Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Lettera / Entroterra, dissesto e primarie. Il tragico abbandono dell’agricoltura

Le terribili fotografie pubblicate dall’amico Santo Nalbone della lista Insieme per Noli sulla situazione del rio Mazeno di Noli aprono una considerazione sulla situazione dell’entroterra ligure,che ha conosciuto in questi decenni un costante e tragico abbandono dell’agricoltura con il conseguente declino di ogni opera di manutenzione costante del territorio.

Oggi i tre candidati presidenti della Regione:Tovo,Paita e Cofferati (sostenuto dal “sindaco virtual-emerito di Noli”) sostengono che bisogna tornare a coltivare e a popolare l’entroterra,ridare spazio all’agricoltura,….

Li vedremo con una zappa in mano a rievocare antiche e ben peggiori immagini di “battaglie del grano” durante la campagna elettorale per le primarie oppure sentiremo finalmente proposte operative per la Liguria ovvero sostituire carbone e cemento con investimenti produttivi al fine di rendere il ritorno alla terra effettivamente redditizio per le persone e le loro famiglie.Io mi limito a farne una mutuata dalla lettera di un coltivatore di Vesima ai giornali:

a) obbligare i proprietari dei fondi agricoli a fare le opere di manutenzione necessarie ai propri terreni;

b) qualora costoro non possano i terreni dovrebbero essere conferiti ad una sorta di Banca della Terra affinche’ possano essere destinati ad una coltivazione e a una manutenzione necessaria all’agricoltura e a tutta la collettività.

Danilo Bruno– consigliere federale dei Verdi / iscritto a Green Italia

Avatar

Trucioli

Torna in alto