bensì i traguardi raggiunti…. e i giornalisti dove sono, cosa raccontano, illuminano le coscienze ?…Non ci resta che ridere ” – ripeteva col suo ineffabile sorriso e sarcasmo.

Giancarlo Salomone avvocato

 

 

Avatar

Trucioli

Torna in alto