Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Borghetto S. Spirito: evviva il nuovo presidente della Servizi Ambientali Spa

Il NUOVO”. Il DIVERSO DA QUELLI DI PRIMA”Questo doveva essere il Sindaco GANDOLFO. Invece Gandolfo è coerente con se stesso: il sostegno elettorale l’ ha sempre ripagato e non ha mai fatto mistero di volere il Prof. Mario BAUCIA, loanese, ex sacerdote, ex insegnante di Storia e Filosofia, ex assessore al Comune di Ceriale, alla Presidenza della Spa Servizi Ambientali. Lo aveva promesso quando al Prof. BAUCIA gli fu negato, per questioni che vedremo in seguito, l’assessorato all’Urbanistica, e le promesse si mantengono.

Mario Baucia, a sinistra nella foto

Si tratta di quello stesso Mario BAUCIA, la cui presenza, per alcuni considerata imbarazzante nella lista “Noi per Borghetto”, aveva suscitato scalpore e reazioni non propriamente serene da parte di chi, soprattutto all’interno del PD, storceva il naso.

Il 31-12-11 (Borghetto S.Spirito/ Non dimentichiamo la storia recente (2). Le grandi manovre. www.trucioli.it n. 18 del 22/11/2012) dopo il DISCORSO SULLO STATO DELL’UNIONE del 2 agosto di quello stesso anno, tenuto dal Grande Elettore dei Prigliani Piero GUIDO detto “BATAN”, Giovanni GANDOLFO ed i suoi fedelissimi dichiararono la nascita della lista “Noi per Borghetto” (nel 2012 invece, ai Prigliani fu osservato il silenzio. Chissà se nel 2013 avverrà la stessa cosa?).

Poi a fronte di esasperate polemiche non se ne fece più nulla (almeno in parte): a qualcuno fu evidentemente chiesto di rinunciare (fra questi il BAUCIA, che in una accorata lettera al Consigliere Regionale del PD Nino MICELI fece il così detto passo indietro, evidentemente, noi supponiamo, per il bene di tutti).

Nino Miceli, capogruppo Pd in Regione


Ma, forse, anzi senza forse, le cose non stavano proprio così: non vi fu proprio un passo indietro in quanto la promessa di nominare il BAUCIA alla Presidenza della Servizi Ambientali fu sancita dopo la vittoria elettorale e dopo che gli fu negato l’assessorato.

Ed ecco che oggi il sogno del Sindaco GANDOLFO può essere finalmente coronato: spetta al Comune di Borghetto scegliere il Presidente ed il Sindaco e la sua maggioranza lo scelgono.

E’ lui: Mario BAUCIA.

L’ipotesi di Augusto Allegri è solo una subordinata in questo mare in tempesta in cui sta navigando, neppure a vista, il Comune di Borghetto Santo Spirito.

E’ strano però che all’interno della maggioranza si stia accettando così supinamente questa scelta.

E l’ex Segretario del P.D., Emanuele PARRINELLO, che in questa fase di legislatura, per usare un gergo calcistico, è stato troppo fermo sulle gambe chissà cosa ne pensa di questa possibile nomina, specie se è ancora memore delle sfuriate del dr. Stefano ROASCIO (si veda l’articolo su LA STAMPA del 10 marzo 2012, mai smentito da nessuno) che dopo dieci anni di opposizione a tirare la carretta per la Margherita (di cui Augusto ALLEGRI era segretario) e per il P.D., è stato messo in un angolo (a proposito ma che fine ha fatto ?).

Il Sindaco GANDOLFO in una recente intervista ha dichiarato che la gente preferisce venire a Borghetto piuttosto che andare a Loano (vedi articolo IVG n° 245466 del 12-07-13 H:10:41 Successo per Paolo Rossi a Borghetto. Il sindaco Gandolfo: “Questa estate i turisti non andranno a Loano…”) rispolverando una vecchia rivalità oramai sopita fra le due cittadine, della quale oggi almeno Borghetto non ha proprio bisogno. Dimentica che, invece di pensare alla Presidenza della S.p.A. Servizi Ambientali, se proprio vuole rivaleggiare con Loano, avrebbe dovuto pretendere, o comunque intavolare trattative per ottenere, a fronte dei sacrifici che il territorio borghettino subisce e dovrà subire a causa del depuratore (allacci di Alassio, Albenga, entroterra) la nomina dell’Amministratore Delegato, che, invece, spetta a Loano.

Di fatto il vero soggetto in possesso degli effettivi poteri di amministrazione e di gestione nell’ambito della Servizi Ambientali è proprio l’Amministratore Delegato, mentre il Presidente ha solo funzioni di mera rappresentanza.

Ecco dove si deve giocare la rivalità con Loano.

E’ vero che è sempre stato così: a Borghetto il Presidente e a Loano l’Amministratore Delegato, ma la situazione relativa al depuratore , le scelte del collegamento con Ceriale, la passerella impraticabile e monca, avrebbero dovuto indurre il Sindaco Gandolfo, troppo impegnato (finora solo a parole) ad eliminare la pista ciclabile, a mettere sul piatto della bilancia il peso che Borghetto sta sostenendo e sosterrà a causa della presenza del depuratore. C’è poi da domandarsi per quale motivo, ad oggi, lo Statuto della S.p.A. Servizi Ambientali, non contempla neppure specifiche competenze sia per la nomina del Presidente che dell’Amministratore Delegato. In questo momento storico sarebbe stato non solo opportuno, ma doveroso prevedere detti requisiti a livello statutario.

Borghetto Santo Spirito si trova in uno stato di stallo molto pericoloso sotto il profilo politico in quanto l’amministrazione GANDOLFO fra ricorsi al TAR persi per avere negato l’accesso agli atti di un concorso ad un candidato, presunte botte da orbi fra appartenenti al Comando della locale Polizia Municipale, inattività sostanziale e assolutamente priva di idee e/o di un progetto alternativo in ordine alla problematica annosa dell’ex Oleificio Roveraro. Mancata presentazione di un nuovo PUC, difficoltà di programmazione anche della ordinaria attività di manutenzione del verde pubblico (taglio delle Palme in piazza Libertà a luglio), pochi consigli comunali e con scarni ordini del giorno senza coinvolgimento della minoranza, sta per timbrare un biglietto di solo andata, con la nomina di Baucia alla Servizi Ambientali, verso la sua definitiva agonia.

Il PD ha le sue responsabilità ed anche in questa circostanza ha tradito gli elettori.

Loano avrà in mano, anche questa volta e come sempre, nella sostanza, la gestione della Servizi Ambientali.

Un loanese, il Baucia, ne sarà comunque il Presidente.

Gandolfo avrà mantenuto la sua promessa.

Si dovrà fare, alla fine, una lista unica per salvare il salvabile cioè quasi nulla.

Buona Borghetto a tutti.

Silvestro Pampolini                         Giovanni Sanna

Avatar

G.Sanna

Torna in alto