Numero visualizzazioni articolo: 1.090

Giornalisti liguri quarto potere ! Sì, di contratti Cococo: 154 col cappello in mano

Care candidate e cari candidati, siamo i rappresentanti dell’Associazione Ligure dei giornalisti.

Vogliamo cominciare da una domanda: vi siete mai chiesti chi ci sia dietro a quella selva di taccuini, telecamere e microfoni che vi circondano quotidianamente? Giornalisti, state pensando: alcuni li conoscete bene, altri poco, altri ancora per nulla. Dietro ai volti di ciascun collega che incontrate si nasconde un settore in profonda crisi economica ed occupazionale. In Liguria non esiste testata giornalistica che non sia in forte sofferenza, quasi tutte hanno attivato ammortizzatori sociali ordinari e straordinari; ci sono testate storiche sull’orlo dell’abisso; posti di lavoro a rischio; voci che potrebbero spegnersi e mai più riaccendersi. In Liguria ci sono 361 giornalisti dipendenti, 154 colleghi che lavorano come Cococo o come partita iva, decine e decine di precari. La crisi, che per l’editoria è cominciata alla fine degli anni Novanta si è portata via oltre il 30% dei posti di lavoro nella carta stampata e da alcuni anni sta falcidiando l’emittenza televisiva privata. A questo si aggiungono i mali tipici della categoria: il Contratto nazionale di lavoro giornalistico è applicato solo ai dipendenti delle testate maggiori e in qualche caso neppure in modo pieno; le televisioni private utilizzano un contratto (Frt) penalizzante per i colleghi; collaboratori e partite iva sono costretti a dividersi una torta sempre più piccola, a malapena riescono a mettere insieme uno stipendio al limite della sussistenza.

Ci sarebbero molte altre cose da dire, ma ci fermiamo qui per chiedere invece a tutti voi, se eletti, se entrerete in consiglio regionale, una legge di sistema per aiutare l’editoria ligure. Non chiediamo ammortizzatori sociali, ma lavoro giustamente retribuito; chiediamo che il lavoro dipendente torni ad essere centrale nel mondo dell’informazione per sottrarre i nostri precari al ricatto di editori con pochi scrupoli; chiediamo che il lavoro autonomo sia una scelta e non una condanna. Solo così l’Italia potrà risalire da quell’umiliante 73^ posto nella graduatoria della libertà di stampa.

La Liguria può fare la sua parte con una legge che premi le aziende virtuose, sgravi le assunzioni a tempo indeterminato, assegni ai giornalisti anche un ruolo nel Corecom per capire come e a quali aziende vengono affidati i finanziamenti dell’emittenza poiché dal 2001 in poi sul nostro territorio sono arrivati quasi 30 milioni di euro, ma di tutto questo denaro non si vede il frutto. Toscana e Veneto hanno già approvato leggi di sistema: le buone pratiche non hanno colore politico. Vi chiediamo di seguirle.

L’ASSOCIAZIONE LIGURE DEI GIORNALISTI

DAL SITO INTERNET RIPRODUCIAMO:

ASSOCIAZIONE LIGURE DEI GIORNALISTI
FEDERAZIONE NAZIONALE DELLA STAMPA

Presidente

Pierpatrizia Lava
(ruolo di garanzia per tutti gli iscritti, presiede il consiglio direttivo regionale ed è l’equivalente, a livello statutario ligure, del presidente nazionale della Fnsi)

Giunta Esecutiva

Segretaria: Alessandra Costante
(detiene la rappresentanza legale e garantisce la linea politico sindacale come, a livello nazionale, il segretario generale)

Segretari aggiunti

  • Fabio Azzolini
  • Mauro Casaccia
  • Marcello Zinola
  • Giuseppina Feleppa
  • Marco Preve

Consiglio direttivo: oltre ai componenti la giunta e il presidente ne fanno parte (elezioni 2010):

PROFESSIONALI

  • Donatella Alfonso
  • Guido Benvenuto
  • Orietta Bonanni
  • Chiara Carenini
  • Andrea Casazza
  • Stefano Delfino
  • Giuseppe Filetto
  • Giuliano Gnecco
  • Marco Raffa
  • Michele Varì

COLLABORATORI

  • Marina Ballotta
  • Antonia Domenica Canchano Warthon
  • Astrid Fornetti
  • Diego Marrese
  • Patrizia Spora

Fanno parte del direttivo della Ligure come membri di diritto:

Presidente Ordine dei Giornalisti

Attilio Lugli

Casagit: Guido Filippi
Fiduciario Inpgi: Elio Felice
Presidente Gruppo Cronisti: Edoardo Pusillo
Presidente Giornalisti Sportivi: Michele Corti
Presidente Gruppo Ligure Giornalisti Pensionati: Gian Claudio Bianchi
Presidente Fotogiornalisti: Luca Zennaro

Condividi!
    Print Friendly and PDF

    collabora

    collabora

    Segnalazioni e consigli

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Oggetto

    Il tuo messaggio

    Archivio Articoli

    Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su Accetta Più info

    Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. Ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 D. Lgs. n. 196/2003 si rende noto quanto segue: I Suoi dati saranno trattati nel pieno rispetto delle disposizioni vigenti soltanto dagli autorizzati, esclusivamente per dare corso all’invio della newsletter e informarla sulle novità editoriali del settimanale. Il conferimento dei dati ha natura obbligatoria e autorizza al trattamento in relazione alla sola finalità sopra esposta. Il rifiuto di fornire tali dati comporterà l’impossibilità di inoltrarle via e-mail le informazioni relative alle notizie riportate da: Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. I Suoi dati non saranno comunicati a terzi, né diffusi. Lei potrà rivolgersi in qualunque momento al Servizio newsletter attraverso l’indirizzo Blog@trucioli.it per esercitare i diritti previsti dall’art. 7 del D.lgs 196/03. I dati sono trattati elettronicamente, in modo da garantirne la sicurezza e la riservatezza, e sono conservati presso il’archivio di trucioli.it Nel rispetto del art. 7 della legge di cui sopra ti informiamo che puoi modificare o rimuovere completamente i tuoi dati scrivendo a blog@trucioli.it.

    Chiudi